PROGRAMMAZIONE, ANALISI, PROGETTAZIONE DELLE POLITICHE SOCIALI E FORMATIVE

PROGRAMMAZIONE, ANALISI, PROGETTAZIONE DELLE POLITICHE SOCIALI E FORMATIVE

_
iten
Codice
87039
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 1° anno di 9922 PEDAGOGIA, PROGETTAZIONE E RICERCA EDUCATIVA (LM-85) GENOVA

6 CFU al 2° anno di 8772 AMMINISTRAZIONE E POLITICHE PUBBLICHE (LM-63) GENOVA

6 CFU al 1° anno di 8772 AMMINISTRAZIONE E POLITICHE PUBBLICHE (LM-63) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SPS/07
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (PEDAGOGIA, PROGETTAZIONE E RICERCA EDUCATIVA )
periodo
1° Semestre
moduli
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’insegnamento, integrato con quello di Metodi e tecniche di valutazione delle politiche sociali e formative (cod. 87038), si propone di fornire agli studenti le conoscenze e competenze di base per l’analisi dei bisogni nei contesti sociali, la programmazione, progettazione e valutazione di interventi in ambito formativo e sociale e offrire loro opportunità di sperimentare tecniche e strumenti utilizzabili in questi ambiti, sotto la guida e supervisione dei docenti dei due insegnamenti.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Illustrare le sfide alla progettazione sociale nella società complessa e le modalità con cui il progettista sociale opera, in particolare in ambito pubblico. Illustrare i processi e le strategie della ricerca valutativa, con approfondimento sui contesti decisionali pubblici, sui tipi e finalità della valutazione, sull'impiego nelle politiche sociali e formative. Richiamare i concetti teorici fondamentali della valutazione e le tecniche e gli strumenti utilizzati nella ricerca valutativa.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

  1. Avere una chiara concezione delle nuove frontiere della programmazione sociale e delle tecniche necessarie per realizzarla
  2. Avere una chiara concezione delle nuove frontiere delle politiche sociali nel nuovo welfare
  3. Conoscere i modelli di analisi dei processi decisionali e comprendere come questi rilevano per la progettazione e la valutazione
  4. Possedere i concetti fondamentali della valutazione e conoscere le loro implicazioni metodologiche e teoriche
  5. Essere in grado di costruire progetti con il metodo del Project Cicle Management e del Logical Framework
  6. Essere in grado di costruire albero dei problemi e albero degli obiettivi, nonché mappa degli stakeholder, come componenti essenziali della progettazione sociale

Modalità didattiche

Lezioni frontali

Esercitazioni in aula

testimonianze di operatori del settore

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso parte dalle caratteristiche che la progettazione sociale assume nella società complessa, mettendo in evidenza le difficoltà epistemologiche e metodologiche dell’ingegneria sociale e correlativamente le difficoltà di definizione della professione di progettista sociale. Abbandonato il ruolo di tecnico neutrale, grazie alla progettazione partecipata può trovare risposte alla impraticabilità del modello della razionalità sinottica, ridefinendo tuttavia il proprio ruolo professionale e innovando i propri strumenti di lavoro. Analizzati i modelli teorici di riferimento, della causalità generativa e per meccanismi contrapposta alla causalità lineare, il corso affronta i principi base della progettazione sociale, collocandoli in particolare nell’attuale evoluzione del welfare state.

Si passa poi ad analizzare i principi base della valutazione delle politiche pubbliche, distinguendola dal monitoraggio e mettendone in luce finalità e utilizzi. Saranno illustrate le principali teorie di riferimento e le modalità operative derivanti anche dalle politiche europee.

Anche attraverso lavori di gruppo, il corso si prefigge di mettere in grado gli studenti di operare nel campo della progettazione e valutazione sociale e formativa.

In particolare il programma del corso sarà trattato in modo integrato con il modulo 87038 (Metodi e tecniche della valutazione delle politiche sociali e formative)

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Palumbo M., Il processo di valutazione, FrancoAngeli, Milano, 2002

Formez, 2002, Project Cycle Management. Guida per la formazione, Formez - Centro di Formazione Studi disponibile su aula web

Per i non frequentanti è prevista la lettura di un ulteriore testo:

Stame N., Valutazione pluralista, FrancoAngeli, Milano, 2016

Ulteriori materiali saranno resi disponibili su aulaweb

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento studenti avverrà nei locali del DISFOR, Corso Andrea Podestà, 2, studio 3A9, previo appuntamento via e-mail (palumbo@unige.it).  

Commissione d'esame

CLAUDIO TORRIGIANI (Presidente)

MAURO PALUMBO (Presidente)

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali

Esercitazioni in aula

testimonianze di operatori del settore

INIZIO LEZIONI

I semestre 2018/19

ESAMI

Modalità d'esame

Per i non frequentanti l'esame è scritto. Lo studente che ha superato lo scritto, una volta informato del voto, deciderà se accettarlo, integrarlo con una domanda su un ambito tematico specifico all’interno di quelli previsti dal programma, che sarà posta in modalità orale nell’appello successivo, ovvero rifiutare il voto e presentarsi in successivi appello.

Per i frequentanti è possibile sia utilizzare la modalità prevista per i non frequentanti, sia effettuare prove intermedie, che si svolgeranno nell’autunno 2018 nel corso dello svolgimento dell’insegnamento. Sono previste tre prove intermedie, ciascuna delle quali varrà 10 punti. Il voto finale consisterà nella somma delle tre votazioni. Chi fallisse o non accettasse il voto di una o due delle tre prove potrà completare all’orale l’esame. Per lo studente che intendesse migliorare il voto delle prove intermedie è' previsto un breve esame orale su di una parte del programma definita in base ai risultati delle prove intermedie all’appello successivo, per la registrazione del voto.

Modalità di accertamento

Brevi quesiti sui temi chiave del corso e sull'utilizzo delle competenze acquisite

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
09/09/2019 09:00 GENOVA Scritto + Orale
20/09/2019 09:00 GENOVA Scritto + Orale

ALTRE INFORMAZIONI

Il corso utilizzerà aulaweb, su cui potranno essere inseriti materiali ulteriori.