ETICA ECONOMICA E RESP SOCIALE DELLE IMPRESE

ETICA ECONOMICA E RESP SOCIALE DELLE IMPRESE

_
iten
Codice
45441
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 1° anno di 8707 MANAGEMENT (LM-77) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SECS-P/08
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (MANAGEMENT )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Gli assunti di base del corso sono due. Il primo. L'etica e intrinseca, connaturata alla razionalità economica. L'economia di mercato richiede di essere inserita in un sistema interdipendente di coordinate morali, giuridiche, istituzionali attraverso le quali essa si rapporta al bene della società. Il secondo. L'impresa produce sia beni e servizi per il mercato sia relazioni di convivenza interne ed esterne. La responsabilità sociale e chiave interpretativa e normativa dell'essere e fare impresa. Dopo aver approfondito i due assunti il corso svilupperà le principali tematiche connesse alla governance, gestione e strumentazione della "corporate social responsabilità".

Modalità didattiche

Lezioni frontali, analisi di casi, testimonianze, visione e discussione seminariale di film aventi per oggetto la crisi dell’economia e dell’impresa, lavori e ricerche di gruppo.

 

 

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Parte I – I fondamenti etici

L’etica e la questione del “buono” e del “giusto”. Le diverse tipologie e i campi di riferimento dell’etica. L’etica e la mediazione delle istituzioni. L’etica sociale.

I rapporti tra etica ed economia.

Responsabilità verso la natura e responsabilità verso l’umanità. Crisi ambientale e cittadinanza.

Approccio utilitaristico; libertario; marxiano; neo-contrattualista; egualitarista-liberale; delle capacità. L’ottica del bene comune e del personalismo.

 

Parte II – Etica e economia

Le caratteristiche della scienza e della tecnologia in rapporto all’etica. Il rischio del neoscientismo. Il senso del limite.

L’attuale configurazione dei processi di globalizzazione in rapporto all’etica.

L’invadenza e l’impotenza dell’economia. Le contraddizioni etiche del neoliberismo.

L’economia chiede umanizzazione e trascendimento etico.

Il rapporto tra democrazia e mercato. La democrazia economica.

La questione del lavoro in rapporto a “una buona società in cui vivere”.

L’agenda 2030 dell’Onu.

 

Parte III – Etica e responsabilità sociale delle imprese

Le caratteristiche strutturali dell’impresa che si confronta con i temi dell’etica e della responsabilità sociale.

Storicità, multidimensionalità, multirelazionalità, complessità, mutamento.

L’impresa in transizione. Trasformazione, valorizzazione, consenso. Il capitale intellettuale. La cultura di impresa.

L’impresa sostenibile, soggetto e strumento del bene comune. Il patto tra impresa e società.

Etica dell’impresa, etica nell’impresa.

Di chi è l’impresa?  La teoria degli stakeholder. Shareholder value vs. Stakeholder value.

Dall’etica di impresa alla responsabilità sociale di impresa. I diversi approcci teorici.

Sviluppo dell’impresa e sviluppo sostenibile. L’impresa responsabile e sostenibile. Dimensioni economica, sociale, ambientale.

Le società benefit.

I costi e i benefici della RSI.

Responsabilità sociale e vantaggio competitivo. L’impostazione di Porter in tema di valore condiviso.

La CSR strategica.

La dimensione etica dell’agire professionale del manager. Le virtù del manager.

 

Parte IV – Metodologie, strumenti, applicazioni

La RSI va perseguita in maniera strutturata e organizzata.

Principi, standard, normative della RSI.

Gli strumenti di gestione e valutazione della RSI. Gli strumenti offerti dal mercato e gli strumenti interni.

Codici etici, bilanci sociali e/o di sostenibilità, certificazione. L’integrated reporting.

L’ottica europea.

