PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA

PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA

_
iten
Codice
68005
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
1 cfu al 2° anno di 9277 INFERMIERISTICA PEDIATRICA (L/SNT1) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/38
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INFERMIERISTICA PEDIATRICA)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso ha il compito di fornire allo studente le nozioni di neonatologia che gli permetteranno di gestire un neonato fisiologico durante il parto e successivamente, nella degenza al nido. Sono inoltre date indicazioni circa le sequenze della rianimazione neonatale in sala parto, con particolare attenzione alle necessità del neonato pretermine .

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Identificare i principali bisogni di assistenza infermieristica della puerpera, del neonato, e del minore in età evolutiva ed i relativi interventi. Conoscere le principali emergenze in eta’ pediatrica. Prevenire e trattare infortuni ed altri eventi critici per la vita del bambino

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Le conoscenze della fisiologia dell’adattamento neonatale alla vita extrauterina, delle caratteristiche di sviluppo e crescita del feto, delle problematiche legate alle modalità del parto, dei normali fenomeni fisiologici, dei bisogni e delle modalità di alimentazione,  costituiscono parte delbagaglio culturale di base indispensabile per la comprensione dei meccanismi che sottendono alle diverse patologie e sono lo strumento professionale  dell’ infermiere pediatrico che è chiamato in prima battuta alla gestione del neonato ed al riconoscimento degli  eventi patologici qual’ora si verifichino, in collaborazione col medico. Pertanto il corso è finalizzato alla formazione di personale in grado di prendere in carico un neonato fisiologico, a partire dalla sala parto, e della sua gestione al nido. L’esperienza sul campo e la formazione di base consentiranno successivamente la gestione del neonato patologico in particolare del neonato pretermine ricoverato in TIN. 

Modalità didattiche

lezioni interattive, lavoro a piccoli gruppi o esercitazioni

PROGRAMMA/CONTENUTO

Caratteristiche del neonatofisiologico e patologico (classificazioni per età gestazionale)

Adattamento alla vita extra uterina (accrescimento intrauterino AGA, SGA LGA, cenni sulla gemellarità,TORCH testing e tipologia del parto, che hanno ripercussioni sul feto)

Neonatologia:alimentazione con particolare attenzione all’allattamento al seno, fenomeni fisiologici ( calo ponderale, ittero neonatale), screening neonatali

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Slides costruite dal docente e sintesi dei lavori scientifici più recenti.

 Neonatology (management, procedures,on-call problems,disease and drugs) Tricia Lacy Gomella 6° ed. 2009 the McGraw-Hill, Inc.Lange

John P. Cloherty Manual of Neonatal Care (Lippincot Manual Series) /7th Edition

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Riceve su appuntamento francescocampone@gaslini.org  

Commissione d'esame

GIANLUIGI TRUDU

SIMONE FERRERO

FRANCESCO CAMPONE

LAURA FORNONI

LEZIONI

Modalità didattiche

lezioni interattive, lavoro a piccoli gruppi o esercitazioni

ESAMI

Modalità d'esame

La prova d’esame è solamente orale, su tre stazioni (Medico specialista in Pediatria/Neonatologia, Medico specialista in Ginecologia ed Ostetricia, Laureato in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche) con voto finale da sintesi delle tre prove orali.

Modalità di accertamento

All’esame vengono valutate in modo particolare le capacità di comunicazione vista la necessità di riferirsi ai genitori attraverso le risposte date oralmente e che vertono sugli argomenti oggetto delle lezioni frontali poste sul modello del solving-problem 

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
12/09/2019 14:00 GENOVA Scritto + Orale Sede d'esame: aule centro formazione Ed 7 II piano IGG