STORIA DELL'ARCHITETTURA 1

STORIA DELL'ARCHITETTURA 1

_
iten
Codice
81021
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
8 cfu al 1° anno di 8694 SCIENZE DELL'ARCHITETTURA (L-17) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/18
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DELL'ARCHITETTURA )
periodo
1° Semestre
frazionamenti
Questo insegnamento è diviso in 2 frazioni: A, B. Questa pagina si riferisce alla frazione A
materiale didattico

PRESENTAZIONE

A partire dall'anno accademico 2016/2017 l'insegnamento (collocato strategicamente al primo semestre) è strettamente correlato al servizio di accoglienza delle matricole, ossia di orientamento verso le diverse dimensioni della progettazione. Pertanto i contenuti si dipartono, intermini cronologici, dalla  complessa congerie culturale-economica costituita dall'Illuminismo e dalla Rivoluzione Industriale, quale essenziale premessa ai temi più cogenti del Movimento Moderno e della Post-Modernità.

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L'insegnamento si propone di fornire allo studente i fondamenti cognitivi ed ermeneutici relativi ai temi della complessità della cultura architettonica moderna, con particolare attenzione al periodo che intercorre dalla rivoluzione industriale ad oggi, in una prospettiva di dialogo con le discipline progettuali.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La capacità di elaborare un pensiero critico e di autoriflessione sul lavoro progettuale viene perseguita con due azioni didattiche intersecate reciprocamente: una sezione teorica (dedicata ai maggiori maestri del Movimento Moderno che si sono occupati anche di Industrial Design) e una laboratoriale, in cui i discenti applicano progressivamente le competenze acquisite e in un limitato ma significativo programma di ricerca, la cui uscita deve essere un prodotto in formato multimediale.

Modalità didattiche

Lezioni di tipo frontale/dialettico mirate alla 'acquizione dei "saperi minimi" , di autonomia di orientamento e di relazione organica tra la dimensione cultutrale della progettazione e quella specifica (compoitiva, tecnologica, costruttiva)

PROGRAMMA/CONTENUTO

1775-1815: Architetti e filosofi (Illuminismo); architetti e teconlogi (Rivoluzione Industriale). Architettura dei Revival

L'architettura degli Ingegneri: Paxton, Eiffel, Contamin e Dutert

Il pensiero di William Morris

1890-1910 L'art Nouveu e le sue decilnazioni

Le Avanguardie "storiche"

Deutscher Werkbud e Bauhaus.

Le Corbusier.

Neoplasticismo e Costruttivismo

Architettura organica: da Wright a Aalto.

Architettura italiana del regime fascista.

1945-inizi XXI secolo: I diversi concetti di Post-Modernità

TESTI/BIBLIOGRAFIA

B. Zevi, Architettura della Modernità, Roma 1997.

M. Spesso, L'architettura Italiana nel Movimento Moderno, Limena 2017

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: primo semestre: martedì ore 14.30-15.30

Commissione d'esame

MARCO SPESSO (Presidente)

GIANLUCA PORCILE

GUGLIELMO BILANCIONI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni di tipo frontale/dialettico mirate alla 'acquizione dei "saperi minimi" , di autonomia di orientamento e di relazione organica tra la dimensione cultutrale della progettazione e quella specifica (compoitiva, tecnologica, costruttiva)

INIZIO LEZIONI

Primo semestre, come da programma

ESAMI

Modalità d'esame

esami: scritto (pratico) + orale.

L'esame scritto consiste in tre risposte brevi a quesiti che rivelino, contemporaneamente, le consocenze e la capacità di elaborazione critica.

Orlae: l'esito viene presentato all'esaminando, costituendo possibilità di confronto

Modalità di accertamento

Iscrizione on line modalità Unige