LINGUA INGLESE PER IL TURISMO

LINGUA INGLESE PER IL TURISMO

_
iten
Codice
98193
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 1° anno di 10715 VALORIZZAZIONE DEI TERRITORI E TURISMI SOSTENIBILI (LM-80) SAVONA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-LIN/12
LINGUA
Italiano
SEDE
SAVONA (VALORIZZAZIONE DEI TERRITORI E TURISMI SOSTENIBILI )
periodo
1° Semestre
propedeuticita
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso si concentra sull’approfondimento della lingua specialistica necessaria a chi lavori nel campo del turismo, insistendo su aree lessicali proprie dell’accoglienza e della conoscenza del territorio, dalla ristorazione ai beni culturali, dai trasporti all’amministrazione. Particolare riferimento verrà fatto alla situazione turistica e territoriale della regione Liguria.

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso è mirato a fornire agli studenti gli strumenti per comunicare in modo efficace in lingua inglese nell’ambito turistico e del territorio. Partendo da un livello B1 del quadro comune europeo di riferimento per le lingue (requisito minimo per l’ammissione), si prefigge di portare gli allievi ad un livello B2. Verranno esercitate tutte le abilità linguistiche, scritte e orali, ricettive e produttive, accompagnandole ad una riflessione trasversale sulla grammatica e sul lessico. L’accento verrà posto su quelle strutture e campi semantici dell’inglese che più ricorrono in ambito turistico e territoriale, in relazione al quale verranno proposti testi scritti e orali e argomenti di discussione.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

 

In particolare, ci si prefigge di migliorare le capacità di ricezione e produzione della lingua inglese nella lettura, nella scrittura, nell’ascolto e nel parlato, di consolidare e completare le conoscenze grammaticali degli studenti e di introdurre ed esercitare strutture lessicali (singoli lessemi ma anche e soprattutto frasi fatte e collocations) inerenti ai campi del trasporto, dell’alloggio e della ristorazione; del territorio e del clima, della cultura, delle attrazioni turistiche; del rapporto con il pubblico, dell’organizzazione di tour ad eventi; della pianificazione, dell’amministrazione, delle previsioni statistiche e della pubblicità.

Al termine del corso, gli studenti dovranno inoltre:

  1. Saper comprendere come applicare le conoscenze acquisite e risolvere problemi riferiti all’utilizzo della lingua inglese nell’ambiente turistico e del territorio;
  2. Saper utilizzare sia sul piano concettuale che su quello operativo le conoscenze acquisite con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi;
  3. Acquisire la capacità di comunicare in modo efficace nella lingua bersaglio concetti inerenti l’attività turistica; 
  4. Sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le tematiche trattate e mantenere viva la conoscenza della lingua acquisita, sviluppando nel tempo l'utilizzo di nuovi vocaboli e strutture.

 

 

PREREQUISITI

Gli studenti dovranno avere una conoscenza della lingua inglese pari almeno al livello B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue.

Modalità didattiche

Data la necessità di creare occasioni in cui gli studenti possano esercitare le loro abilità linguistiche, la modalità didattica prevalente non sarà tanto frontale quanto interattiva. Allo scopo di massimizzare l’esposizione all’inglese, l’insegnamento avverrà in un’ottica di integrazione tra lingua e contenuti (CLIL), per cui la lingua veicolare (l’inglese appunto) sarà utilizzata sistematicamente per quasi tutti gli scambi che avverranno nella classe. Ricorrendo a tecniche di insegnamento basato sui compiti, di problem-solving e classe capovolta, si mirerà a stimolare l’apprendimento attivo e l’elaborazione autonoma.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso si baserà su una serie di argomenti che verranno presentati, discussi ed elaborati in lingua inglese, insistendo sul lessico e le strutture proprie delle aree semantiche del territorio e del turismo. Tutte le abilità saranno esercitate, orali e scritte, produttive e ricettive, con momenti di riflessione sul lessico e la grammatica che aiuteranno lo studente a raggiungere almeno un livello B2 del QCER per le lingue. Tuttavia, le lezioni si comporranno soprattutto di attività comunicative (compiti, riflessioni, discussioni, risoluzione di problemi) stimolate da ascolti e letture inerenti all’argomento in questione, e spesso includenti una parte di elaborazione scritta. In particolare, gli argomenti trattati saranno i seguenti:

 

  • Tendenze e motivazioni del turismo
  • La pubblicità e il marketing
  • Numeri e statistiche; previsioni di mercato
  • Pianificazioni aziendali, riunioni di lavoro
  • Viaggi e trasporto
  • Ricettività e alloggio
  • Il cibo e la ristorazione
  • Il patrimonio culturale
  • Attività e attrazioni
  • Visite guidare; parlare ai gruppi
  • Organizzazione di eventi
  • Rapporti con il pubblico e assistenza clienti (offrire consiglio, affrontare le lamentele)
  • Carriere e colloqui di lavoro
  • Geografia e clima
  • Il rischio, le crisi e i disastri ambientali

 

Mentre gli argomenti sono di generale applicabilità, costante riferimento verrà fatto alla situazione della Liguria.

