MATEMATICA GENERALE

MATEMATICA GENERALE

_
iten
Codice
41138
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
9 cfu al 1° anno di 8699 ECONOMIA E COMMERCIO (L-33) GENOVA

9 CFU al 1° anno di 8697 ECONOMIA AZIENDALE (L-18) GENOVA

9 CFU al 1° anno di 8698 ECONOMIA DELLE AZIENDE MARITTIME, LOGISTICA E TRASP. (L-18) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SECS-S/06
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (ECONOMIA E COMMERCIO)
periodo
1° Semestre
frazionamenti
Questo insegnamento è diviso in 4 frazioni: A, B, C, D. Questa pagina si riferisce alla frazione B
propedeuticita
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’insegnamento fornirà i principali strumenti matematici necessari per affrontare i successivi insegnamenti del Corso di Laurea.

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso intende fornire agli studenti gli strumenti matematici di base utilizzati nelle altre discipline oggetto di studio nel Dipartimento.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento si propone di favorire l'apprendimento da parte di ciascuno studente degli strumenti matematici di base necessari per gli studi futuri.
Al termine dell’insegnamento lo studente sarà in grado di trattare, capire ed applicare gli strumenti matematici appresi.

In particolare i risultati di apprendimento previsti sono i seguenti.

Conoscenza e comprensione: gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione degli strumenti matematici proposti nel corso.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite e di comprendere e risolvere dal punto di vista matematico problemi inerenti ambiti diversi, tipicamente economici e finanziari.

Autonomia di giudizio: gli studenti devono saper utilizzare sia sul piano concettuale sia su quello operativo le conoscenze acquisite con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi.

Abilità comunicative: gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.

Capacità di apprendimento: gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare  fare uso degli strumenti matematici assimilati, soprattutto nelle discipline future.

PREREQUISITI

L’insegnamento non prevede prerequisiti, considerata la disomogeneità della preparazione di base individuale, a causa della diversa provenienza scolastica. Gli studenti con OFA sono comunque obbligati a colmare il proprio obbligo formativo tramite frequenza al precorso di matematica predisposto dal Dipartimento.

Modalità didattiche

Modalità didattiche

L'insegnamento si svolge con lezioni frontali

Presente su Aulaweb

 Sì   

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Richiami sugli insiemi, insiemi numerici, concetto di funzione
  • Funzioni reali di variabile reale: limiti, continuità, derivate e differenziali, studio di   funzioni. Cenni sulle funzioni reali a più variabili.
  • Integrale indefinito, integrale definito, integrali impropri.
  • Algebra lineare: vettori reali, matrici, determinanti, sistemi lineari.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

I testi di studio consigliati verranno comunicati all’inizio delle lezioni e pubblicati su Aulaweb.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento:   giovedì 10.30-11.30.

Commissione d'esame

ESTER CESARINA LARI (Presidente)

PIERPAOLO UBERTI

MARIA LAURA TORRENTE

MARINA RAVERA

CRISTINA LUIGIA GOSIO

LEZIONI

Modalità didattiche

Modalità didattiche

L'insegnamento si svolge con lezioni frontali

Presente su Aulaweb

 Sì   

 

INIZIO LEZIONI

17 Settembre 2018

 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

MATEMATICA GENERALE B

ESAMI

Modalità d'esame

La preparazione dello studente è accertata mediante un esame svolto in forma scritta, consistente nello svolgimento di uno o più esercizi e in un gruppo di domande teoriche (definizioni, enunciati, applicazioni, etc.). Le modalità specifiche di esame verranno cominicate e rese note su aulaweb da ogni docente all'inizio delle lezioni.

Lo studente in corso o fuori corso può ripetere l’esame in tutte le sessioni (invernale, estiva e di settembre) con la seguente unica limitazione: nelle sessioni che prevedono 3 appelli, lo studente può presentarsi a tutti e tre gli appelli  ma può chiedere la correzione dell’elaborato soltanto in due dei tre appelli (i due appelli in cui chiedere la correzione sono a scelta dello studente ed anche consecutivi).

 

Modalità di accertamento

L'esame scritto valuterà la capacità dello studente di trattare, capire ed applicare gli strumenti matematici appresi.

L'effettivo raggiungimento dei risultati di apprendimento attesi verrà verificato valutando la capacità di comprensione degli strumenti matematici presentati nell’insegnamento.

Si terrà conto dei seguenti parametri di valutazione:

- comprensione della natura del problema matematico e abilità nella soluzione;

- esposizione rigorosa, chiara e senza ambiguità;

- uso corretto del linguaggio tecnico della disciplina.

Le modalità specifiche di esame verranno comunicate e rese note su aulaweb da ogni docente all'inizio delle lezioni.

 

 

 

ALTRE INFORMAZIONI

 

Informazioni aggiuntive per gli studenti non frequentanti

 

Modalità didattiche

 Per gli studenti non frequentanti e frequentanti valgono le stesse informazioni date ai frequentanti

Obblighi

Per gli studenti non frequentanti e frequentanti valgono le stesse informazioni date ai frequentanti

Testi di studio

Per gli studenti non frequentanti e frequentanti valgono le stesse informazioni date ai frequentanti

Modalità di accertamento

Per gli studenti non frequentanti e frequentanti valgono le stesse informazioni date ai frequentanti

Ripetizione dell’esame

Per gli studenti non frequentanti e frequentanti valgono le stesse informazioni date ai frequentanti