PHYSICS OF PARTICLE DETECTORS

PHYSICS OF PARTICLE DETECTORS

_
iten
Codice
98891
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 1° anno di 9012 FISICA (LM-17) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
FIS/01
SEDE
GENOVA (FISICA)
periodo
2° Semestre
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Gli studenti riceveranno una formazione dettagliata sui rivelatori, la loro fisica e il loro principio di funzionamento, generazione del segnale (campo di ponderazione), fonti di rumore e come ottimizzare la risoluzione ottimale ottenibile. La lezione inizia con il modo in cui le radiazioni vengono "viste" in un deterrente, quali sono i processi fisici responsabili. Come si sviluppa un segnale elettrico (e rumore)? Come viene caricata la carica in un rilevatore? Quali sono i vantaggi, i vantaggi e gli svantaggi dei diversi tipi di rivelatori? Che cos'è Cherenkov e la radiazione di transizione? Come si differenziano? In che modo i rivelatori possono sfruttare queste radiazioni? Come funzionano i rilevatori di scintillazione e qual è la fazione sottostante? Sarà spiegato il monitoraggio delle particelle e l'identificazione delle particelle. Come misurare l'energia nei calorimetri? Quali sono le risoluzioni ottenibili (nello spazio e nell'energia) e come possono essere ottimizzate? Verranno inoltre trattati alcuni dettagli sulle tecniche di lettura.

Modalità didattiche

Lezioni frontali alla lavagna con supporto presentazioni powerpoint

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali alla lavagna con supporto presentazioni powerpoint

INIZIO LEZIONI

Il corso si svolgerà nel secondo semestre