LA COMUNICAZIONE IN EMERGENZA

LA COMUNICAZIONE IN EMERGENZA

_
iten
Codice
68049
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
1 cfu al 3° anno di 9278 OSTETRICIA (L/SNT1) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/47
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (OSTETRICIA)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La comunicazione è un’abilità che non si esaurisce nel passaggio di informazioni ma è la risorsa che permette di creare rapporti e collaborazioni, di affrontare momenti di difficoltà e di conflitto,presenti in modo particolare nell’emergenza.

L’ostetrica risulta essere la figura professionale competente ed efficace nell'assistenza alla gravida quindi anche in grado di dare un sostegno emotivo nei momenti di sconforto e fornire spiegazioni esaurienti alle domande poste dalla donna.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Riconoscere le problematiche e saper diagnosticare il rischio ostetrico nell'assistenza alla gravidanza, parto e puerperio. Saper comunicare nelle situazioni d'emergenza. Conoscere le nozioni e le tecniche della rianimazione neonatale.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

  1. Impostare ed eseguire un Piano Assistenziale di base indirizzato alla Paziente ostetrico-ginecologica non o parzialmente autosufficiente con produzione ed utilizzo delle relative check-list.
  2. Conoscere le tecniche e le finalità dei metodi di prevenzione delle infezioni.
  3. Conoscere lo scopo, il significato e la tecnica di esecuzione dei principali esami diagnostici o strumentali generali e specifici ostetrico-ginecologici.

 

Nel caso di emergenze ostetriche la formazione degli operatori sanitari è particolarmente importante per una gestione partecipata dell’emergenza.

L’attività formativa rappresenta infatti un’occasione per condividere interventi attuabili in diversi scenari e per perfezionare sia le competenze tecnico-scientifiche che le competenze comunicativo-relazionali. 

Modalità didattiche

In riferimento agli argomenti proposti saranno attivati momenti di approfondimento rispetto ai temi trattati con esercitazioni e/o lavori di gruppo, proiezione di filmati e/o discussioni guidate.

Sono previste inoltre giornate di ricerca in forma autonoma o di gruppo e di laboratori specifici e dedicati propedeutici allo svolgimento degli appelli.

Rispetto a determinati contenuti verranno prodotte e discusse dagli Studenti check-list dedicate.

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Comunicazione: definizione, elementi della comunicazione, funzione e tipologie di comunicazione. Struttura e proprietà della comunicazione umana
  • La comunicazione con la gravida
  • Definizioni di emergenza/urgenza
  • Comunicazione in emergenza
  • Il “rumore” della comunicazione
  • La comunicazione nelle principali emergenze ostetriche (Role- Play)
  • Il lutto perinatale, aspetti clinici e psicopatologici
  • La comunicazione nella gestione dello stress da evento critico, cenni di psicologia dell’emergenza
  • Formulazione di un protocollo di comunicazione in emergenza

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Materiale fornito dal docente

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

IRMA LILIANA RAVERA (Presidente)

SIMONE FERRERO (Presidente)

GIOVANNA RAZETO

ROSSANA FIORENTINO

MASSIMO CORDONE

GENNARO DI SIENA

VALENTINO REMORGIDA

LEZIONI

Modalità didattiche

In riferimento agli argomenti proposti saranno attivati momenti di approfondimento rispetto ai temi trattati con esercitazioni e/o lavori di gruppo, proiezione di filmati e/o discussioni guidate.

Sono previste inoltre giornate di ricerca in forma autonoma o di gruppo e di laboratori specifici e dedicati propedeutici allo svolgimento degli appelli.

Rispetto a determinati contenuti verranno prodotte e discusse dagli Studenti check-list dedicate.

INIZIO LEZIONI

Vedere calendario pubblicato su Aulaweb.

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

abilità di comunicazione tramite esame orale contestualizzando l’argomento già trattato con i docenti del corso integrato in sede di esame oppure rispondendo in maniera esaustiva ad un argomento del programma di Comunicazione in Emergenza.