DIRITTO TRIBUTARIO 270

DIRITTO TRIBUTARIO 270

_
iten
Codice
63725
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
9 cfu al 3° anno di 8697 ECONOMIA AZIENDALE (L-18) GENOVA

6 CFU al ° anno di 8698 ECONOMIA DELLE AZIENDE MARITTIME, LOGISTICA E TRASP. (L-18) GENOVA

6 CFU al ° anno di 8699 ECONOMIA E COMMERCIO (L-33) GENOVA

9 CFU al ° anno di 8706 AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO (LM-77) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/12
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (ECONOMIA AZIENDALE )
periodo
1° Semestre
propedeuticita
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso è orientato a fornire un quadro dei problemi generali della disciplina e dei lineamenti fondamentali dell’ordinamento tributario italiano.

Modalità didattiche

Modalità didattiche

Il corso è articolato in lezioni frontali.

Presente su Aulaweb

Si   ☒  No ☐

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Insegnamento di Diritto tributario a 9 cfu

Il programma è costituito da una parte generale e da una parte speciale.

Parte generale

  • Nozioni generali: i tributi e le fonti.
  • Interpretazione e integrazione.
  • I principi costituzionali e i principi sovranazionali.
  • Struttura dell'imposta: l'obbligazione tributaria e i soggetti passivi.
  • Dinamica dell’imposta: la dichiarazione, l'attività amministrativa, l’istruttoria.
  • L'avviso di accertamento.
  • L'elusione.
  • La riscossione.
  • I rimborsi.
  • Le sanzioni amministrative e le sanzioni penali.
  • La tutela: il processo tributario.​

Parte speciale

  • L’imposta sul reddito delle persone fisiche. I redditi fondiari. I redditi di capitale. I redditi di lavoro dipendente. I redditi di lavoro autonomo. Il reddito d'impresa. I redditi diversi.
  • L’imposta sul reddito delle società. 
  • I redditi transnazionali.
  • Le operazioni straordinarie (una sintesi).
  • L’imposta sul valore aggiunto: la struttura, l’applicazione, profili transnazionali.
  • L’imposta di registro.
  • L’imposta sulle successioni e donazioni.
  • Altri tributi indiretti (solo lettura).
  • Fiscalità locale e regionale (limitatamente a finanza locale e federalismo fiscale; l’Imu; la finanza regionale, il quadro costituzionale, l’lrap; restanti paragrafi solo lettura).
  • Fiscalità comunitaria e internazionale (da non fare).

Insegnamento di Diritto tributario a 6 cfu

Il programma è indicato di seguito (e corrisponde al programma della Parte generale dell'insegnamento a 9 cfu).

  • Nozioni generali: i tributi e le fonti.
  • Interpretazione e integrazione.
  • I principi costituzionali e i principi sovranazionali.
  • Struttura dell'imposta: l'obbligazione tributaria e i soggetti passivi.
  • Dinamica dell’imposta: la dichiarazione, l'attività amministrativa, l’istruttoria.
  • L'avviso di accertamento.
  • L'elusione.
  • La riscossione.
  • I rimborsi.
  • Le sanzioni amministrative e le sanzioni penali.
  • La tutela: il processo tributario.​

Studenti in mobilità internazionale con insegnamento a 9 o 6 cfu

Per gli studenti in mobilità internazionale (Erasmus, etc.) il docente può autorizzare il programma d'esame straniero di diritto tributario adottato dal professore di riferimento dell'Università di provenienza dello studente.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Insegnamento di Diritto tributario a 9 cfu

TESAURO F., Istituzioni di diritto tributario, Utet Giuridica, Wolters Kluwer Italia, 

  1. Volume 1, Parte generale, Ultima edizione
  2. Volume 2, Parte speciale, Ultima edizione

Si suggerisce lo studio anche su una raccolta di leggi tributarie; ve ne sono molte, fra le quali:

LOGOZZO M., Codice tributario 2018, Pacini Giuridica

Per gli studenti in mobilità internazionale (Erasmus, etc.) il docente può autorizzare il manuale straniero di diritto tributario adottato dal professore di riferimento dell'Università di provenienza dello studente. In particolare:

- prova scritta di esame in lingua spagnola il testo è il seguente:

  Sistema fiscal español: 4 edición. Curso académ. 2018-2019  Á. Sánchez Sánchez, L. Gil Maciá, E. López Llopis 

Insegnamento di Diritto tributario a 6 cfu

TESAURO F., Istituzioni di diritto tributario, Utet Giuridica, Wolters Kluwer Italia,

       1. Volume 1, Parte generale, Ultima edizione

Si suggerisce lo studio anche su una raccolta di leggi tributarie; ve ne sono molte, fra le quali:

LOGOZZO M., Codice tributario 2018, Pacini Giuridica

Per gli studenti in mobilità internazionale (Erasmus, etc.) il docente può autorizzare il manuale straniero di diritto tributario adottato dal professore di riferimento dell'Università di provenienza dello studente.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il Docente riceve gli Studenti che si presentano in aula al termine di ogni lezione del semestre di riferimento

Commissione d'esame

PAOLA TARIGO (Presidente)

PAOLA MARONGIU

GIULIA BIASCI

LEZIONI

Modalità didattiche

Modalità didattiche

Il corso è articolato in lezioni frontali.

