MODULO 2: PSICOPATOLOGIA DELL'ADOLESCENZA

MODULO 2: PSICOPATOLOGIA DELL'ADOLESCENZA

_
iten
Codice
84152
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 1° anno di 8753 PSICOLOGIA (LM-51) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-PSI/08
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (PSICOLOGIA )
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso offre allo studente un’introduzione alle tematiche connesse alla psicopatologia dell’adolescenza, evidenziando le difficoltà diagnostiche legate a questa specifica fase del ciclo di vita nella quale è difficile discriminare i comportamenti tipici ed atipici.

Vengono quindi affrontate le finalità e le procedure della valutazione e del trattamento.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso offre allo studente un’introduzione alle tematiche connesse alla psicopatologia dell’adolescenza, evidenziando le difficoltà diagnostiche legate a questa specifica fase del ciclo di vita nel quale è difficile discriminare i comportamenti tipici e atipici. Vengono quindi affrontate le finalità e le procedure della valutazione e del trattamento. Gli obiettivi del corso sono connessi al profilo di professionisti psicologi che potranno lavorare nell’area dell’età evolutiva. In questa prospettiva, si intende: a) fornire conoscenze sulle componenti individuali, contestuali e culturali della psicopatologia, b) illustrare i fattori protettivi e di rischio connessi a diverse traiettorie evolutive. Gli studenti che abbiano superato l’esame saranno in grado di riconoscere il quadro clinico delle sindromi psicopatologiche più frequenti in adolescenza effettuando una diagnosi differenziale.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Gli studenti che abbiano superato l’esame saranno in grado di riconoscere il quadro clinico delle sindromi psicopatologiche più frequenti in adolescenza effettuando una diagnosi differenziale.

Modalità didattiche

Il corso si svolge attraverso lezioni frontali. Nella seconda parte del corso è prevista anche la presentazione di materiale clinico

PROGRAMMA/CONTENUTO

L’insegnamento di Psicopatologia dell’Adolescenza illustra i diversi modelli psicopatologici mettendone in luce la cornice teorica. Più specificamente viene affrontata la metodologia della valutazione clinica e diagnostica. In particolare verranno approfonditi il comportamento aggressivo auto ed eterodiretto; autolesionismo intenzionale, le condotte antisociali e devianti; disturbi di personalità

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Kernberg P.F., Weiner A.S., Bardenstein K.K. (2001), I disturbi di personalità nei bambini e negli adolescenti, Fioriti

D. MARCELLI, A. BRACONNIER, Adolescenza e psicopatologia, Ed. Elsevier, 2006.

Un testo a scelta tra i seguenti

Fonagy, Gergely, Jurist, Target, Regolazione affettiva, mentalizzazione e sviluppo del sé, Raffaello Cortina

Maggiolini (2004). Senza paura, senza pietà. Valutazione e trattamento degli adolescenti antisociali. Cortina Raffaello.

Montinari (2014). Adolescenza e psicoanalisi oggi nel pensiero italiano. Franco Angeli

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento degli studenti avviene il mercoledì mattina dalle 10.00 alle 11.00, previo appuntamento concordato via mail, nella stanza 4 A5 al piano quarto.

Commissione d'esame

MIRELLA ZANOBINI (Presidente)

ANNA MARIA ROSSO (Presidente)

CECILIA SERENA PACE (Presidente)

DONATELLA CAVANNA (Presidente)

STEFANIA MUZI

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso si svolge attraverso lezioni frontali. Nella seconda parte del corso è prevista anche la presentazione di materiale clinico

INIZIO LEZIONI

Secondo semestre

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

MODULO 2: PSICOPATOLOGIA DELL'ADOLESCENZA

ESAMI

Modalità d'esame

L’accertamento avverrà in forma scritta con integrazione orale. La valutazione sarà espressa in trentesimi. Per il superamento della verifica il voto più basso sarà 18/30 ed il più alto sarà 30/30.

 Allo studente che si sia ritirato è consentito di ripetere la prova nell'appello successivo; allo studente che non abbia conseguito una valutazione di sufficienza è consentito di ripetere la prova nell'appello successivo, sempre che siano trascorsi almeno trenta giorni dallo svolgimento della prova precedente.

Modalità di accertamento

La prova scritta consta di domande aperte sui temi del programma.