DIRITTO PENALE II

DIRITTO PENALE II

_
iten
Codice
65000
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
9 cfu al 4° anno di 7996 GIURISPRUDENZA (LMG/01) IMPERIA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/17
LINGUA
Italiano
SEDE
IMPERIA (GIURISPRUDENZA)
periodo
2° Semestre
propedeuticita
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L' insegnamento di Diritto penale II ha ad oggetto lo studio della disciplina della parte speciale del diritto penale, ovvero dei principi di garanzia validi in materia penale, della sistematica del reato e della struttura del sistema sanzionatorio.

L’insegnamento è fondamentale per tutti gli studenti che intendano in futuro conseguire l’abilitazione all’esercizio della professione forense o accedere alla carriera in magistratura.

 

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Lo scopo principale dell’insegnamento è quello di far acquisire agli studenti nozioni approfondite di diritto penale speciale non meno che strumenti conoscitivi-interpretativi e metodi di studio per poter autonomamente individuare, comprendere ed applicare le disposizioni normative contenute nel codice penale e nelle leggi penali complementare.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

In particolare l'insegnamento  si propone di fornire agli studenti nozioni estese ed approfondimenti giurisprudenziali in materia di diritto penale con specifico riferimento ai seguenti argomenti:

 

- delitti contro la persona; 

- delitti contro il partrimonio; 

- delitti contro la pubblica amminitrazione; 

 - delitti contro l'amministrazione della giustizia

 

 

Lo studio individuale, la frequenza e la partecipazione alle attività formative proposte consentiranno allo studente di:

  • Comprendere e ricordare le disposizioni normative che regolano il diritto penale e la struttura del sistema sanzionatorio;
  • Comprendere la struttura ed i meccanismi di applicazione delle norme penali ed essere consapevoli delle loro diversificazioni;
  • Identificare le diverse componenti della sistematica della parte speciale del diritto penale quanto al loro sviluppo e ai loro contenuti; comprendere, interpretare ed applicare la relativa disciplina normativa;
  • Distinguere le diverse ipotesi incriminatrici di parte speciale comprendere la loro ragion d’essere, nonché le rispettive “interconnessioni” con il processo penale;
  • Individuare, comprendere e distinguere le diverse componenti del sistema sanzionatorio;
  • Comprendere e contestualizzare eventuali interventi legislativi inerenti al codice di penale o alla legislazione penale complementare;
  • Leggere ed esaminare criticamente, con autonomia di giudizio, articoli scientifici nella materia del diritto penale, testi di sentenze delle Corti di merito, di legittimità e della Corte costituzionale e dei giudizi europei relativi a questioni penalistiche;
  • Acquisire un linguaggio tecnico giuridico appropriato ed utilizzarlo per esprimersi correttamente.

Modalità didattiche

L'insegnamento si compone di lezioni frontali, per un totale di 54 ore (pari a 9 CFU), nel corso delle quali verranno presentate ed analizzate i principi di garanzia e attraverso il costante riferimento alla giurisprudenza si analizzeranno i  diversi settori della parte speciale del diritto penale. 

Periodicamente verranno pubblicati su Aulaweb testi di sentenze di particolare rilevanza ed eventuali testi normativi di riforma sui quali avviare approfondimenti specifici e un confronto collettivo.

Occasionalmente potranno essere invitati a svolgere una lezione su temi di particolare interesse e attualità studiosi, magistrati e avvocati anche al fine di consentire agli studenti di acquisire maggiore consapevolezza della dimensione concreta della materia.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso ha ad oggetto lo studio  dei settori della parte speciale del codice penale con particolare  riguardo ai Delitti contro la persona: (i reati di omicidio, la tutela penale dell’incolumità fisica, i reati contro la libertà individuale, i reati sessuali e la pedo-pornografia), ai Delitti contro il patrimonio e contro la pubblica amministrazione (furto, appropriazione indebita, i reati contro il patrimonio con violenza o minaccia e con frode e le qualifiche di pubblico ufficiale e incaricato di pubblico servizio, il peculato, la corruzione, la concussione, l’abuso d’ufficio) e  i Delitti contro l’amministrazione della giustizia: (la tutela penale del flusso di notizie di reato, delle prove e dei mezzi di prova, i reati di favoreggiamento, i delitti di evasione e di autotutela privata).