Presente su Aulaweb

Si   ☒  No ☐

 

INIZIO LEZIONI

Sem: I

inizio lezione 18 settembre 2018

termine lezioni insegnamento 9 cfu (72 ore): 14 dicembre 2018

termine lezioni insegnamento 6 cfu (48 ore): 13 novembre 2018 (salvo recuperi)

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

DIRITTO TRIBUTARIO 270

ESAMI

Modalità d'esame

Insegnamento a 9 cfu

La preparazione dello studente è accertata mediante due prove di esame scritte, ciascuna sviluppata in un numero di domande e in un tempo di elaborazione della risposta che consentono allo studente di svolgere un ragionamento e al docente di apprezzare al meglio la qualità della preparazione. La prima prova di esame è concentrata sulla parte generale, la seconda sulla parte speciale. In caso di superamento della prova di parte generale con un voto superiore ad una certa soglia, la prova di parte speciale può essere sostenuta in forma orale su richiesta dello studente. Le due prove di esame hanno un peso differente nella valutazione: maggiore è il peso della parte generale. Modelli delle prove di esame ed altre informazioni sono visibili tramite aula web.

Studenti in mobilità internazionale a 9 o 6 cfu

Per gli studenti in mobilità internazionale (Erasmus, etc.) il docente può autorizzare il sostenimento delle prove scritte di esame nella lingua del manuale straniero su cui è stata consentita la preparazione.

Insegnamento a 6 cfu

La preparazione dello studente è accertata mediante una prova scritta di esame sviluppata in un numero di domande e in un tempo di elaborazione della risposta che consentono allo studente di svolgere un ragionamento e al docente di apprezzare al meglio la qualità della preparazione. Modelli delle prove di esame ed altre informazioni sono visibili tramite aula web.

Modalità di accertamento

Modalità di accertamento

L'accertamento delle capacità apprese dallo studente ha inizio già nella fase di apprendimento, ossia lungo la durata del corso, di modo che il conseguimento delle conoscenze ritenute basilari sia confermato in modo scrupoloso e si possa quindi passare all'apprendimento di conoscenze ed argomenti avanzati. A tal fine risulta fondamentale e si suggerisce allo studente il sostenimento della prova intermedia di esame nel corso della frequenza.

Ripetizione dell’esame

Non è previsto il salto d’appello, qualunque sia la votazione insufficiente riportata nella prova d’esame e qualunque sia il numero di appelli della session d’esame.

ALTRE INFORMAZIONI

Eventuali propedeuticità e/o pre requisiti consigliati

Per le propedeuticità si rimanda alla consultazione del sito di Ateneo alla sezione

http://www.unige.it/regolamenti/studenti/, ove sono pubblicati i Regolamenti didattici dei Corsi di Studio.

Quanto a prerequisiti consigliati, il corso richiede conoscenze aziendalistiche in materia di bilancio, nonché conoscenza del diritto commerciale.

 

Risultati di apprendimento previsti

  • Conoscenza e comprensione Gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione degli istituti fondamentali del diritto tributario.
  • Capacità di applicare conoscenza e comprensione Gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite sulla parte generale e su quella speciale del diritto tributario. Devono essere in grado, inoltre, di comprendere e risolvere problemi riferiti ai suddetti ambiti di materia.
  • Autonomia di giudizio Gli studenti devono saper utilizzare sia sul piano concettuale che su quello operativo le conoscenze acquisite sui vari istituti del diritto tributario, con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi in modo da apprezzare criticamente i suddetti istituti.
  • Abilità comunicative Gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico del diritto tributario per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.
  • Capacità di apprendimento Gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della disciplina soprattutto nei contesti lavorativi in cui si troveranno ad operare.

Informazioni aggiuntive per gli studenti non frequentanti

 

Modalità didattiche

 

Obblighi

 

Testi di studio

TESAURO F., Istituzioni di diritto tributario, Utet Giuridica, Wolters Kluwer Italia, 

  1. Volume 1, Parte generale, ultima edizione;
  2. Volume 2, Parte speciale, ultima edizione.

Si suggerisce lo studio anche su una raccolta di leggi tributarie; ve ne sono molte, fra le quali:

LOGOZZO M., Codice tributario 2018, Pacini Giuridica

 

Per gli studenti in mobilità internazionale (Erasmus, etc.) il docente può autorizzare il manuale straniero di diritto tributario adottato dal professore di riferimento dell'Università di provenienza dello studente. In particolare:

- prova scritta di esame in lingua spagnola il testo è il seguente:

  Sistema fiscal español: 4 edición. Curso académ. 2018-2019  Á. Sánchez Sánchez, L. Gil Maciá, E. López Llopis 

Modalità di accertamento

Esame    ☒ scritto ☐ orale  ☐   altro:

Ripetizione dell’esame

Non è previsto il salto d’appello, qualunque sia la votazione insufficiente riportata nella prova d’esame e qualunque sia il numero di appelli della sessione d’esame.

Obblighi

Non vi è obbligo di frequenza.