PAPIROLOGIA

PAPIROLOGIA

_
iten
Codice
53081
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 1° anno di 8453 CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (L-1) GENOVA

6 CFU al 1° anno di 9023 SCIENZE DELL'ANTICHITÀ: ARCH., FILOL.E LETT., STORIA (LM-15) GENOVA

6 CFU al 1° anno di 9023 SCIENZE DELL'ANTICHITÀ: ARCH., FILOL.E LETT., STORIA (LM-2) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-ANT/05
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

I reperti papiracei ci offrono uno straordinario spaccato in dimensioni uno a uno della vita dell’Egitto greco romano. Imparare a leggerli e conoscere i metodi e gli strumenti per comprenderne il significato offre ampie prospettive in campo storico, archeologico, filologico e non solo.

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L'insegnamento di “Papirologia” si pone l'obiettivo di fornire un quadro della civiltà greca e romana, quale emerge dalle fonti conservate nei papiri greci e latini, che insieme con le tavolette cerate, le pergamene, gli ostraca ed altri supporti scrittori, soprattutto l'Egitto ma anche altre isolate zone del Vicino Oriente e dell'Occidente ci hanno conservato, per un arco di tempo che va dal IV sec. a.C. al VII sec.d.C.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento mira a: fornire agli studenti le competenze tecniche e metodologiche per saper affrontare la lettura critica di papiri documentari e letterari, per contestualizzarli e saperli analizzare come oggetto archeologico e come fonti per gli studi storici, filologici e letterari; far comprendere l'apporto della papirologia alle nostre conoscenze sulla vita politica, socioeconomica e culturale dell'Egitto greco-romano e sulla letteratura greco-latina; aumentare la consapevolezza sugli aspetti materiali dei documenti e delle copie librarie nell’antichità; favorire lo sviluppo di competenze attive per la decifrazione, la trascrizione e l’edizione di papiri.

Al termine dell’insegnamento lo studente avrà compreso la definizione di “papirologia” e le principali linee della storia della disciplina; sarà consapevole del contesto storico e culturale dell’Egitto greco-romano; saprà riconoscere i materiali scrittori e i contesti archeologici dei ritrovamenti papiracei; saprà distinguere lingue e scritture dei papiri almeno per alcuni esempi; sarà in grado di leggere e comprendere un’edizione di papiro e saprà applicare le convenzioni del sistema di Leida per produrre una trascrizione; saprà utilizzare i principali strumenti della disciplina, compresi gli strumenti informatici (soprattutto papyri.info, Trismegistos); saprà valutare gli apporti della papirologia ad altre discipline.

PREREQUISITI

Per poter affrontare i contenuti dell'insegnamento gli studenti devono conoscere la lingua greca, avere nozioni di storia antica e di letteratura classica.

Modalità didattiche

Le modalità didattiche comprendono sia lezioni frontali, con proiezioni di immagini e powerpoint (resi disponibili su AulaWeb), sia prove pratiche sui reperti papiracei della collezione di Genova ed esercizi di lettura e trascrizione in classe con il diretto coinvolgimento degli studenti.

PROGRAMMA/CONTENUTO

I fondamenti teorici e metodologici della papirologia. I papiri come fonti storiche sulla vita politica, socioeconomica e culturale dell'Egitto greco-romano. Gli strumenti informatici applicati alla papirologia.

Esercitazioni di trascrizione e lettura critica sui papiri dell’Università di Genova conservati al Dipartimento DAFIST. Gli studenti impossibilitati a frequentare le lezioni sono invitati a contattare la docente (serena.perrone@unige.it).

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Manuale consigliato: The Oxford Handbook of Papyrology, ed. by R.S. Bagnall, Oxford, Oxford University Press, 2009 (studio dei capitoli 1-14, 16-18, 21-22, 25, 27; solo lettura dei restanti capitoli).

Altri materiali saranno distribuiti a lezione e resi disponibili su AulaWeb.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Giovedì 11-12 e su appuntamento scrivendo a serena.perrone@unige.it  

Commissione d'esame

SERENA PERRONE (Presidente)

LARA PAGANI

FRANCO MONTANARI

LEZIONI

Modalità didattiche

Le modalità didattiche comprendono sia lezioni frontali, con proiezioni di immagini e powerpoint (resi disponibili su AulaWeb), sia prove pratiche sui reperti papiracei della collezione di Genova ed esercizi di lettura e trascrizione in classe con il diretto coinvolgimento degli studenti.

INIZIO LEZIONI

14/02/2019

ESAMI

Modalità d'esame

Come prova in itinere agli studenti viene richiesto di elaborare, singolarmente o in gruppo, una presentazione di 15 minuti su un papiro assegnato o su altro tema concordato. Tale prova non concorre alla valutazione finale.

L'esame consiste in una prova orale volta a valutare l’acquisizione degli aspetti teorici e metodologici della papirologia, nonché la capacità di affrontare la lettura critica di alcuni papiri selezionati e resi disponibili su Aulaweb.

Gli studenti non frequentanti devono concordare con la docente un programma d'esame specifico.

Modalità di accertamento

L’esame consiste in un colloquio volto ad accertare l’acquisizione degli aspetti teorici e metodologici della disciplina. Vengono inoltre valutati l'uso appropriato del lessico tecnico, la chiarezza e la proprietà di linguaggio nell'esposizione. Come soglia di base si richiede la conoscenza dell’apporto della documentazione papirologica nel contesto storico-culturale dell’Egitto greco-romano, e competenze pratiche sul sistema di trascrizione e gli strumenti della papirologia. Per raggiungere una soglia di eccellenza è richiesta la capacità di affrontare la lettura critica di alcuni papiri selezionati e trattati a lezione, dimostrando di saperne decifrare la scrittura, comprendere il testo e cogliere gli aspetti significativi anche in prospettiva interdisciplinare.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
11/09/2019 14:00 GENOVA Orale Locali DAFIST, Sezione Ellenica, via Balbi 4, piano terra