INTRODUZIONE ALLA METODOLOGIA CLINICA

INTRODUZIONE ALLA METODOLOGIA CLINICA

_
iten
Codice
72128
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
1 cfu al 1° anno di 9278 OSTETRICIA (L/SNT1) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/40
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (OSTETRICIA)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso fornisce all’ostetrica le nozioni sull’introduzione alla metodologia clinica e alle sue correlazioni con la ginecologia e l’ostetricia

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscere le manovre base della semeiotica medica. Identificare e applicare gli interventi assistenziali infermieristici, identificare le principali responsabilità dell'ostetrica nella prevenzione e riconoscere i fattori di rischio. Promuovere stili di vita sani attivando processi educativi nella promozione alla salute del singolo e della collettività. Promuovere la personalizzazione dell'assistenza orientata al paziente e alla famiglia. Acquisire nozioni di educazione terapeutica al paziente e al care giver.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Lo studente dovrà essere in grado di:

  • Conoscere gli obiettivi dell’anamnesi, dell’esame obiettivo e dell’uso ragionato dei supporti diagnostici concludendo con il ragionamento clinico e adottando una strategia decisionale con l’allestimento di una cartella clinica

Modalità didattiche

Lezioni frontali- valutazione casi clinici

PROGRAMMA/CONTENUTO

Anamnesi:

  1. presentazione e avvio del dialogo anamnestico
  2. anamnesi patologica prossima
  3. anamnesi personale
  4. anmnesi patologica remota
  5. anamnesi familiare
  6. anamnesi in funzione della diagnosi
  7. stesura definitiva dell’anamnesi
  8. anamnesi del “paziente urgente”
  9. anamnesi del paziente ambulatoriale o domiciliare

Esame obiettivo:

  1. ispezione
  2. palpazione
  3. percussione
  4. auscultazione

Utilizzo dei rilievi obiettivi:

  1. esecuzione dell’esame obiettivo
  2. esame obiettivo del paziente sofferente o urgente
  3. esame obiettivo del paziente ambulatoriale o domiciliare

Uso ragionato dei supporti diagnostici:

  1. valutazione delle indicazioni
  2. analisi critica di problemi concreti ginecologici e ostetrici
  3. interpretazione dei risultati
  4. ecografia ostetrica e ginecologica

Ragionamento clinico in generale e focalizzato all’ostetricia e alla ginecologia:

  1. raccolta e valutazione dei dati
  2. criteri di valutazione dei dati
  3. logica del ragionamento diagnostico

Ricapitolazione e conclusioni sul percorso svolto e menzione di alcuni casi clinici con sintomatologia “larvata” in ostetricia e ginecologia, che rischiano di commutarsi in gravi urgenze

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Pescetto, De Cecco, Ragni. Manuale di ostetricia e ginecologia. Ed SEU

Sohn C., Hlzgreve W.  Ecografia di ginecologia ed ostetricia

La professione del medico Autori vari UTET

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Gli studenti saranno ricevuti previo appuntamento via mail: Simone.Ferrero@unige.it  

Commissione d'esame

MARTA AMISANO (Presidente)

MONICA BENUSSI (Presidente)

IRMA LILIANA RAVERA

LOREDANA SASSO

ALESSANDRA GOBBI

GIANCARLO ICARDI

SIMONE FERRERO

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali- valutazione casi clinici

INIZIO LEZIONI

Vedi orario pubblicato su aulaweb

ESAMI

Modalità d'esame

Scritto a risposta multipla

Modalità di accertamento

Lo studente deve rispondere correttamente al 75% delle domande scritte