TEORIE DELLA COMUNICAZIONE

TEORIE DELLA COMUNICAZIONE

_
iten
Codice
72702
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
9 cfu al 1° anno di 8769 INFORMAZIONE ED EDITORIA (LM-19)
9 CFU al 1° anno di 8465 METODOLOGIE FILOSOFICHE (LM-78)
6 CFU al 1° anno di 8465 METODOLOGIE FILOSOFICHE (LM-78)
9 CFU al 1° anno di 8467 STORIA DELL'ARTE E VALORIZZAZ. PATRIMONIO ARTISTICO (LM-89)
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-FIL/05
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INFORMAZIONE ED EDITORIA )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La comunicazione è un'iceberg: la parte visibile è quella che si vede. La parte nascosta è il "non detto", sottintesi che alcuni capiscono e altri no. Il corso vuol far capire i meccanismi della comunicazione linguistica del "non detto" o "implicito". Nel corso  presenterò alcune teorie (presupposizioni, implicature, rilevanza, costi/benefici, ecc.) e ogni volta che verrà presentata una teoria, questa verrà applicata a casi presi dal web (video, testi, immagini).

 

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Con ampio supporto di materiali audiovisivi su Aulaweb il corso è rivolto a far padroneggiare gli aspetti dell’implicito nella comunicazione (sia quotidiana, che pubblicitaria e politica). Saranno studiati alcuni dei principi e teorie chiave della comunicazione in filosofia del linguaggio e pragmatica (inclusi Austin, Grice, Stalnaker), con applicazioni ed esercitazioni in classe su testate giornalistiche e video. Le lezioni sono in italiano ed inglese

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Conoscenza e capacità di comprensione su aspetti dell'implicito conversazionale: gli studenti acquisiranno una conoscenza base delle principali teorie della comunicazione discusse nel'ambito della pragmatica, da Austin a Grice, da Stalnaker a Searle.

Queste conoscenza aiuteranno sviluppare le capacità di comprensione applicate all'analisi di testi on line e non.

Un lavoro sull'argomentazione e una serie di esercitazioni in classe aiuteranno a formare una buona  autonomia di giudizio  e abilità comunicative che verrano esercitate  in classe. Insisto molto nell'insegnare la capacità di apprendere, che è qualcosa che gli studenti spesso dimenticano, e non sanno davvero come fare (con la disgrazia di studiare tanto e restare del tutto ignoranti)

PREREQUISITI

Non ci sono prerequisitispecifici per questo corso; alcune parti che richiedono un po' di conoscenza base di logica saranno trattate in modo informale, e sarà dato modo agli studenti più esperti di approfondire le parti più formali. 

Modalità didattiche

Il corso si svolgerà su commnti a video selezionati, discussione sugli articoli dei giornali e su esempi di pubbicità. A seconda della risposta degli studenti il corso sarà fortemente interattivo, anche se vi sarà ogni volta uno spazio dedicato  alla presentzione delle teorie della pragmatica.

Vi sarà una prova in itinere non obbligatoria, e un ampio uso del servizio di AULAWEB.

PROGRAMMA/CONTENUTO

presupposizioni: le toerie di Frege e Russell e lo sviluppo della teoria di Stalnaker. Attivatori presupposizionali e S-family test.

implicature: studio della teoria della comunicazione di Grice; differenza tra implicature convenzionali e conversazionali. Implicature generalizate. Principi di cancellabilità e altri principi.

atti lingusitici: teoria di Austin; distinzione tra ennciazioni constatavie e performative; teoria degli atti linguistici; la definizione dell'atto illocutorio. Condizioni di felicità. Esempi di condizioni di sincertà di Searle. 

deissi: il tema della deissi e la differenza tra deissi e ambiguità. Indicali e dimostrativi nella teoria di Kaplan. 

metafora: le toerie della metafora. Metafora e altre figure retoriche. Polisemia e dipendenza contestuale.

fallacie: fallacie del ragionamento; fallace formali e informali. Le diverse versioni del test delle 4 carte. Modus ponens e modus tollens e fallacie.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Filippo Domaneschi, Introduzione alla Pragmatica, Carocci

 

altri testi saranno suggeriti durante le lezioni

DOCENTI E COMMISSIONI

Carlo Penco

Il ricevimento studenti è al GIovedì, dalle 14 alle 16; il ricevimento di laureandi e dottorandi è su apppuntamento.

Commissione d'esame

FILIPPO DOMANESCHI

MARCELLO FRIXIONE

VALERIA OTTONELLI

CARLO PENCO (Presidente)

MASSIMILIANO VIGNOLO

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso si svolgerà su commnti a video selezionati, discussione sugli articoli dei giornali e su esempi di pubbicità. A seconda della risposta degli studenti il corso sarà fortemente interattivo, anche se vi sarà ogni volta uno spazio dedicato  alla presentzione delle teorie della pragmatica.

Vi sarà una prova in itinere non obbligatoria, e un ampio uso del servizio di AULAWEB.

INIZIO LEZIONI

Mercoledì 3 Ottobre

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame sarà orale, ma prevederà almeno una tesina scritta che verrà discussa all'orale ed eventuali presentazioni in classe con discussione.

Modalità di accertamento

anche con prove in itinere a una tesina scirtta obbligatoria

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
20/06/2019 10:00 GENOVA Orale L'esame si svolgerà alla mattina in via Balbi 30, 7° piano, dalle 8.30 in poi. E' possibile che ci dovremo spostare di sede. Sospenderò gli esami alle 13 per riprendere alle 16.
20/06/2019 10:00 GENOVA Orale
09/09/2019 10:00 GENOVA Orale L'esame si svolgerà alla mattina in via Balbi 30, 7° piano, dalle 8.30 in poi. E' possibile che ci dovremo spostare di sede. Sospenderò gli esami alle 13 per riprendere alle 16.
09/09/2019 10:00 GENOVA Orale

ALTRE INFORMAZIONI

Per altre informazioni scrivetemi (penco@unige.it) o controllate su AULAWEB (per avere un'idea dei temi trattati vedete anche gli anni passati; "iscriversi" as aulaweb è una cosa del tutto informale e non comporta alcuna adesione ufficiale al corso.