• Obiettivi e contenuti
    • OBIETTIVI FORMATIVI
      Il corso si propone di presentare gli aspetti di rilevanza politico-economica che giustificano la nascita e che caratterizzano il funzionamento delle forme integrative a livello regionale, analizza criticamente i principali eventi che hanno condotto alla creazione e agli ampliamenti della Comunità, considera le peculiarità delle Istituzioni e delle politiche dell'Unione Europea e le problematiche di "governance" che si prospettano.
      OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

      Il corso si propone di fornire le nozioni di base necessarie per comprendere i principale fenomeni dell'economia internazionale, dalle teorie degli scambi internazionali, allo studio della bilancia dei pagamenti, alla determinazione dei tassi di cambi, e agli interventi di politica economica nei rapporti con l'estero.

       

       

      PROGRAMMA/CONTENUTO

      Parte Prima

      Teoria e Politica del commercio internazionale

      L’evoluzione storica del commercio internazionale

      Commercio internazionale e tecnologia: il modello ricardiano

      Commercio e risorse: il modello di Heckscher-Ohlin

      La mobilità internazionale del lavoro e del capitale

      Rendimenti di scala crescenti e concorrenza imperfetta

      L’outsourcing di beni e di servizi

      Dazi e contingentamenti alle importazioni in concorrenza perfetta

      Dazi e contingentamenti alle importazioni in concorrenza imperfetta

      I sussidi alle esportazioni

      Gli accordi commerciali internazionali

       

      Seconda Parte

      L’economia monetaria internazionale

      L’uso della moneta negli scambi internazionali

      L’evoluzione del sistema monetario internazionale

      Contabilità nazionale e bilancia dei pagamenti

      Il tasso di cambio di equilibrio

      Gli accordi di cambio

      Le crisi valutarie

      L’unione monetaria europea

      La trasmissione delle politica monetaria in economia aperta

      TESTI/BIBLIOGRAFIA

       

      Feenstra R.C e Taylor A.M. (2009), Economia Internazionale, Milano Hoepli 2009.

      E. Seghezza, Il sistema monetario internazionale, Rubbettino, 2018.

      Sul sito aula web del corso sarà fornito ulteriore materiale.

      URL Aula web
      ECONOMIA INTERNAZIONALE E DELL'UNIONE EUROPEA
      https://2018.aulaweb.unige.it/course/view.php?id=1327
      URL Orario lezioni
      ECONOMIA INTERNAZIONALE E DELL'UNIONE EUROPEA
      http://diec.unige.it/orario-lezioni
  • Chi
  • Come
    • MODALITA' DIDATTICHE

      Modalità didattiche

      Lezioni frontali, seminari

      Presente su Aulaweb

      Si   ☒  No ☐

       

      MODALITA' D'ESAME

      L'esame consite di una prova scritta, test a risposta multipla. Inoltre, opzionale, si può sostenere anche un orale. In tal caso il voto finale è la media dello scritto e dell'orale.

      Durante il corso sarà possibile sostenere due compitini scritti, a risposte multiple. Il voto dell'esame sarà la media dei due compitini. Inoltre, opzionale, sarà possibile sostenere una prova orale. In tal caso, il voto finale sarà la media dei due compitini e dell'orale. 

       

       

      MODALITA' DI ACCERTAMENTO

      Modalità di accertamento

       

      Ripetizione dell’esame

      Nessun vincolo obbligatorio

  • Dove e quando
  • ALTRE INFORMAZIONI
    • Eventuali propedeuticità e/o pre-requisiti consigliati

      Si auspica caldamente il superamento degli esami di micro e di macroeconomia

      Risultati di apprendimento previsti

      Conoscenza e comprensione:    Gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione delle opportunità e dei vincoli economici e politico-economici caratterizzanti le relazioni internazionali

       

      Capacità di applicare conoscenza e comprensione:   Gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite e di comprendere e risolvere problemi riferiti alle scelte e ai comportamenti economici più opportuni da assumere per ottenere risultati ottimali nei rapporti con i Paesi terzi, in specie appartenenti all’Unione Europea

       

      Autonomia di giudizio: Gli studenti devono saper utilizzare sia sul piano concettuale che su quello operativo le conoscenze acquisite con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi.

       

      Abilità comunicative: Gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.

       

      Capacità di apprendimento: Gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della disciplina soprattutto nei contesti lavorativi in cui si troveranno ad operare.

      Informazioni aggiuntive per gli studenti non frequentanti

       

         
         
         
         

      Ripetizione dell’esame

      Nessun vincolo obbligatorio

       

  • Contatti