STORIA MEDIEVALE

STORIA MEDIEVALE

_
iten
Codice
65085
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
9 cfu al 1° anno di 8453 CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (L-1) GENOVA

9 CFU al 3° anno di 8457 LETTERE (L-10) GENOVA

9 CFU al 1° anno di 8457 LETTERE (L-10) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-STO/01
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso si sviluppa, per chi sostiene l'esame da 9 CFU, i due moduli di complessive 54 ore. Il primo modulo è dedicato a spiegare il millennio medievale, anche con riferimento a due dei più recenti e qualificati manuali; il secondo intende mettere a contatto lo studente con il mestiere dello storico e il suo lavoro sulle fonti, con riferimento a tre diversi testi. Alla fine del primo modulo è condotta una simulazione anonima della prova scritta con correzione pubblica.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Gli obiettivi del corso sono costruire un apparato concettuale adeguato alla comprensione del passato originario della civiltà europea alla luce delle più aggiornate tendenze della storiografia, di fornire una ricostruzione critica dei principali problemi dell'epoca medievale (secoli V-XV) e un'elementare impalcatura cronologica, di accostare alla comprensione di modelli storiografici

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Nell'ambito dell'acquisizione di conoscenze di base della storia medievale, l'insegnamento intende orientare verso lo sviluppo di un lessico non generico, verso la capacità di attraversare il millennio medievale con appropriati interrogativi e verso la capacità di raccordare le nozioni acquisite con gli sviluppi coevi in diversi ambiti - politici, sociali ed economici, ma anche letterari, storico artistici, storico architettonici - dell'agire umano. Al termine dell'insegnamento lo/a studente/essa sarà in grado di spiegare con un linguaggio appropriato i principali processi, fatti o personaggi chiave (vuoi per ruolo, vuoi per rilevanza), con consapevolezza della loro incidenza negli ambiti sopra menzionati.

 

PREREQUISITI

Non sono previsti prerequisiti specifici.

Modalità didattiche

Lezione frontale tradizionale, corredata di slides, per facilitare la comprensione di quanto esposto; all'inizio del corso sarà proposto tramite slides un questionario di prima interlocuzione (su lessico e contenuti) tra la docente e gli studenti; simulazione della prova scritta in forma anonima con correzione pubblica; si raccomanda la frequenza.

 

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Lineamenti di storia medievale, categorie interpretative, aggiornamenti storiografici.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Lineamenti di storia medievale, categorie interpretative, aggiornamenti storiografici. Orientamento alla lettura di un testo di storia, approfondimenti storiografici.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Una a scelta tra le seguenti due opzioni:
1) A. Zorzi, Manuale di storia medievale, Utet 2016
2) L. Provero, M. Vallerani, Storia medievale, Le Monnier 2016
e inoltre sono obbligatori:
Storia medievale, Donzelli 1998, i capp. 5 (La Rocca, Cristianesimi), 7 (Guglielmotti, I franchi e l’Europa carolingia), 10 (Carocci, Signori, castelli, feudi), 14 (Artifoni, Città e comuni), compresi i riferimenti al glossario finale.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Una a scelta tra le seguenti due opzioni:
1) L. Provero, M. Vallerani, Storia medievale, Le Monnier 2016
2) A. Zorzi, Manuale di storia medievale, Utet 2016
inoltre sono obbligatori:
Storia medievale, Donzelli 1998, i capp. 5 (La Rocca, Cristianesimi), 7 (Guglielmotti, I franchi e l’Europa carolingia),10 (Carocci, Signori, castelli, feudi), 14 (Artifoni, Città e comuni), con i riferimenti al glossario finale.
Più una fra le seguenti opzioni:
1) D. Bezzina, Artigiani a Genova, secoli XII-XIII, Firenze University Press 2015 e www.ebook.retimedievali.it (e disponibile anche su Aulaweb)

2) S. Gasparri, Voci dei secoli oscuri. Un percorso nelle fonti dell'alto medioevo, Carocci 2017

3) A. A. Settia, Castelli medievali, il Mulino 2017

I non frequentanti riferiranno anche di G. Sergi, L'idea di medioevo. Tra storia e senso comune, Donzelli 2005.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Durante il corso prima e dopo lezione e su appuntamento; durante il resto dell'anno (salvo altre lezioni o riunioni) martedì e mercoledì mattina dalle 10 alle 13, sempre previo appuntamento.

Commissione d'esame

PAOLA GUGLIELMOTTI (Presidente)

ANTONELLA ROVERE

SANDRA MACCHIAVELLO

SANDRA ORIGONE

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezione frontale tradizionale, corredata di slides, per facilitare la comprensione di quanto esposto; all'inizio del corso sarà proposto tramite slides un questionario di prima interlocuzione (su lessico e contenuti) tra la docente e gli studenti; simulazione della prova scritta in forma anonima con correzione pubblica; si raccomanda la frequenza.

 

 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

STORIA MEDIEVALE

ESAMI

Modalità d'esame

Esame scritto relativamente ai primi 6 CFU, esame orale per i successivi 3 CFU.

Modalità di accertamento

La verifica della conoscenza del programma relativo ai primi 6 crediti avviene in forma scritta (occorre rispondere a 5 domande di natura diversa e orientarsi su una carta muta dell’Europa e del Mediterraneo); a fine corso avviene una simulazione anonima della prova scritta, con correzione pubblica. Accanto a una considerazione della proprietà del linguaggio adottato, la valutazione avviene rispetto alla consapevolezza dei processi storici e alla capacità di connotare problematicamente secoli, personaggi, eventi. La verifica della capacità di analisi e comprensione di un testo storiografico, della sua struttura e dell'uso delle fonti da parte dell'autore, cioè 3 crediti, ha luogo tramite un colloquio (a lezione è fornita una griglia di domande - disponibile anche in Aulaweb - che dovrebbero orientare nella lettura di un testo).