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Studenti frequentanti

P.PISA, Giurisprudenza commentata di diritto penale, Vol. I, Delitti contro la persona e contro il patrimonio, VI ed., con la collaborazione di A. Peccioli, Cedam, Padova, 2018. P.PISA, Giurisprudenza commentata di diritto penale, Vol. II, Delitti contro la pubblica amministrazione e contro la giustizia, V ed., con la collaborazione di A. Peccioli, Cedam, Padova, 2016. . E’ richiesto lo studio delle parti di commento, delle motivazioni delle pronunce della Cassazione a Sezioni unite e della Corte costituzionale e delle massime delle altre sentenze.


Libri di testo e eventuali materiali di lettura per gli studenti non frequentanti 
P.PISA, Giurisprudenza commentata di diritto penale, Vol. I, Delitti contro la persona e contro il patrimonio, V ed., con la collaborazione di A. Peccioli, Cedam, Padova, 2014(limitatamente allo studio delle massime e delle parti di commento ). P.PISA, Giurisprudenza commentata di diritto penale, Vol. II, Delitti contro la pubblica amministrazione e contro la giustizia, V ed. con la collaborazione di A. Peccioli, Cedam, Padova,2016(limitatamente allo studio delle massime e delle parti di commento ).

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il docente riceverà gli studenti  il mercoledì  a  Genova  dalle ore 10 alle ore 12 ed a Imperia nel I semestre il luned' alle ore 18 e nel II semestre previo appuntamento vi amail. E' possibile concordare un appuntamento in una diversa giornata tramite posta elettronica

Commissione d'esame

PAOLO PISA (Presidente)

ANNAMARIA PECCIOLI (Presidente)

ILARIA ZANNONI

LORENZA VACONDIO

GABRIELE PONTEPRINO

FEDERICO CONSULICH

ILENIA SICCARDI

LEZIONI

Modalità didattiche

L'insegnamento si compone di lezioni frontali, per un totale di 54 ore (pari a 9 CFU), nel corso delle quali verranno presentate ed analizzate i principi di garanzia e attraverso il costante riferimento alla giurisprudenza si analizzeranno i  diversi settori della parte speciale del diritto penale. 

Periodicamente verranno pubblicati su Aulaweb testi di sentenze di particolare rilevanza ed eventuali testi normativi di riforma sui quali avviare approfondimenti specifici e un confronto collettivo.

Occasionalmente potranno essere invitati a svolgere una lezione su temi di particolare interesse e attualità studiosi, magistrati e avvocati anche al fine di consentire agli studenti di acquisire maggiore consapevolezza della dimensione concreta della materia.

INIZIO LEZIONI

I semestre dal 17 settembre al 7 dicembre 2018
II semestre dal 25 febbraio al 17 maggio 2019

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

DIRITTO PENALE II

ESAMI

Modalità d'esame

 

L’esame finale si svolge in forma orale e si sviluppa attraverso la richiesta di approfondire una pluralità di argomenti in modo da estendere la verifica dell’intero programma (es. una domanda  sui delitti contro la persona, una domanda sui delitti contro il patrimonio ed una domanda sui delitti contro la pubblica amministrazione e l’amministrazione della giustizia). Durante il semestre al termine  dell'analisi di ogni settore della parte speciale potranno svolgersi brevi esercitazioni ( domande aperte e brevi pareri motivati sul modello dell'esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione di avvocato)

Modalità di accertamento

L’esame orale mira a verificare l’effettiva conoscenza ed acquisizione da parte dello studente delle nozioni teoriche relative agli argomenti oggetto del programma.

Attraverso quesiti di carattere teorico generale si verificherà se lo studente è in grado di:

  • individuare e definire i concetti giuridici utilizzando un linguaggio tecnico appropriato;
  • individuare, distinguere, conoscere, comprendere, interpretare ed applicare, con spirito critico ed autonomia di giudizio, sia le disposizioni normative che compongono il diritto penale, in tutte le sue forme ed articolazioni, sia i testi di alcune sentenze fondamentali la cui conoscenza è indispensabile per una visione completa della materia.