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Strutt, Peter (2013) English for International Tourism. Upper intermediate. Harlow, UK.: Pearson Education Limited. [testo principale]

 

Strutt, Peter (2013) English for International Tourism. Intermediate. Harlow, UK: Pearson Education Limited.


Jones, Leo (2005) Welcome! Student's Book: English for the Travel and Tourism Industry. Cambridge: CUP.  


Prati, Anna e Noble, John (2009) Gate 8. English for tourism. Milano: Trevisini Editore

 

https://www.pdfdrive.net/english-for-tourism-tetun-dit-e12409847.html

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: La docente riceve su appuntamento (stanza 1A11, sede di corso Podestà 2, Genova), da richiedere tramite posta elettronica (nicole.bosisio@unige.com).  

Commissione d'esame

JUSTIN ROSENBERG (Presidente)

NICOLE BOSISIO (Presidente)

GUIDO FRANCO AMORETTI

LEZIONI

Modalità didattiche

Data la necessità di creare occasioni in cui gli studenti possano esercitare le loro abilità linguistiche, la modalità didattica prevalente non sarà tanto frontale quanto interattiva. Allo scopo di massimizzare l’esposizione all’inglese, l’insegnamento avverrà in un’ottica di integrazione tra lingua e contenuti (CLIL), per cui la lingua veicolare (l’inglese appunto) sarà utilizzata sistematicamente per quasi tutti gli scambi che avverranno nella classe. Ricorrendo a tecniche di insegnamento basato sui compiti, di problem-solving e classe capovolta, si mirerà a stimolare l’apprendimento attivo e l’elaborazione autonoma.

 

INIZIO LEZIONI

Primo semestre, 24 settembre 2018.

ESAMI

Modalità d'esame

I compiti e i progetti svolti in classe, nonché l’osservazione delle situazioni comunicative da parte della docente e i momenti di autovalutazione, costituiranno elementi di valutazione in itinere che andranno ad integrare i risultati della prova finale, che consisterà di due parti: una composta da una serie di domande a risposta aperta e una da una serie di domande a scelta multipla sui contenuti del corso, in inglese.

I non frequentanti, mancando ad essi la valutazione in itinere, dovranno svolgere attività aggiuntive che consisteranno nella lettura e nell’ascolto di testi che verranno poi discussi durante l’esame, aggiungendo pertanto una prova orale alla prova scritta di cui sopra.

Modalità di accertamento

Le modalità di accertamento si costituiscono quindi di prove non-strutturate, semi-strutturate e strutturate.

Le prove non-strutturate consistono nella valutazione in itinere di compiti, progetti e situazioni comunicative in cui gli studenti dovranno dimostrare di partecipare attivamente e di saper comprendere e affrontare compiti e problemi inerenti l’ambiente turistico e territoriale, utilizzando appropriatamente la lingua inglese.

Le prove semi-strutturate includono quella parte della prova scritta finale a domande aperte in cui lo studente dovrà saper comprendere e rispondere, in lingua inglese, a quesiti inerenti ai contenuti del corso e, per i non-frequentanti, anche il colloquio orale in cui dovranno rispondere, sempre in inglese, a domande aperte riguardanti contenuto delle letture e ascolti supplementari che saranno stati loro assegnati.

La prova strutturata corrisponde alla parte della prova finale scritta a domande a scelta multipla, in cui gli studenti dovranno saper selezionare la risposta giusta, sia dal punto di vista della lingua che del contenuto, fra le tre o quattro opzioni proposte.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
06/09/2019 10:00 SAVONA Scritto + Orale
20/09/2019 10:00 SAVONA Scritto + Orale

ALTRE INFORMAZIONI

Come anticipato sopra, il prerequisito per accedere al corso è una conoscenza della lingua inglese pari almeno al livello B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue.

Si raccomanda inoltre agli studenti di presentarsi alla prima lezione muniti del proprio libro di testo (Strutt, Peter (2013) English for International Tourism. Upper intermediate. Harlow, UK.: Pearson Education Limited).