INTERCULTURALITÀ NELL'ASSISTENZA OSTETRICA

INTERCULTURALITÀ NELL'ASSISTENZA OSTETRICA

_
iten
Codice
68031
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
2 cfu al 2° anno di 9278 OSTETRICIA (L/SNT1) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/47
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (OSTETRICIA)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Diventare madri è un momento importante per tutte le donne, ma il come si nasce e come si diventa madri cambia nelle diverse parti del mondo.

L’ostetrica ha un ruolo attivo di educazione alla salute, di sostegno alla famiglia e nell’accompagnare queste donne verso la maternità.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento di pone l’obiettivo di approfondire le tradizioni, comprendere le diversità culturali, destrutturare gli stereotipi diffusi nella società e lavorare sul concetto di empatia con specifica attenzione al trauma migratorio.

Al termine dell’insegnamento, lo studente sarà in grado di 

  • Conoscere le differenze che ci sono nel percorso di cura del benessere femminile e di coppia, le diverse interpretazioni del concetto di salute e di normalità per lavorare insieme alle donne nel rispetto di tutte le parti
  • Riconoscere i bisogni delle donne straniere anche quando non sono formalmente espressi
  • Applicare le conoscenze fornite durante le lezioni nell’ambito del tirocinio pratico
  • Distinguere quale tipo di assistenza sia più appropriata ala paziente non solo dal punto di vista clinico, ma in senso globale per rispettare la cultura della coppia

Modalità didattiche

Lezioni frontali supportate da diapositive: lettura e commento di testimonianze; visione di due documentari sul tema; incontro con una neo mamma Siriana o di altra cultura; casi clinici.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Accenni di comunicazione e migrazione (dal punto di vista psicologico e numerico per essere calati nella realtà italiana).

Il ruolo  del mediatore culturale.

L’ostetrica nella transculturalità.

Analisi delle tradizioni legate alla maternità e storie di nascita.

Osservazioni sul tema delle mutilazioni genitali femminili.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

BERTOLINI, BOMBARDI, MANFREDINI-Assistenza infermieristica e Ostetrica Transculturale. Teoria-Metodologia e Applicazioni.

FONTANEL, D’HARCOURT- Bebè dal mondo.

MORO, NEUMAN, RÉAL- Maternità in esilio. Bambini e migrazioni.

D&D n°72- Assistenza alla donna immigrata.

LUCINA 2-2016: Welfare e multietnia: l’ostetrica.

CENTRO SCUOLE E NUOVE CULTURE:  accoglienza, memorie famigliari e sistemi di cura nell’incontro fra culture.

www.istat.it

www.salute.gov.it

THOMAS BALMÈS:  Babies (film documentario del 2010).

GILLES DE MAISTRE: Il primo respiro (documentario del 2007).

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento:  Il docente riceve previo appuntamento via mail: elisaferro08@yahoo.it

Commissione d'esame

GIANCARLO ICARDI (Presidente)

ELISA FERRO (Presidente)

DOMENICO AVENOSO

ANDREA BRUGNOLO

MARIA ROSARIA MASCOLO

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali supportate da diapositive: lettura e commento di testimonianze; visione di due documentari sul tema; incontro con una neo mamma Siriana o di altra cultura; casi clinici.

INIZIO LEZIONI

II semestre

ESAMI

Modalità d'esame

Scritto

Modalità di accertamento

10 domande a risposta multipla.

Un punto per ogni risposta corretta, zero punti per ogni risposta errata.

 

Le domande verteranno sui temi trattati a lezione per comprendere se sono stati interiorizzati i concetti fondamentali.

La sufficienza si ottiene rispondendo correttamente ad almeno 6 domande su 10.

In caso di insufficienza è possibile approfondire con quesiti orali.