LABORATORIO DI INGEGNERIA ELETTRICA

LABORATORIO DI INGEGNERIA ELETTRICA

_
iten
Codice
84369
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 1° anno di 8716 INGEGNERIA ELETTRICA (L-9) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-IND/32
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA ELETTRICA )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso è articolato in lezioni frontali ed esercitazioni in laboratorio che hanno lo scopo di insegnare allo studente a realizzare semplici circuiti su breadboard e a collegare correttamente strumenti quali voltmetro, amperometro, generatore di tensione e oscilloscopio digitale.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso propone agli studenti elementi specifici dell’ingegneria elettrica e focalizza l’attenzione sia sulle basi teoriche che sugli aspetti pratici per componenti e materiali, con il supporto di esperienze di laboratorio condotte dagli allievi stessi.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Lo studente acquisirà nozioni sulle Proprietà fondamentali dei materiali, con particolare riguardo alle proprietà elettriche. Saranno introdotti Materiali conduttori, isolanti, semiconduttori e magnetici impiegati nella realizzazione di macchine e apparecchiature elettriche: saranno definiti i principali parametri che li caratterizzano, le relative unità di misura e le tecniche di laboratorio utilizzate per determinarli.

Modalità didattiche

Lezioni in aula, esercitazioni pratiche in laboratorio

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso è articolato in lezioni frontali ed esercitazioni in laboratorio.

Sintesi degli argomenti trattati nella parte teorica:

Il docente presenta le Proprietà fondamentali dei materiali con particolare riguardo alle proprietà elettriche. Si esaminano i Materiali conduttori, isolanti, semiconduttori impiegati nella realizzazione di macchine e apparecchiature elettriche: si definiscono i principali parametri che li caratterizzano e le principali tecniche di laboratorio utilizzate per determinarli.

In particolare si introducono la prima e la seconda legge di Ohm, si definisce la dipendenza della Resistività elettrica dalla temperatura nel caso di conduttori metallici. Si considera la Curva tensione-corrente lineare e non lineare. Si presenta la Legge di Joule in forma integrale e locale.

Per quanto concerne i materiali Dielettrici, si considerano quelli omogenei e i materiali compositi: sono effettuati richiami dell’espressione del campo elettrico con semplici geometrie elettrodiche. Si introducono i parametri fondamentali di un condensatore e viene analizzato, dal punto di vista teorico, il circuito RC in corrente continua. Dal regime continuo si passa poi al regime sinusoidale: viene introdotto il concetto di fasore, per poter definire impedenze e reattanze di condensatore e induttore, e il concetto di effetto pelle.

Esercitazioni in laboratorio:

Gli studenti, suddivisi in gruppi e sotto la supervisione del docente, svolgono le seguenti esercitazioni pratiche: Resistenze in serie e in parallelo, Prima legge di Ohm, Curva tensione-corrente di una lampadina a incandescenza a bassa tensione e di un diodo, Circuiti RC in corrente continua, Filtri passivi RC in regime sinusoidale a diverse frequenze, Comportamento di un induttore in regime sinusoidale a diverse frequenze.

Obiettivo delle esercitazioni è imparare a realizzare semplici circuiti su breadboard, saper collegare correttamente strumenti quali voltmetro, amperometro, generatore di tensione DC, generatore di funzione e oscilloscopio digitale.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

CRC Handbook of Chemistry and Physics.

DOCENTI E COMMISSIONI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni in aula, esercitazioni pratiche in laboratorio

INIZIO LEZIONI

Come da Calendario didattico.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

LABORATORIO DI INGEGNERIA ELETTRICA

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

Prova orale concernente gli argomenti trattati nella parte teorica del corso e nelle esercitazioni svolte in laboratorio.