SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE

SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE

_
iten
Codice
67805
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
3 cfu al 1° anno di 9277 INFERMIERISTICA PEDIATRICA (L/SNT1) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/45
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INFERMIERISTICA PEDIATRICA)
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L'insegnamento prevede un focus sul concetto di professione Infermieristica ed Assistenza correlato al concetto di bisogno.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Identificare le principali responsabilità dell'infermiere nella prevenzione e riconoscere i fattori di rischio. Promuovere stili di vita sani attivando processi educativi nella promozione della salute del singolo e della collettività. Promuovere la personalizzazione dell’assistenza orientata al paziente e alla famiglia

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al fine del periodo di insegnamento gli studenti devono conoscere i principi fondamentali che regolano il problem solving, il concetto di bisogno, di ansia, dolore, paura ed il processo di Assistenza Infermieristica.

Modalità didattiche

Lezione frontale, lavori di gruppo,discussioni guidate e valutazione ulteriori fabbisogni formativi.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Concetto di sistema aperto applicato all’infermieristica

   Concetto di processo applicato al processo assistenziale

   Concetto di bisogno

   Metodologia del ProblemSolving e DecisionMaking

   Modelli Concettuali e Teorie del Nursing

   Bisogno di controllo dell’ansia/paura/dolore

Concetto distress ed omeostasi

TESTI/BIBLIOGRAFIA

BIBLIOGRAFIA PER GLI ESAMI

-  Badon P.L., Cesaro S., Assistenza Infermieristica in Pediatria. Casa Editrice Ambrosiana (seconda edizione: marzo 2015) da utilizzare nel triennio

-Badon P., ZampieronA.,:”Procedure infermieristiche in pediatria”Casa Editrice Ambrosiana ((prima edizione: ottobre 2010) da utilizzare nel triennio

- Manzoni E: Storia e filosofia dell’assistenza infermieristica. Masson Milano (2001) da utilizzare nel triennio

- Sala R:  Etica e bioetica per infermieri. Carocci Faber Roma (2003)
  da utilizzar inoltre nel 2^ e 3^ anno di corso

- Barbieri G., A. Pennini: “Le responsabilità dell’Infermiere – dalla normativa alla pratica”, edizioni Carocci Faber Roma (2008). da utilizzare nel 2^ e 3^ anno di corso

M. Koloroutis Cure  Basate  sulla  relazione-  Un modello per trasformare la pratica clinica – Casa Editrice Ambrosianada utilizzare nel triennio

BIBLIOGRAFIA PER APPROFONDIMENTI
- L.White, G.Duncan, W.Baumle “Fondamenti di Infermieristica” – volume secondo –seconda edizione EdizioneEdiSES

 

 

 

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Ricevimento su appuntamento via mail: l.sasso@unige.it

Ricevimento: Previo appuntamento laurafornoni@gaslini.org  

Ricevimento: Si riceve previo appuntamento via mail: annamaria.bagnasco@unige.it

Commissione d'esame

LAURA FORNONI (Presidente)

LOREDANA SASSO

STEFANIA RASPINO

GIANCARLO ICARDI

ANNAMARIA BAGNASCO

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezione frontale, lavori di gruppo,discussioni guidate e valutazione ulteriori fabbisogni formativi.

ESAMI

Modalità d'esame

Scritto

Modalità di accertamento

L'esame verterà principalmente sugli argomenti trattati durante le lezioni e durante l'elaborazione dei lavori di gruppo e avrà l'obiettivo di valutare se lo studente ha raggiunto un  livello adeguato di conoscenze e di capacità nell'analisi del bisogno di asssitenza infermieristica.

 

Ulteriori dettagli sulle modalità e preparazione all'esame e sul grado di approfondimento di ogni argomento verranno indicati durante lo svolgimento delle lezioni.