ANALISI E CONSERVAZIONE DELLA BIODIVERSITA' MARINA

ANALISI E CONSERVAZIONE DELLA BIODIVERSITA' MARINA

_
iten
Codice
87089
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 1° anno di 10723 BIOLOGIA ED ECOLOGIA MARINA (LM-75) GENOVA

6 CFU al 1° anno di 10589 CONSERVAZIONE E GESTIONE DELLA NATURA (LM-60) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
BIO/05
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (BIOLOGIA ED ECOLOGIA MARINA )
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso fornisce gli elementi per la definizione e l'analisi della biodiversità nonché le sue applicazioni nella tecnologia e nelle scienze della vita. Nello specifico il corso illustra: i) le metodologie di studio e gli strumenti utilizzati in campo per misurare la biodiversità, le tecniche statistiche da applicare nell'analisi dei dati e le strategie per la conservazione della biodiversità.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza e la partecipazione alle lezioni frontali previste consentiranno allo studente di acquisire le conoscenze necessarie ad analizzare problematiche inerenti la biodiversità e la conservazione in ambito marino.

Nello specifico lo studente sarà in grado di:

  • Applicare le conoscenze di base acquisite nell’ambito del corso per progettare un piano di monitoraggio della biodiversità marina adottando le metodologie di campionamento ed i test statistici più adatti 
  • Comprendere le problematiche relative alla conservazione in ambiente marino
  • Identificare le priorità di azione nell’ambito di programmi di conservazione in ambiente marino
  • Comprendere le problematiche relative all’identificazione delle specie attraverso metodi morfologici classici
  • Conoscere le principali tecniche molecolari basate sullo studio del DNA per il riconoscimento delle specie

Modalità didattiche

L’insegnamento si articola in 48 ore di lezioni frontali, erogate mediante presentazioni multimediali. La frequenza alle lezioni non è obbligatoria ma è fortemente consigliata. Non sono previste uscite sul campo.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il programma del corso prevede la trattazione ed analisi dei seguenti argomenti:

  • Definizioni generali (specie, popolazioni, comunità, etc.)
  • Coesistenza tra specie (network di interazione, parassiti e parassitoidi, predatori e prede, etc.) 
  • Conservazione della biodiversità (nascita della disciplina e problematiche in ambito marino)
  • Differenze tra conservazione in ambiente marino e terrestre
  • Biodiversità ed opinione pubblica
  • Strategie per la conservazione (Lista rossa IUCN, Protocollo di Nagoya, etc.)
  • L’impronta umana (estinzioni ecologiche e globali)
  • Principali metodologie di campionamento per l’analisi della biodiversità in ambiente marino
  • Principali analisi statistiche utilizzate per l’analisi della biodiversità
  • Sampling design
  • Quantificazione dello sforzo di campionamento
  • Sistemi di ordinamento e classificazione
  • Il concetto di specie
  • Tecniche molecolari applicate allo studio della biodiversità
  • Tassonomia filogenetica ed analisi del DNA (barcoding, metabarcoding e DNA ambientale)
  • Cybertaxonomy

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Le diapositive utilizzate durante le lezioni ed eventuale altro materiale didattico saranno forniti agli studenti al termine del corso e su richiesta al docente. Parte delle lezioni sarà anche caricata su Aulaweb.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento degli studenti sarà concordato direttamente con il docente

Commissione d'esame

STEFANO SCHIAPARELLI (Presidente)

MARZIA BO (Presidente)

FEDERICO BETTI

GIORGIO BAVESTRELLO

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si articola in 48 ore di lezioni frontali, erogate mediante presentazioni multimediali. La frequenza alle lezioni non è obbligatoria ma è fortemente consigliata. Non sono previste uscite sul campo.

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame consiste in una prova orale, finalizzata a valutare le conoscenze degli elementi fondamentali della materia e la capacità di collegamenti tra i vari argomenti. E’ richiesta la preparazione di un piano di monitoraggio a scelta, riguardante organismi ed ambienti marini, che dovrà essere preparato in forma scritta e consegnato al docente prima dell’esame. Il piano di monitoraggio sarà discusso con il docente durante l’esame e sarà oggetto di valutazione ai fini del voto relativo al modulo. Il voto finale è dato dalla media aritmetica tra i voti dei tre moduli di CONOSCENZA E GESTIONE DELLA BIODIVERSITA' MARINA. La prova può essere sostenuta in maniera indipendente dagli altri due moduli.

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento richiesto per ogni argomento saranno forniti nel corso delle lezioni, argomento per argomento. L’esame verterà principalmente sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali e avrà lo scopo di valutare il livello di conoscenze raggiunto e la capacità di gestire problematiche relative all’analisi ed alla conservazione della biodiversità in ambiente marino. Sarà inoltre valutata la capacità di esporre gli argomenti in modo chiaro e con una terminologia corretta.

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza costante e regolare alle lezioni e alle correlate esercitazioni di laboratorio è fortemente raccomandata