ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO

ISTITUZIONI DI DIRITTO PRIVATO

_
iten
Codice
64899
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
12 cfu al 1° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/01
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (GIURISPRUDENZA)
propedeuticita
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’insegnamento di Istituzioni di Diritto privato, articolato in due moduli,  ha ad oggetto lo studio dei fondamenti della disciplina giuridica applicabile ai rapporti tra soggetti privati. Il programma proposto privilegia il diritto positivo nazionale, senza però trascurare di sottolineare le connessioni con il diritto dell’Unione europea. È un insegnamento propedeutico ad una serie di altri insegnamenti obbligatori del Corso di Laurea ed è fondamentale per tutti gli sbocchi tradizionali delle professioni giuridiche.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Scopo principale di questo insegnamento è far acquisire agli studenti conoscenze di base, metodo di studio e strumenti interpretativi per poter autonomamente individuare, comprendere ed applicare le disposizioni normative che regolano lo svolgimento dei rapporti giuridici tra soggetti privati.

 

Per conseguire gli obiettivi formativi propri dell’insegnamento il Mod. I va superato prima del Mod. II. Il voto del modulo I fa media con il voto del modulo II: il voto finale verrà riversato in carriera come voto unico, con attribuzione dei relativi crediti complessivi.

Modalità didattiche

Lezioni frontali

TESTI/BIBLIOGRAFIA

V. Roppo, Diritto privato, Giappichelli, 2016 (le parti corrispondenti al programma del corso).

A.M. Benedetti, Il diritto privato delle Sezioni Unite, La Tribuna, 2015, due sentenze a scelto dello studente.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Lunedì mattina ore 9-11presso Dip. Giurisprudenza, Sezione di Diritto privato, via Balbi 22, IV piano. Valentina Di Gregorio e-mail: valentina.digregorio@unige.it  

Ricevimento: Ricevimento: lunedì mattina ore 10-12,45 presso Dip. Giurisprudenza, Sezione di Diritto privato, via Balbi 22, IV piano. È consigliato prendere appuntamento inviando una e-mail a : giovanna.savorani@unige.it Nel II semestre, durante lo svolgimento delle lezioni, è possibile concordare con la docente un appuntamento anche  prima o dopo l’orario delle lezioni.

Ricevimento: Lunedì pomeriggio alle ore 17 (Via Balbi 22 quarto piano - scala B) Sempre comunque meglio scrivermi prima a questo indirizzo: mauro.grondona@unige.it

Ricevimento: Lunedì mattina ore 9-11presso Dip. Giurisprudenza, Sezione di Diritto privato, via Balbi 22, IV piano. Valentina Di Gregorio e-mail: valentina.digregorio@unige.it  

Ricevimento: Durante il periodo delle lezioni: prima o dopo ciascuna lezione presso l’aula in cui si svolge la lezione o su appuntamento (inviando un email al docente) presso la Sezione di diritto privato del Dipartimento di giurisprudenza, in via Balbi 22, 4° piano Fuori dal periodo delle lezioni: solo su appuntamento (inviando un email al docente) presso la Sezione di diritto privato del Dipartimento di giurisprudenza, in via Balbi 22, 4° piano

Ricevimento: Lunedì pomeriggio alle ore 17 (Via Balbi 22 quarto piano - scala B) Sempre comunque meglio scrivermi prima a questo indirizzo: mauro.grondona@unige.it

Commissione d'esame

MAURO GRONDONA (Presidente)

VALENTINA DI GREGORIO (Presidente)

MATTEO TURCI

ANNA MARIA OCCASIONE

EDOARDO PESCE

GIACOMO MUNARI

GIOVANNA SAVORANI

MAURIZIO VITTORIO FLICK

FRANCESCA BARTOLINI

ELISABETTA CORRADI

MARCO FARINA

CINZIA AMERI

GIORGIO AFFERNI (Presidente)

GIOVANNA SAVORANI (Presidente)

DIEGO SCHIESARO

GIACOMO MUNARI

ALESSANDRA PINORI

MAURO GRONDONA

MARCO FARINA

ALBERTO MARIA BENEDETTI

SONIA CANATA

CARLA CARRASSI

ELISABETTA CORRADI

MAURIZIO VITTORIO FLICK

VINCENZO ROPPO (Presidente)

VALENTINA DI GREGORIO (Presidente)

DIEGO SCHIESARO

ELISABETTA CORRADI

MAURO GRONDONA

ALBERTO MARIA BENEDETTI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali

INIZIO LEZIONI

I semestre dal 17 settembre al 7 dicembre 2018
II semestre dal 25 febbraio al 17 maggio 2019

ESAMI

Modalità d'esame

Fare riferimento alle schede relative al modulo 1 e al modulo 2

Modalità di accertamento

Fare riferimento alle schede del modulo 1 e del modulo 2