ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI A

ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI A

_
iten
Codice
59845
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
9 cfu al 2° anno di 8699 ECONOMIA E COMMERCIO (L-33) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SECS-P/11
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (ECONOMIA E COMMERCIO)
periodo
2° Semestre
propedeuticita
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si propone di fornire gli strumenti conoscitivi e le chiavi di interpretazione del funzionamento del mercato finanziario, inteso in senso lato. Oggetto di studio sono quindi le principali componenti del sistema finanziario (strumenti, mercati e intermediari) e i principi che governano il loro funzionamento. Si tratta di un corso in cui alla componente teorica si affianca una parte applicativa anche basata sull'attualità dei mercati e degli intermediari

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso si propone di illustrare le tipologie, il ruolo ed il funzionamento degli intermediari finanziari, nonché le caratteristiche dei mercati in cui essi operano e degli strumenti di investimento, di finanziamento e di gestione del rischio, che essi offrono alle famiglie e alle imprese

Modalità didattiche

Modalità didattiche

Lezioni frontali, analisi di casi, testimonianze aziendali, esercitazioni

Presente su Aulaweb

Si  

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Parte I: STRUTTURA FINANZIARIA DELL’ECONOMIA E TEORIA DELL’INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA

  • Il sistema finanziario (cenni); le alternative tecnologie di trasferimento dei fondi: banca e mercati
  • Panoramica degli strumenti e dei mercati finanziari
  • Concetto di sistema finanziario
  • La funzione obiettivo dell’investitore e del prenditore di fondi
  • Funzioni economiche assolte dagli intermediari finanziari

Parte II: GLI STRUMENTI

  • Strumenti di pagamento
  • Contratti creditizi
  • Titoli di debito
  • Titoli di capitale
  • Strumenti derivati
  • Strumenti assicurativi e previdenziali

Parte III: I MERCATI FINANZIARI

  • Forme organizzative dei mercati
  • Struttura e funzionamento dei mercati regolamentati italiani
  • Il mercato delle valute

Parte IV: GLI INTERMEDIARI FINANZIARI (attività, bilancio, i rischi, la vigilanza sugli intermediari)

  • Le banche
  • Le società di intermediazione mobiliare
  • Le società di gestione del risparmio, fondi comuni di investimento e SICAV

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Saunders, Millon-Cornett, Anolli, Alemanni, “Economia degli intermediari finanziari”,  MCGraw- Hill 2014 quarta edizione

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: I semestre il calendario è pubblicato su aulaweb alla pagina del corso  II semestre giovedì ore 16:00 verificare sempre su aulaweb possibili variazioni  

Commissione d'esame

BARBARA ALEMANNI (Presidente)

FRANCESCA QUERCI

MARCO DI ANTONIO

GIUSEPPE LOMBARDO

LEZIONI

Modalità didattiche

Modalità didattiche

Lezioni frontali, analisi di casi, testimonianze aziendali, esercitazioni

Presente su Aulaweb

Si  

 

INIZIO LEZIONI

Sem: II

26 febbr. 2018 - 1 giu. 2018

ESAMI

Modalità d'esame

Scritto

Nella sessione di esame successiva allo svolgimento del corso (sessione estiva), l’esame può essere sostenuto senza salti di appelli.

Modalità di accertamento

Modalità di accertamento

Esame scritto

Ripetizione dell’esame

Nella sessione di esame successiva allo svolgimento del corso (sessione estiva), l’esame può essere sostenuto senza salti di appelli.

 

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
10/09/2019 13:00 GENOVA Scritto

ALTRE INFORMAZIONI

Eventuali propedeuticità e/o prerequisiti consigliati

Economia aziendale

 

Risultati di apprendimento previsti

  • Conoscenza e comprensione Gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione della natura degli intermediari e dei mercati  finanziari, del loro ruolo nel sistema finanziario, dei loro meccanismi e processi di funzionamento, delle loro funzioni economiche e produttive, dei loro equilibri economici. Lo studente disporrà delle conoscenze teoriche e degli strumenti di analisi sui temi della misurazione e gestione dei rischi (in particolare dei rischi di credito, di liquidità, di interesse). Le sopra citate conoscenze vengono trasmesse attraverso lezioni frontali, interventi di esponenti del mondo finanziario, analisi di dati aziendali e di sistema
  • Capacità di applicare conoscenza e comprensione Gli studenti saranno in grado di applicare le conoscenze acquisite all’analisi e all’interpretazione dei principali problemi della gestione degli intermediari finanziari e di sviluppare le capacità di individuare le scelte ritenuti ottimali. In base alle conoscenze apprese sugli strumenti finanziari potranno valutarne il rendimento ed il rischio. Le testimonianze aziendali aiuteranno a comprendere le concrete applicazioni gestionali dei concetti appresi a lezione.
  • Autonomia di giudizio Gli studenti sapranno utilizzare sia sul piano concettuale che su quello operativo le conoscenze acquisite, con autonoma capacità di valutazione e di applicazione nei diversi contesti applicativi. Possederanno gli strumenti per poter formulare giudizi autonomi e fondati sugli equilibri economici e gestionali degli intermediari finanziari, sulla qualità delle loro politiche e dei loro risultati, sui livelli di rischio assunti.
  • Abilità comunicative Gli studenti acquisiranno il linguaggio tecnico tipico della disciplina (compresa l’ampiamente diffusa terminologia anglosassone) per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti. La conoscenza delle principali fonti informative e di documentazione, nonché delle basi dati, li renderanno capaci di supportare al meglio le proprie argomentazioni.
  • Capacità di apprendimento Gli studenti avranno sviluppato adeguate capacità di apprendimento che consentiranno loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della disciplina, nei diversi contesti lavorativi in cui si troveranno ad operare. A tale scopo, lo studente imparerà a conoscere le principali fonti informative e bibliografiche, i principali siti web (autorità di regolamentazione, associazioni di settore, enti di ricerca, centri studi, editoria on line) e le principali basi dati.

 

Informazioni aggiuntive per gli studenti non frequentanti

 

Modalità didattiche

 Lezioni frontali, analisi di casi, testimonianze aziendali, esercitazioni

Obblighi

 

Testi di studio

Saunders, Millon-Cornett, Anolli, Alemanni, “Economia degli intermediari finanziari”,  MCGraw- Hill 2014 quarta edizione

Modalità di accertamento

Esame scritto

Ripetizione dell’esame

Nella sessione di esame successiva allo svolgimento del corso (sessione estiva), l’esame può essere sostenuto senza salti di appelli.