DIRITTO ROMANO

DIRITTO ROMANO

_
iten
Codice
64963
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 3° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/18
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (GIURISPRUDENZA)
propedeuticita
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Nell'ambito dello studio dell'esperienza giuridica romana il ruolo dei documenti della prassi assume notevole  rilevanza sotto un duplice profilo: la ricostruzione degli istituti giuridici in concorso con le fonti di tipo autoritativo e l'accertamento del grado di osservanza delle prescrizioni normative. Particolare attenzione deve essere quindi dedicata alla formazione del documento negoziale e all'emersione di alcune figure che assumono la funzione di redattori di documenti pubblici e privati, all'origine della moderna professione notarile.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

      Obiettivo formativo del primo modulo è quello di indurre negli studenti la consapevolezza che il documento moderno, specie quello negoziale negli ordinamenti di civil law, unitamente alle relative tecniche di redazione, trova significativi archetipi nell’esperienza giuridica romana, anche attraverso la progressiva emersione di una categoria di professionisti specializzati, denominati “tabelliones”, antecedenti dei notai ancora attivi in età contemporanea.

     Il corso si propone inoltre, nel secondo modulo, di affrontare, attraverso la lettura diretta di documenti autoritativi e negoziali, il tema del rapporto tra normazione e prassi nel mondo antico.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

     L'insegnamento si propone di guidare lo studente a riconoscere i primo luogo i caratteri formali del documento romano, pubblico e privato, attreverso il tempo, giustificandoli alla luce delle esigenze che ne motivano la confezione da parte di un ceto di professionisti specializzati.

     Lo studente sarà inoltre avviato ad approfondire il confronto fra l'assetto normativo di alcuni negozi giuridici (fra essi mutuo, compravendita e locazione), e la sua concreta applicazione documentale nei rapporti fra privati.

PREREQUISITI

Conoscenza a livello manualistico dei principali istituti di diritto pubblico e privato di Roma antica.

 

Modalità didattiche

Lezioni prevalentemente dedicate alla lettura, all'analisi ed al commento di documenti antichi.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il documento romano e la sua confezione dall’età arcaica a Giustiniano. 

Dai primi redattori privati di documenti all'emersione delle figure del tabellio e del notarius delle cancellerie.

I documenti della prassi negoziale: categorie ed esempi. 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Libri di testo e eventuali materiali di lettura per gli studenti frequentanti
M. AMELOTTI- G. COSTAMAGNA, Alle origini del notariato italiano. Parte prima. L’età romana, Milano, Giuffrè Editore 1995, pp. 1-144.  
Pagine scelte da L. MIGLIARDI ZINGALE, Vita privata e vita pubblica nei papiri d’Egitto. Silloge di documenti greci e latini dal I al IV secolo d.C., Torino, Giappichelli Editore, 1992, pp. 208: durante il corso sarà indicata la selezione dei documenti da esaminare nella traduzione italiana.  
N.B. Potrà essere indicata, durante il corso, una bibliografia alternativa da utilizzare unitamente agli appunti delle lezioni.


Libri di testo e eventuali materiali di lettura per gli studenti non frequentanti
M. AMELOTTI-G. COSTAMAGNA, Alle origini del notariato italiano. Parte prima. L’età romana, Milano, Giuffrè Editore 1995, pp. 1-144.  
L. MIGLIARDI ZINGALE, Introduzione alla papirologia giuridica, Torino, Giappichelli Editore, 1994, pp. 118. 
L. MIGLIARDI ZINGALE, Vita privata e vita pubblica nei papiri d’Egitto. Silloge di documenti greci e latini dal I al IV secolo d.C., Torino, Giappichelli Editore, 1992, pp. 104 (relative alla traduzione italiana dei documenti greci e latini a fronte). 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il giovedì dalle ore 10.00 alle ore 11.00 con preavviso mediante messaggio di posta elettronica. Laureandi su appuntamento.  

Ricevimento: Il giovedì dalle ore 10.00 alle ore 11.00 con preavviso mediante messaggio di posta elettronica. Laureandi su appuntamento.  

Commissione d'esame

MARCO PIETRO PAVESE (Presidente)

LIVIA MIGLIARDI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni prevalentemente dedicate alla lettura, all'analisi ed al commento di documenti antichi.

INIZIO LEZIONI

I semestre dal 17 settembre al 7 dicembre 2018
II semestre dal 25 febbraio al 17 maggio 2019

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

Lettura e  commento dei documenti antichi in traduzione italiana trattai a lezione.  

Il colloquio è complessivamente inteso ad accertare la preparazione dello studente sul  programma svolto, con particolare riferimento alla capacità di collocare la sicura conoscenza dei diversi argomenti affrontati nel più ampio quadro dell’impostazione generale del corso. 

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
02/09/2019 09:00 GENOVA Orale
02/09/2019 09:00 GENOVA Orale

ALTRE INFORMAZIONI

Gli studenti impossibilitati a frequentare sono invitati a prendere contatto con il docente all'indirizzo: marco.pavese@unige.it.