TEORIE DELLA GIUSTIZIA

TEORIE DELLA GIUSTIZIA

_
iten
Codice
45335
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 3° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/20
LINGUA
Italiano (Spagnolo a richiesta)
SEDE
GENOVA (GIURISPRUDENZA)
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso ha per oggetto: l’analisi di alcuni fondamentali concetti della filosofia politica; l’esame delle principali teorie contemporanee della giustizia distributiva, con specifico riferimento a quelle che hanno ad oggetto i sistemi giuridici e le istituzioni pubbliche.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Le teorie della giustizia nella cultura giuspolitica contemporanea. Definizioni di “giustizia”, i principi e i valori morali assunti a criteri di giustificazione dell’ordine sociale e del diritto. Il diritto come sistema allocativo di risorse, in particolare con riferimento ai diritti; i rapporti tra diritto e mercato.

Modalità didattiche

Spiegazione della materia, coinvolgendo gli studenti nella discussione e nella valutazione critica di alcune questioni etiche.

PROGRAMMA/CONTENUTO

  1. Premesse metodologiche
  2. Morale, politica, diritto
  3. Etica privata e etica pubblica
  4. Etica normativa e metaetica
  5. Concetto e concezioni della giustizia
  6. Giustizia distributiva
  7. Contrattualismo, libertarismo, utilitarismo
  8. Il contrattualismo di Rawls
  9. Il libertarismo di Nozick
  10. L’utilitarismo di Harsanyi
  11. Differenze di genere e prospettive femministe
  12. Comunitarismo e critiche alle teorie liberali
  13. Il dibattito contemporaneo sui diritti culturali
  14. Il comunitarismo liberale di Will Kymlicka

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Per gli studenti frequentanti:

P. Comanducci, Contrattualismo, utilitarismo, garanzie, pp. 272 (che verrà reso disponibile, insieme ad altri materiali, su AulaWeb)

Per gli studenti non frequentanti:

E. Garzón Valdés, Tolleranza, responsabilità e Stato di diritto. Saggi di filosofia morale e politica, a cura di P. Comanducci e T. Mazzarese, Il Mulino, Bologna, 2003, pp. 400

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

PAOLO COMANDUCCI (Presidente)

MARIA CRISTINA REDONDO NATELLA

ISABEL FANLO CORTES

GIOVANNI BATTISTA RATTI

LEZIONI

Modalità didattiche

Spiegazione della materia, coinvolgendo gli studenti nella discussione e nella valutazione critica di alcune questioni etiche.

INIZIO LEZIONI

I semestre dal 17 settembre al 7 dicembre 2018
II semestre dal 25 febbraio al 17 maggio 2019

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame è orale. Agli studenti frequentanti, il cui grado di apprendimento viene anche verificato durante lo svolgimento delle lezioni, è richiesto di comprendere e memorizzare i temi trattati dal docente, e di saper argomentare autonomamente attorno a questioni etiche e meta-etiche affrontate durante le lezioni. Agli studenti non frequentanti è richiesto di comprendere e memorizzare le principali questioni, concettuali e normative, trattate nel libro di testo, e di saperle esporre con proprietà di linguaggio.

Modalità di accertamento

It will be evaluated: understanding and memorizing the contents of the course; developing autonomous argumentation about ethical and meta-ethical questions; expressing them properly.

Saranno valutati: la comprensione e la memorizzazione dei contenuti del corso; lo sviluppo di un'argomentazione autonoma attorno questioni etiche e meta-etiche; modi espressivi appropriati.