TRAFFICI MARITTIMI ED ECONOMIA DELLE REGIONI PORTUALI

TRAFFICI MARITTIMI ED ECONOMIA DELLE REGIONI PORTUALI

_
iten
Codice
55537
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
9 cfu al 1° anno di 8708 ECONOMIA E MANAGEMENT MARITTIMO E PORTUALE (LM-77) GENOVA

5 CFU al 2° anno di 10556 SCIENZE DEL MARE (LM-75) GENOVA

5 CFU al 2° anno di 10723 BIOLOGIA ED ECOLOGIA MARINA (LM-6) GENOVA

5 CFU al 2° anno di 10723 BIOLOGIA ED ECOLOGIA MARINA (LM-75) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SECS-P/06
SEDE
GENOVA (ECONOMIA E MANAGEMENT MARITTIMO E PORTUALE )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso fornisce una solida conoscenza delle caratteristiche distintive dei diversi segmenti che compongono il trasporto via mare di persone e merci, dei diversi modelli di governance portuale, delle principali tendenze di sviluppo del settore alla luce dell’andamento macroeconomico mondiale e delle politiche di regolamentazione e deregolamentazione del settore.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso fornisce una solida conoscenza del quadro macroeconomico di riferimento per l'economia marittima e affronta gli aspetti geografici e territoriali del trasporto marittimo alle diverse scale, approfondendo la geografia del trasporto marittimo, l'economia delle regioni portuali e il ruolo delle città portuali nelle reti globali.

Modalità didattiche

Modalità didattiche

(Lezioni frontali, analisi di casi, testimonianze aziendali, lavori di gruppo, ….)

Presente su Aulaweb

Si   X  No ☐

(Lezioni frontali, analisi di casi, testimonianze aziendali, lavori di gruppo, ….)

PROGRAMMA/CONTENUTO

Parte I:

ECONOMIA MARITTIMA: QUADRO MACROECONOMICO

  • Caratteristiche della domanda di trasporto e aspetti organizzativi
  • I cicli del mercato dello shipping
  • I noli marittimi
  • Principi economici

PARTE II

GEOGRAFIA DEL TRASPORTO MARITTIMO

  • Commercio internazionale
  • Geografia del trasporto marittimo
  • Terminal portuali e terminal interni

PARTE III

ECONOMIA DELLE REGIONI PORTUALI

  • Porti e economie regionali
  • Economia regionali e contesto europeo

Parte IV:

CITTÀ PORTUALI NELLE RETI GLOBALI

  • Teoria delle Global Cities Network
  • Applicazioni al contesto italiano ed europeo

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

I testi sono indicati su aulaweb all'inizio delle lezioni

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: wednesday 12.30-13.30

Commissione d'esame

HILDA GHIARA (Presidente)

ENRICO MUSSO

CLAUDIO FERRARI

LEZIONI

Modalità didattiche

Modalità didattiche

(Lezioni frontali, analisi di casi, testimonianze aziendali, lavori di gruppo, ….)

Presente su Aulaweb

Si   X  No ☐

(Lezioni frontali, analisi di casi, testimonianze aziendali, lavori di gruppo, ….)

INIZIO LEZIONI

Sem: I

 

ESAMI

Modalità d'esame

Orale e/o scritto

Modalità di accertamento

Modalità di accertamento

Indicazione delle modalità di valutazione con le quali viene accertato che i risultati di apprendimento attesi siano effettivamente stati acquisiti dagli studenti.

Ripetizione dell’esame

lo studente può ripetere l’esame due volte all’interno dell’anno accademico;

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
05/09/2019 09:30 GENOVA Scritto

ALTRE INFORMAZIONI

Risultati di apprendimento previsti

  • Conoscenza e comprensione Gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione del quadro macroeconomico di riferimento per l'economia marittima degli aspetti geografici e territoriali del trasporto marittimo alle diverse scale
  • Capacità di applicare conoscenza e comprensione Gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite e di comprendere e risolvere problemi riferiti al  trasporto via mare di persone e merci e suo inserimento nella catena logistica di riferimento
  • Autonomia di giudizio Gli studenti devono saper utilizzare sia sul piano concettuale che su quello operativo le conoscenze acquisite con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi.
  • Abilità comunicative Gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.
  • Capacità di apprendimento Gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della disciplina soprattutto nei contesti lavorativi in cui si troveranno ad operare.

Obblighi

Esame         scritto X orale   ☐   altro:

 

Informazioni aggiuntive per gli studenti non frequentanti

 

Modalità didattiche

 

Obblighi

 

Testi di studio

I testi sono indicati su aulaweb all'inizio delle lezioni

Modalità di accertamento

Esame    ☐ scritto X orale  ☐   altro:

Ripetizione dell’esame