ECONOMIC EVALUATION OF PROJECTS

ECONOMIC EVALUATION OF PROJECTS

_
iten
Codice
98113
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
4 cfu al 1° anno di 10719 ENGINEERING FOR BUILDING RETROFITTING (LM-24) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/22
SEDE
GENOVA (ENGINEERING FOR BUILDING RETROFITTING)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

The course deals with the theoretical and operational tools related to the economic and financial sustainability assessment of interventions on built heritage at the construction and urban scale.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’obiettivo formativo del corso è quello di far apprendere le metodologie valutative che permettono:

  • la verifica della fattibilità economico-finanziaria degli interventi privati;
  • la verifica della fattibilità economico-finanziaria degli interventi pubblici;

Le metodologie trattate permettono di affrontare i quesiti valutativi più frequentemente richiesti in ambito professionale, nelle diverse fasi di sviluppo del progetto.  

Modalità didattiche

Il percorso didattico è sviluppato secondo tre livelli:

- lezioni frontali in aula;

- approfondimenti tematici mediante la consultazione di materiali messi a disposizione on-line (su aul@web del corso) dal docente;

- attività pratica attraverso l'elaborazione di una esercitazione da svolgersi singolarmente o a gruppi inerente la valtutazione di un piano o progetto.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso si articola in due parti:

Prima parte:

- Introduzione alla valutazione dei piani e progetti

Tipologie di valutazioni: monetarie e non monetarie

- Elementi di matematica finanziaria

- L'analisi Costi-Benefici: approccio "privatistico"

- L'Analisi Costi-Benefici: approccio "sociale"

 

Seconda parte:

Applicazioni dell'Analisi Costi-Benefici con approccio "privatistico": esempi 

 

Lo studente svilupperà, singolarmente o in gruppo, una esercitazione sull'analisi Costi-Benefici di un intervento di sviluppo immobiliare o di retrofitting energetico su di un edificio esistente

L'esercitazione è obbligatoria ai fini di sostenere l'esame.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Testi/bibliografia

Forte C., De Rossi B., 1996, Principi di economia ed estimo, ETAS, Milano.

Gabrielli L., Lami I., Lombardi P., 2011, Il valore di mercato. Note di lavoro per la stima del valore di mercato di un'immobile, Celid, Torino.

Grillenzoni M., Grittani G., 1994, Estimo: teoria, procedure di valutazione e casi  applicativi, Edagricole, Bologna.

Mondini G., Bottero C., 2009, Valutazione e sostenibilità, Celid, Torino.

Nuti F., 1987, L’analisi Costi Benefici, Il Mulino, Bologna.

Prizzon F., 1995, Gli investimenti immobiliari, Celid, Torino

Roscelli R., 2014, Manuale di estimo. Valutazioni Economiche ed esercizio della professione, UTET, Torino. 

Simonotti M., 1997, La stima immobiliare, UTET, Torino.

Id., 2006, Metodi di stima immobiliare, Dario Flaccovio Editore, Palermo.

Utica G., Tomo M., 2011, Metodi di valutazione della sostenibilità dei progetti, Maggioli editore.

 

 

Testi/bibliografia

Forte C., De Rossi B., 1996, Principi di economia ed estimo, ETAS, Milano.

Gabrielli L., Lami I., Lombardi P., 2011, Il valore di mercato. Note di lavoro per la stima del valore di mercato di un'immobile, Celid, Torino.

Grillenzoni M., Grittani G., 1994, Estimo: teoria, procedure di valutazione e casi  applicativi, Edagricole, Bologna.

Mondini G., Bottero C., 2009, Valutazione e sostenibilità, Celid, Torino.

Nuti F., 1987, L’analisi Costi Benefici, Il Mulino, Bologna.

Prizzon F., 1995, Gli investimenti immobiliari, Celid, Torino

Roscelli R., 2014, Manuale di estimo. Valutazioni Economiche ed esercizio della professione, UTET, Torino. 

Simonotti M., 1997, La stima immobiliare, UTET, Torino.

Id., 2006, Metodi di stima immobiliare, Dario Flaccovio Editore, Palermo.

Utica G., Tomo M., 2011, Metodi di valutazione della sostenibilità dei progetti, Maggioli editore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Lunedì mattina dalle 11,30 alle 13,00 3° piano Palazzo del Vescovo - Dipartimento Architettura e Design (dAD)  Stradone S. Agostino, 37 - Genova - telefono docente: 010 2095932 - mail docente: rosasco@arch.unige.it

Commissione d'esame

GIOVANNI LOMBARDO (Presidente)

PAOLO ROSASCO (Presidente)

MARCO RABERTO

LEZIONI

Modalità didattiche

Il percorso didattico è sviluppato secondo tre livelli:

- lezioni frontali in aula;

- approfondimenti tematici mediante la consultazione di materiali messi a disposizione on-line (su aul@web del corso) dal docente;

- attività pratica attraverso l'elaborazione di una esercitazione da svolgersi singolarmente o a gruppi inerente la valtutazione di un piano o progetto.

INIZIO LEZIONI

Settembre 2018

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame è in forma scritta.

Modalità di accertamento

L’accertamento dell’apprendimento da parte dello studente degli strumenti teorici ed operativi avviene:

  • attraverso la valutazione dell'esercitazione (obbligatoria) svolta singolarmente o in gruppo;
  • attraverso la prova scritta che mira all'accertamento dell'apprendimento degli strumenti teorici ed operativi trattati nel corso.