BONIFICA SITI INQUINATI E TRATT. RIFIUTI SOLIDI

BONIFICA SITI INQUINATI E TRATT. RIFIUTI SOLIDI

_
iten
Codice
65934
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 3° anno di 10375 INGEGNERIA CHIMICA E DI PROCESSO (L-9) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA CHIMICA E DI PROCESSO )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso è volto all’acquisizione di competenze specifiche nell'ambito della bonifica di siti inquinati e del trattamento dei rifiuti solidi (circa il 50% delle ore per ogni argomento) tramite lezioni frontali, analisi casi studio e visite presso gli impianti. Accanto ad aspetti impiantistici, il corso trasferisce le competenze di base per valutare la sostenibilità dei processi al fine di comparare diverse tecnologie di bonifica e sistemi di trattamento e identificare le modalità gestionali ottimali.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’insegnamento si prefigge di fornire agli allievi le competenze su contaminazione e bonifica, principi dell’analisi del rischio, trattamento di rifiuti solidi attraverso l’incenerimento, compostaggio, discarica e tecniche di riciclo

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al termine dell’insegnamento, attraverso la frequenza e la partecipazione attiva alle attività formative proposte (lezioni frontali, casi studio ed esercitazioni), gli studenti acquisiscono specifiche competenze su:

•                    funzionamento e modalità gestionali di sistemi integrati di gestione rifiuti,

•                    analisi del ciclo di vita LCA ed economia circolare nel settore trattamento rifiuti,

•                    uso dell'analisi del rischio nella bonifica dei siti contaminati,

•                   conoscenza delle principali tecniche di bonifica e della normativa di riferimento,

•                   utilizzo di modalità operative e tecnologie a basso impatto ambientale

PREREQUISITI

Per un proficuo apprendimento sono richieste conoscenze base di matematica, chimica e fisica, ma non è prevista alcuna propedeuticità formale

Modalità didattiche

L’insegnamento prevede lezioni frontali, esercitazioni, visite didattiche, uso di software di simulazione.

Alla presentazione di contenuti teorici (46 ore) si alternano esercitazioni, casi studio e visita degli impianti (14h), finalizzate a facilitare l’apprendimento degli argomenti.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Principali argomenti trattati nel corso:

·         Gestione rifiuti solidi (4h): contesto normativo, politiche ambientali, classificazione rifiuti ed analisi merceologica,

·         Recupero di materia ed energia (10h): principi di economia circolare, raccolta differenziata, riciclaggio, compostaggio, termovalorizzazione, gassificazione e pirolisi, trattamento degli effluenti gassosi, liquidi e solidi,

·         Smaltimento in discarica (4h): modalità costruttive, gestione operativa di una discarica, trattamento di biogas e percolato

·         Principi di analisi del ciclo di vita (LCA) nella gestione dei rifiuti (2h)

·         Esercitazioni (6h): analisi in aula (impianti reali usati come casi studio) di 4 discariche RSU e assimilabili, 1 impianto di compostaggio, 1 impianto di termovalorizzazione

·        visita ad impianto di trattamento rifiuti (4h)

·         Bonifica siti contaminati (4h): aspetti normativi, tecniche di messa in sicurezza d'emergenza e permanente

·         Caratterizzazione del sito (6h): caratteristiche fisico, chimiche ed idrogeologiche dei suoli e delle acque di falda

·         Analisi del rischio (4h): identificazione sorgenti di contaminazione e potenziali recettori, trasporto dei contaminanti nelle matrici ambientali e definizione delle CSR

·         Trattamenti chimico-fisici (8h): tecniche consolidate ed innovative di bonifica

·         Trattamenti biologici (4h): bioremediation, fitodepurazione, biopile

·         Esercitazioni: analisi in aula di aree sottoposte a bonifica quali casi studio (4h)

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Il materiale didattico e le esercitazioni saranno disponibili su Aulaweb. I seguenti testi e norme sono utili per l’approfondimento dei temi trattati.

  1. CTTC - Bonifica dei terreni contaminati, 2015
  2. Testo Unico Ambientale TUA (D.lgs.152/2006) sezione IV
  3. ISO Standards 14040 -14044 (2006)

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il docente riceve presso il proprio ufficio in via all'Oera Pia 15 il martedì tra le 16.00 - 18.00

Commissione d'esame

MICHELA GALLO (Presidente)

ADRIANA DEL BORGHI

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento prevede lezioni frontali, esercitazioni, visite didattiche, uso di software di simulazione.

Alla presentazione di contenuti teorici (46 ore) si alternano esercitazioni, casi studio e visita degli impianti (14h), finalizzate a facilitare l’apprendimento degli argomenti.

INIZIO LEZIONI

Le lezioni si svolgono il I semestre

ESAMI

Modalità d'esame

Il superamento del corso avviene tramite esame orale dove vengono solitamente poste 2 domande generali sulla parte di bonifica e 2 domande sulla parte rifiuti.

Saranno disponibili 3 appelli di esame per la sessione ‘invernale’ (gennaio, febbraio e durante la pausa didattica prevista dalla Scuola Politenica a Pasqua) e 3 appelli per la sessione ‘estiva’ (giugno, luglio, settembre e durante la pausa autunnale prevista dalla Scuola Politecnica). Non verranno concessi appelli straordinari al di fuori dei periodi indicati dalla Scuola Politecnica, fatta eccezione per gli studenti che non abbiano inserito nel piano di studi attività formative nell’anno accademico in corso.

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento di ogni argomento verranno dati nel corso delle lezioni. L’esame orale prevede solitamente 2 domande riguardanti la parte rifiuti, una di carattere impiantistico e una di carattere gestionale legata anche ai casi studi considerati in aula ed ulteriori 2 domande sugli aspetti di bonifica, una riguardante la caratterizzazione del sito ed una la scelta da parte dello studente di una tecnica idonea di bonifica. L’esame si prefigge di accertare la capacità di applicare l’apprendimento a casi specifici ed analizzare criticamente i problemi con padronanza dell’argomento. Verrà inoltre valutata la qualità dell’esposizione, l’utilizzo corretto della terminologia tecnica e chimica e la capacità di ragionamento critico.