STORIA DELLE RELAZIONI ECONOMICHE INTERNAZIONALI

STORIA DELLE RELAZIONI ECONOMICHE INTERNAZIONALI

_
iten
Codice
44911
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 1° anno di 8706 AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO (LM-77) GENOVA

6 CFU al 2° anno di 9917 SCIENZE STORICHE (LM-84) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SECS-P/12
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso ha come obiettivo l'analisi dei meccanismi di interdipendenza economica globale che si sono sviluppati a partire dalla fine dell'Ottocento agli inizi del XXI secolo. La finalità è quella di delineare l'evoluzione delle relazioni economiche internazionali in un ampio arco temprale e fornire strumenti per la comprensione dell'attuale assetto geo economico in cui le aziende si trovano ad operare

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il Corso si articola su due piani: quello relativo all’analisi dei principali caratteri dell’economia europea e quello delle relazioni economiche intercorse fra l’Europa e i principali partners internazionali. Una particolare attenzione è portata ad aspetti del modello di sviluppo di alcuni paesi orientali (Cina, Giappone, Corea).

Modalità didattiche

Lezioni frontali, analisi di casi, testimonianze. 

Presente su Aulaweb

PROGRAMMA/CONTENUTO

I mutamenti dell'economia mondiale nel periodo 1870-2000. L’espansione coloniale di fine Ottocento - Lo sviluppo del dominio economico - I principali meccanismi dello scambio commerciale - La complementarietà economica: economia coloniale e variazioni della congiuntura mondiale - La decolonizzazione - La liberalizzazione e il nuovo assetto degli scambi commerciali - Un quadro comparato delle potenze economiche all’inizio del XXI secolo.

Modelli economici a confronto. Il capitalismo anglosassone - Il modello renano nipponico - Il capitalismo socialista cinese - Le tigri asiatiche: il modello coreano.

Casi di imprese italiane operative in ambito internazionale.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

V. Valli, L'Europa e l'economia mondiale. Trasformazioni e propettive, Roma, Carocci, 2008 (per intero).

F. Mazzei, V, Volpi, La rivincita della mano visibile. Il modello economico asiatico e l'occidente, Milano, Egea, 2012 (per intero).

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Mercoledì 10-12 On Wednesdays, 10-12

Commissione d'esame

MARCO DORIA (Presidente)

ANDREA ZANINI

LUISA PICCINNO

MARINA ROMANI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali, analisi di casi, testimonianze. 

Presente su Aulaweb

INIZIO LEZIONI

1° sem.

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

Il corso prevede una prova orale. Il metodo di accertamento della preparazione dello studente è basato in primo luogo su domande generali, che consentono di valutare la capacità di inquadrare gli argomenti, la proprietà di linguaggio riferito al lessico disciplinare in questione, la disinvoltura nell’utilizzare conoscenze specifiche e adeguate per illustrare il tema proposto anche effettuando appropriati collegamenti interdisciplinari, senza tuttavia allontanarsi dai temi oggetto del programma dell’esame. In secondo luogo, nel caso venga ritenuto necessario, si passerà a domande mirate al fine di valutare l’effettivo grado di preparazione su specifici contenuti della disciplina. L’interrogazione consiste in un colloquio articolato nel quale viene valutata la capacità di dialogo e di recettività dello studente relativamente a eventuali richieste di commento e chiarimento di aspetti peculiari emersi nel corso della sua esposizione. 

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
06/09/2019 09:30 GENOVA Orale

ALTRE INFORMAZIONI

Risultati di apprendimento previsti

  • Conoscenza e comprensione Gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione dei principali avvenimenti internazionali e delle relazioni economiche e istituzionali ad essi correlate
  • Capacità di applicare conoscenza e comprensione Gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite e di comprendere e risolvere problemi aziendali riferiti a specifiche condizioni storiche alla luce della peculiarità dei differenti modelli di sviluppo illustrati.
  • Autonomia di giudizio Gli studenti devono saper utilizzare sia sul piano concettuale che su quello operativo le conoscenze acquisite con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi.
  • Abilità comunicative Gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.
  • Capacità di apprendimento Gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della disciplina soprattutto nei contesti lavorativi in cui si troveranno ad operare.

Informazioni aggiuntive per gli studenti non frequentanti

 

Modalità didattiche

Obblighi

Testi di studio

Gli stessi di cui sopra

Modalità di accertamento

Le stesse di cui sopra

Ripetizione dell’esame