DIRITTO E GENERE

DIRITTO E GENERE

_
iten
Codice
84193
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
3 cfu al 1° anno di 8710 SERVIZIO SOCIALE (L-39) GENOVA

3 CFU al 4° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA

3 CFU al 5° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA

3 CFU al 3° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA

3 CFU al 5° anno di 7996 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/20
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SERVIZIO SOCIALE )
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Donne e diritti: un'introduzione ai principali orientamenti femministi Genere, pari opportunità e diritto antidiscriminatorio: principi, tecniche di tutela, limiti Orientamento sessuale e uguaglianza di trattamento: resistenze culturali e nuovi sviluppi nel quadro normativo europeo

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

In particolare, il modulo su "diritto e genere" si propone di fornire agli/alle studenti elementi di conoscenza sui principali orientamenti femministi in ambito giuridico, nonché sui principali strumenti normativi, adottati a livello internazionale, europeo e nazionale, per far fronte agli ostacoli che ancora oggi, in tutte le parti del mondo, limitano l'accesso delle donne al mercato del lavoro retribuito, alla vita politica e ai ruoli apicali. Inoltre, privilegiando una prospettiva che guarda al genere nella sua intersezione con altre categorie sociologiche (come quella di classe, razza/etnia, orientamento sessuale), verrà approfondita la conoscenza su alcune tematiche di attualità, quali la violenza di genere e i diritti delle persone LGBTQ. 

Lo studio individuale, l'eventuale frequenza e partecipazione alle attività formative proposte consentiranno alle/agli studenti di:

- apprendere  i concetti fondamentali della materia e comprendere la rilevanza della dimensione di genere in ambito giuridico;

-identificare le principali cause sociali che stanno alle origini delle discriminazioni di genere e di orientamento sessuale e di venire a conoscenza degli strumenti giuridici di contrasto a tali discriminazioni;

- sviluppare adeguate capacità per una più avveduta comprensione e interpretazione dei complessi problemi sociali originati da disuguaglianze di genere e, più in generale, da situazioni discriminatorie;

- acquisire competenze idonee a proseguire gli studi con una maggiore consapevolezza sugli stereotipi di genere e sui rapporti asimmetrici di potere che informano le nostre società e spesso si riflettono nel diritto.

Modalità didattiche

Lezioni frontali, alternate a seminari di approfondimento in cui si cercherà di favorire la discussione in aula, anche al fine di contribuire al miglioramento delle capacità critiche e argomentative delle/degli studenti.

PROGRAMMA/CONTENUTO

L’insegnamento prevede la trattazione dei seguenti ambiti tematici: 1) uguaglianza, differenza e parità di genere nel diritto; 2) femminismi e diritti: cenni storici e prospettive contemporanee; 3) approccio intersezionale.

A lezione verranno poi proposti ulteriori approfondimenti su specifici argomenti.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Programma d'esame per frequentanti (Modulo "Diritto e genere")

a) appunti delle lezioni; b) tre articoli di riviste scientifiche che verranno indicati in classe e resi disponibili su AulaWeb.

Programma d'esame per NON frequentanti (Modulo "Diritto e genere")

Otto saggi a scelta del testo di Th. Casadei, a cura di, Donne, diritto, diritti Prospettive del giusfemminismo, Giappichelli, 2015 o, in alternativa, sempre di Th. Casadei, Diritto e (dis)parità. Dalla discriminazione di genere alla democrazia paritaria, Aracne, 2017, l'introduzione e tutti e quattro i capitoli.

 

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Durante lo svolgimento delle lezioni la docente riceve in genere ogni martedì dalle 12 alle 13.30 presso la sezione di Filosofia e sociologia del diritto del Dipartimento di Giurisprudenza (via Balbi 30, V piano). Prima di recarsi a ricevimento, si consiglia comunque di verificare eventuali avvisi di modifica dell'orario pubblicati sul sito del Dipartimento. Durante lo svolgimento del corso a Imperia (marzo-maggio 2018), è previsto anche un ricevimento presso il Polo didattico imperiese (Foresteria, IV piano, via Nizza), ogni venerdì dalle 16 alle 17. In ogni caso, è possibile concordare un appuntamento in orario diverso da quelli indicati, contattando la docente all'indirizzo Isa.Fanlo@unige.it

Commissione d'esame

ISABEL FANLO CORTES (Presidente)

EMANUELA ABBATECOLA (Presidente)

LUISA STAGI (Presidente)

LAURA SCUDIERI

SEBASTIANO BENASSO

GIULIA ARENA

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali, alternate a seminari di approfondimento in cui si cercherà di favorire la discussione in aula, anche al fine di contribuire al miglioramento delle capacità critiche e argomentative delle/degli studenti.

INIZIO LEZIONI

I semestre dal 17 settembre al 7 dicembre 2018
II semestre dal 25 febbraio al 17 maggio 2019

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame si svole in forma orale, mediante un colloquio finalizzato ad accertare l’apprendimento e la rielaborazione dei contenuti da parte delle/dei candidati, nonché la loro capacità espositiva e argomentativa.

Modalità di accertamento

Alle studentesse e agli studenti frequentanti, il cui grado di apprendimento e interesse verrà valutato anche durante lo svolgimento delle lezioni, è richiesto di comprendere e di rielaborare con spirito critico i temi trattati dalle docenti. 
Alle studentesse e agli studenti non frequentanti è richiesto di comprendere e rielaborare le questioni affrontate nei testi, e di saperle esporre con proprietà di linguaggio.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
13/09/2019 10:00 GENOVA Orale