MEDICINA INTERNA

MEDICINA INTERNA

_
iten
Codice
67955
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
2 cfu al 2° anno di 9278 OSTETRICIA (L/SNT1) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/09
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (OSTETRICIA)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La MEDICINA INTERNA è una specialità medica che si occupa della prevenzione, della diagnosi e della cura delle malattie dell’adulto, in particolare dei processi patologici che coinvolgono contemporaneamente più sistemi.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscere i principali aspetti ezio-patogenetici delle malattie. Conoscere le principali malattie ereditarie e congenite. Conoscere le caratteristiche morfologiche e funzionali delle cellule neoplastiche. Conoscere le principali cause di danno cellulare. Conoscere le fasi dell’infiammazione, le principali infiammazioni acute e croniche, il sistema immunitario.Conoscere i fondamenti di microbiologia e le strutture microbiche.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso di Medicina Interna ha come obiettivo quello di fornire agli studenti del Corso di Laurea in Ostetricia le conoscenze di base delle principali, e maggiormente diffuse, patologie di interesse internistico.

Gli studenti dovranno apprendere i concetti fondamentali inerenti alla fisiopatologia, epidemiologia, clinica e principi di trattamento/prevenzione delle patologie presentate durante il corso.

Modalità didattiche

L’insegnamento si articola in 12 ore di attività didattica che si svolgeranno sotto forma di lezioni frontali.

 

E’ richiesta una frequenza non inferiore al 75% delle ore di lezione frontale.

PROGRAMMA/CONTENUTO

  1. L’approccio “internistico” al paziente (generalità, anamnesi, esame obiettivo)
  2. Insufficienza renale acuta e cronica
  3. Asma bronchiale
  4. Ipertensione arteriosa
  5. Diabete mellito
  6. Aterosclerosi e malattie correlate (coronaropatie, ictus cerebri, arteriopatia degli arti inferiori)
  7. Trombosi venosa e Trombo Embolia Polmonare
  8. Malattie emorragiche
  9. Le infezioni sessualmente trasmissibili
  10. Le “malattie sistemiche” e la gravidanza

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Materiale didattico presentato a lezione (sarà reso disponibile sulla piattaforma informatica di Ateneo “Aulaweb).

Per ulteriori informazioni rivolgersi al docente.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Ricevimento degli studenti e attività tutoriale previo contatto mail (negrini@unige.it).

Commissione d'esame

GABRIELLA PIATTI (Presidente)

EZIO FULCHERI (Presidente)

SUSANNA PENCO

SIMONE NEGRINI

ANNA MARIA RICCIO

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si articola in 12 ore di attività didattica che si svolgeranno sotto forma di lezioni frontali.

 

E’ richiesta una frequenza non inferiore al 75% delle ore di lezione frontale.

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame di fine corso mira a valutare il raggiungimento degli obiettivi didattici del C.I. Gli esami si svolgono presso l’aula Massimilla nei fondi del Pad. 1 dell’ospedale San Martino di Genova  nelle date indicate a calendario.  La verifica è orale, condotta collegialmente dai Docenti di ciascun insegnamento. Il voto viene assegnato come media ponderale, pesata sui crediti, delle valutazioni sui singoli insegnamenti. In caso di impossibilità di uno dei Docenti, l’esame per la disciplina corrispondente avviene a mezzo di quiz a risposta multipla, immediatamente corretti dal resto della Commissione per poter assegnare il voto finale. I Docenti verificano il raggiungimento degli obiettivi formativi ponendo domande diversificate inerenti ai programmi effettivamente svolti durante le ore di lezione. Quando gli obiettivi formativi non sono stati raggiunti in tutte le discipline, lo studente è invitato a verificare meglio le sue conoscenze e a sostenere nuovamente l’esame in toto. Non sono fissati orari di ricevimento studenti, ma il Discente può prendere contatto con i Docenti per mail in modo da fissare un appuntamento per ulteriori spiegazioni o altri problemi.

Commissione di Esame

Presidente : Prof.ssa Anna Maria Riccio

Membri: Proff. Ezio Fulcheri, Simone Negrini, Susanna Penco, Gabriella Piatti

Modalità di accertamento

La verifica dell’apprendimento avviene attraverso il solo esame finale che ha l’obiettivo di verificare l’effettiva acquisizione, da parte dello studente, dei risultati di apprendimento attesi. Al fine di superare l’esame, con votazione non inferiore a 18/30,  lo studente dovrà dimostrare di conoscere le basi molecolari e cellulari delle patologie oggetto del corso

e di essere in grado di collegare gli argomenti del programma.

Concorrono al voto finale espresso in trentesimi:

- Capacità di trattare in maniera trasversale e critica gli argomenti richiesti;

- Correttezza, chiarezza, sintesi e fluidità espositiva;

- Padronanza della materia;

- Adozione di  una terminologia  appropriata

Il voto di 30/30 con eventuale lode sarà conferito quando le conoscenze/competenze della materia sono eccellenti.

ALTRE INFORMAZIONI

Ricevimento degli studenti e attività tutoriale previo contatto mail (negrini@unige.it).