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Dispense disponibili su Aulaweb e altro materiale didattico suggerito o distribuito di volta il volta.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: A Imperia: martedì, ore 16 durante il primo semestre; consultare Aulaweb per il ricevimento nel secondo semestre A Savona: venerdì alle 15 durante il primo semestre; contattare il docente per il ricevimento nel secondo semestre A Genova: giovedì, ore 10

Ricevimento: Martedì ore 12.00

Commissione d'esame

RICCARDO SPINELLI (Presidente)

LORENZO CASELLI

CLARA BENEVOLO

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali, analisi di casi, testimonianze, visione e discussione seminariale di film aventi per oggetto la crisi dell’economia e dell’impresa, lavori e ricerche di gruppo.

 

 

 

INIZIO LEZIONI

2° semestre

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

ETICA ECONOMICA E RESP SOCIALE DELLE IMPRESE

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame è svolto in forma orale.

Modalità di accertamento

Per gli studenti frequentanti

La prova  orale ha per oggetto gli argomenti del programma e lo studente viene valutato sia per i lavori svolti durante il corso sia per il livello  di conoscenza e approfondimento dimostrato con riferimento agli argomenti che gli vengono proposti in sede di esame.

 

Per gli studenti non frequentanti

Per la preparazione dell’esame il programma postato su Aulaweb richiama in maniera organica gli argomenti fondamentali della disciplina sulla cui base avverrà il colloquio di esame e la relativa valutazione del grado di conoscenza.

 

Ripetizione dell'esame

In caso di votazione della prova d’esame insufficiente, lo studente non può presentarsi all’appello successivo. E’ invece consentito presentarsi all’appello successivo se questo appartiene ad un’altra sessione.

Se si rifiuta una valutazione sufficiente, ci si può sempre ripresentare all’appello successivo.

Gli studenti Erasmus possono presentarsi a sostenere l’esame in tutti gli appelli disponibili.

ALTRE INFORMAZIONI

Eventuali propedeuticità e/o prerequisiti consigliati

Lo studente deve avere acquisito le seguenti conoscenze necessarie ad affrontare i temi del corso:

  • L'impresa come categoria storica.
  • Teoria dell'impresa e delle forme di mercato.
  • L'impresa e le sue finalità. La creazione di valore.
  • L'impresa e le relazioni con l'ambiente. Missione, visione, strategia. Strategie competitive e catena del valore.
  • Corporate governance, ruolo degli stakeholder e dei sistemi giuridici.
  • Le persone nelle organizzazioni: personalità, valori, compiti.

Tali conoscenze si danno per acquisite. Lo studente può chiedere al docente titolare materiale didattico volto a recuperare eventuali carenze.

 

Risultati di apprendimento previsti

  • Conoscenza e comprensione Gli studenti devono acquisire i fondamenti etici, teorici e pratici, atti ad interpretare i comportamenti delle imprese nell’ottica della responsabilità economica, sociale ambientale nella prospettiva del bene comune.
  • Capacità di applicare conoscenza e comprensione Gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite ai processi attraverso i quali le imprese esplicitano i propri valori di riferimento, elaborano il codice etico, si rapportano ai propri stakeholder coinvolgendoli nella creazione del valore, rendicontano il raggiungimento dei loro obiettivi economici, sociali, ambientali.
  • Autonomia di giudizio Gli studenti devono acquisire autonomia di giudizio e sufficiente spirito critico onde saper valutare nell’agire professionale del manager il grado di coerenza tra il bene delle persone che operano nell’impresa, il bene dell’impresa nel suo insieme, il bene degli stakeholder, il bene della società. Ciò nell’ottica del valore condiviso.
  • Abilità comunicative Gli studenti devono acquisire un linguaggio transdisciplinare atto a ricondurre le specifiche problematiche di impresa nel più ampio contesto delle dimensioni etiche, politiche, culturali, sociali.
  • Capacità di apprendimento. La capacità di apprendimento, destinata a crescere ed arricchirsi nel tempo, deve essere finalizzata a cogliere, con riferimento ai problemi indagati, la connessione sia tra aspetti macro e aspetti micro sia tra aspetti economici e aspetti sociali delle scelte di impresa con particolare attenzione agli effetti di queste sulla collettività.