PATOLOGIA DEL PARTO E DEL PUERPERIO

PATOLOGIA DEL PARTO E DEL PUERPERIO

_
iten
Codice
68047
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
1 cfu al 3° anno di 9278 OSTETRICIA (L/SNT1) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/40
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (OSTETRICIA)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

il corso analizza sistematicamente le patologie del parto , del  post partum e del puerperio 

 

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Riconoscere le problematiche e saper diagnosticare il rischio ostetrico nell'assistenza alla gravidanza, parto e puerperio. Saper comunicare nelle situazioni d'emergenza. Conoscere le nozioni e le tecniche della rianimazione neonatale.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

fornire le capacità di  prevedere , capire ed affrontare le patologie di cui sopra

Modalità didattiche

due linee di didattica : la prima interattiva tra docente e allievi sulla base delle nozioni e delle esperienze fin qui acquisite  ;  discussione su  lacune eventualmente emerse ; la seconda invece lezione frontale classica con definizione sistematica di tutti gli argomenti emersi nella prima parte

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

si inizia nell’individuare i fattori di rischio preesistenti alla gravidanza o insorti durante di essa ; ( prevedere o sospettare che possano esserci fattori che potrebbero portare ad un parto patologico ) ; definire le varie patologie del parto e del secondamento ; eventi acuti e misure di emergenza ; terapia e prevenzione di situazioni di possibile emergenza ; patologia del puerperio

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Mauale di ostretricia e ginecolgia ( pescetto – de cecco – ragni )

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Gli studenti saranno ricevuti previo appuntamento via mail: Simone.Ferrero@unige.it  

Commissione d'esame

IRMA LILIANA RAVERA (Presidente)

SIMONE FERRERO (Presidente)

GIOVANNA RAZETO

ROSSANA FIORENTINO

MASSIMO CORDONE

GENNARO DI SIENA

VALENTINO REMORGIDA

LEZIONI

Modalità didattiche

due linee di didattica : la prima interattiva tra docente e allievi sulla base delle nozioni e delle esperienze fin qui acquisite  ;  discussione su  lacune eventualmente emerse ; la seconda invece lezione frontale classica con definizione sistematica di tutti gli argomenti emersi nella prima parte

 

INIZIO LEZIONI

come da calendario su aula web

ESAMI

Modalità d'esame

l’esame è orale  

Modalità di accertamento

le modalità di svolgimento del corso hanno permesso durante le lezioni di apprezzare o meno la partecipazione degli allievi , il loro grado di interesse e la capacità di reagire agli stimoli ;  l’esame orale dovrebbe definire la capacità dell’allievo di capire se vi sono situazione di presunto rischio clinico e attrezzarsi di conseguenza , di capire le deviazioni dalla norma e attivare le misure conseguenti in modo appropriato . con domande che permettano di affrontare un argomento in modo completo e clinico  pratico