TECNOLOGIA E IMPRENDITORIALITA'

TECNOLOGIA E IMPRENDITORIALITA'

_
iten
Codice
56751
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 2° anno di 8734 INGEGNERIA GESTIONALE (LM-31) SAVONA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-IND/35
LINGUA
Italiano
SEDE
SAVONA (INGEGNERIA GESTIONALE )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso delinea come l'impresa nelle sue varie forme sia stata protagonista dello sviluppo economico moderno, dalla rivoluzione industriale agli sviluppi attuali. Particolare attenzione viene rivolta ad evidenziare il rapporto tra imprese e cambiamento tecnologico.

Modalità didattiche

Le lezioni sono improntate ad un effettivo coinvolgimento dei frequentanti che sono tenuti a leggere i testi indicati nel sillabo distribuito all’inizio del corso. La lezione dunque è tanto frontale, di tipo tradizionale, quanto interattiva, basata sulla discussione aperta dei testi in esame.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso è organizzato su cinque nuclei tematici distinti:

  1. Imprenditorialità, cambiamento tecnologico e sviluppo economico; si mostra come nel corso degli ultimi decenni è emersa sempre più chiaramente l’importanza del cambiamento tecnologico per spiegare le performances delle economie sviluppate e del ruolo che in questo processo ha l’imprenditore;
  2. l’organizzazione d’impresa e il cambiamento tecnologico nelle prime fasi del processo di industrializzazione; vengono messe in luce le forme storiche d’impresa protagoniste della prima trasformazione industriale dell’occidente;
  3. la nascita della grande impresa e l’emergere della capacità di imparare ad inventare; ci si concentra sulla genesi della grande impresa manageriale e sui suoi stretti legami con le innovazioni tecnologiche tipiche della “seconda rivoluzione industriale”;
  4. verso la pluralità: la grande impresa in Europa e in Giappone; si illustrano i diversi modelli di impresa, affermatisi in alcuni paesi (Gran Bretagna, Germania, Italia e Giappone);
  5. gli sviluppi recenti; si mettono in evidenza le nuove tematiche relative alla sfida della mondializzazione degli scambi e della rivoluzione della Information technology e dei loro impatti sulla organizzazione d’impresa e del cambiamento tecnologico.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Testi obbligatori:

  • Amatori F. - Colli A., Storia d'impresa. Complessità e comparazioni, Milano, Bruno Mondadori, 2011
  • Rosenberg N., Mowery, D., Il secolo dell’innovazione. Breve storia della tecnologia americana nel XX secolo, Milano, Egea, 2001

 

Altri testi consigliati

  • T. Ohno, Lo spirito Toyota, Torino, Einaudi, 2004
  • Chandler, A.D., La rivoluzione elettronica, Milano, Egea, 2003 (parti che saranno indicate durante il corso)
  • Scranton, Philip, Tecnologia, scienza e innovazione nella storia degli Stati Uniti, Annali di storia dell’impresa, 17, 2006, 299-326 (aulaweb)
  • Langlois, R., The Vanishing hand: the changing dynamics of industrial capitalism liberamente disponibile all'indirizzo http://www.sp.uconn.edu/~langlois/Vanishing.doc

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

ROBERTO TOLAINI (Presidente)

GIAN CARLO CAINARCA

LEZIONI

Modalità didattiche

Le lezioni sono improntate ad un effettivo coinvolgimento dei frequentanti che sono tenuti a leggere i testi indicati nel sillabo distribuito all’inizio del corso. La lezione dunque è tanto frontale, di tipo tradizionale, quanto interattiva, basata sulla discussione aperta dei testi in esame.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

TECNOLOGIA E IMPRENDITORIALITA'

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame consiste nella redazione preliminare di un paper di non più di 5 pagine (> 10,000 caratteri, inclusi gli spazi) su un argomento concordato con il docente  e di un esame orale a cui si può accedere solo dopo aver sottoposto al docente il paper, almeno dieci giorni prima della data d’esame.

Modalità di accertamento

L’esame inizia dalla discussione della relazione, che deve essere originale e deve mettere in evidenza le capacità argomentative dello studente. Dopo questo il docente farà domande sui vari argomenti del corso, per verificare il livello di apprendimento. Nella valutazione, oltre che la completezza e la precisione delle risposte in merito ai contenuti, si terrà conto del livello di approfondimento e di articolazione dei temi proposti e della capacità di problematizzare i diversi approcci possibili.