PSICOLOGIA DI COMUNITÀ

PSICOLOGIA DI COMUNITÀ

_
iten
Codice
67262
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
8 cfu al 3° anno di 8751 SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE (L-24) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-PSI/05
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE )
periodo
2° Semestre
propedeuticita
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso si propone di far comprendere e acquisire le teorie, i metodi e i valori propri della Psicologia di comunità, fornendo altresì competenze sia per la lettura e la gestione delle dinamiche che caratterizzano le dimensioni collettive sia per la definizione e attivazione di strategie utili a potenziare le relazioni tra le persone e i loro setting di riferimento. 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Comprendere e acquisire teorie, metodi e valori della psicologia di comunità; conoscere gli effetti delle interazioni della società, delle culture e dei contesti sul benessere psicologico delle persone e della comunità; valutare le strategie utili per potenziare i rapporti tra le persone e i loro setting; pensare ai problemi in termini di prevenzione.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Lo studente, al termine dell'insegnamento, dovra' essere in grado di:

-  definire i costrutti-chiave della disciplina;

- collegare tra loro i costrutti aprresi;

- individuare le principali teorie di riferimento della disciplina;

- identificare le principali metoďologie e strumenti di intervento propri della disciplina;

- collegare le conoscenze teoriche ai contesti reali di applicazione.

Modalità didattiche

Lezioni frontali (con supporto di slides)

PROGRAMMA/CONTENUTO

L'insegnamento presenterà i diversi contesti applicativi propri della disciplina, dando particolare rilevanza alle teorie e agli strumenti propri dell’approccio di comunità. Nella prima parte verranno esaminati i principali costrutti del lavoro di comunità, focalizzando l’attenzione in modo particolare sui principi e sui processi che caratterizzano la ricerca e guidano la pratica professionale in questo ambito di intervento. Si passerà quindi ad analizzare i livelli di analisi e di intervento, focalizzando l’attenzione sui contesti di applicazione e sulle implicazioni per la promozione del benessere individuale e sociale. Verranno quindi trattati i seguenti temi:

- Il concetto di comunità;

- I modelli teorici di riferimento della Psicologia di comunità;

- Il senso di comunità;

- Metodologie e strumenti el lavoro di comunità;

- La rete sociale e il lavoro di rete;

- I gruppi di auto mutuo aiuto;

- Caratteristiche dei contesti urbani e qualità della vita;

- I contesti di applicazione della Psicologia di comunità.

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  • Francescato D., Tomai M., Ghirelli G., Fondamenti di psicologia di comunità, Carocci, Roma, 2011 (esclusi i capitoli 4, 5, 6, 10, 12)
  • Prezza M., Santinello M. (a cura di) Conoscere la comunità. L'analisi degli ambienti di vita quotidiana, Il Mulino, Bologna, 2002 (esclusi i capitoli 2, 3, 4)
  • Amerio P., Vivere insieme, Il Mulino, Bologna, 2017

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento degli studenti/laureandi viene concordato con il docente previa richiesta di appuntamento inviata all'indirizzo e-mail: Anna.Zunino@unige.it Il Docente riceve al DISFor (IV piano, stanza 4A6)

Commissione d'esame

ANNA ZUNINO (Presidente)

NADIA RANIA

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali (con supporto di slides)

INIZIO LEZIONI

Il Corso è  collocato nel secondo semestre di lezione (febbraio 2019).

ESAMI

Modalità d'esame

Prova scritta

Modalità di accertamento

 

L’esame consiste in una prova scritta, strutturata tramite domande aperte che richiedono allo studente di esporre sinteticamente i concetti fondamentali inerenti i costrutti oggetto di verifica (indicati nel programma del Corso).

La valutazione della prova scritta avviene sulla base di criteri di pertinenza e di completezza delle risposte in rapporto al costrutto indagato, oltre alla chiarezza espositiva

 

ALTRE INFORMAZIONI

Sarà possibile ripetere l’esame a partire dall’appello successivo a quello non superato.