GEOLOGIA MARINA

GEOLOGIA MARINA

_
iten
Codice
34967
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 1° anno di 10723 BIOLOGIA ED ECOLOGIA MARINA (LM-75) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
GEO/02
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (BIOLOGIA ED ECOLOGIA MARINA )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La Geologia marina fornisce le conoscenze approfondite sulla genesi ed evoluzione dei fondali marini, sulla evoluzione dei margini continentali, della fascia costiera, dei bacini oceanici.  La Geologia marina riveste un ruolo fondamentale nello studio delle Scienze del Mare sia perché fornisce le conoscenze sulla natura e dinamiche dei bacini marini, sia perché vengono trattati metodi di prospezione e di indagine diretta dei fondali marini e vengono descritti casi studio  regionali.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Fornire gli aspetti teorici legati all’evoluzione dei bacini marini, approfondendo le conoscenze sulla genesi ed evoluzione dei bacini e dei margini continentali e di placca, con particolare riferimento al Mediterraneo Occidentale e del Mar Ligure. Fornire le conoscenze degli aspetti applicativi (prospezioni, campionamenti, sismostratigrafia, pianificazione costiera integrata; protezione delle coste e mitigazione dei rischi da erosione etc.) anche attraverso l'analisi di casi studio e rappresentazioni di cartografia geologica e tematica (cenni di applicazioni GIS).

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza e la partecipazione alle attività formative previste (lezioni frontali, esercitazioni di aula e di terreno) consentiranno allo studente di acquisire le conoscenze approfondite sui processi geologici  che governano la genesi ed evoluzione dei bacini marini. Lo studente acquisirà le conoscenze degli aspetti applicativi della Geologia marina (prospezioni, campionamenti, sismostratigrafia, pianificazione costiera integrata; protezione delle coste e mitigazione dei rischi da erosione etc.) anche attraverso l'analisi di casi studio regionali.

Nello specifico lo studente sarà in grado di:

  • conoscere e descrivere l'evoluzione geologica e le dinamiche sedimentarie dei bacini marini e delle aree costiere;
  • identificare e illustrare le dinamiche geolgiche e sedimentarie responsabili dell'assetto dei fondali marini;
  • applicare le conoscenze acquisite a casi di studio,

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, di esercitazioni in aula e sul sul terreno. La frequenza a lezioni ed esercitazioni  è fortemente consigliata.

Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Evoluzione dei bacini marini: evoluzione dei bacini marini; evoluzione dei margini continentali e di placca; fisiografia dei fondali marini; evoluzione geologica e sedimentaria; evoluzione dei bacini marini del Mediterraneo; approfondimenti sulla evoluzione  del Bacino Occidentale e del Mar Ligure.

Metodi di studio dei fondali marini: prospezioni dei fondali marini; campionamento dei sedimenti; sismostratigrafia dei fondali marini; stratigrafia delle piattaforme continentali e delle aree bacinali; analisi delle facies; dinamica della sedimentazione attuale.

Evoluzione della fascia costiera: rapporti tra evoluzione geologica e sistemi deposizionali costieri; bilancio sedimentario; metodi di studio, rilievo e campionamento.

Aspetti applicativi della Geologia marina: pianificazione costiera integrata; protezione delle coste e mitigazione dei rischi da erosione, casi studio. Dinamica della sedimentazione sui fondali, ricerca di depositi sabbiosi sottomarini, casi studio. Rappresentazioni di cartografia geologica e tematica.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Le presentazioni utilizzate durante le lezioni saranno disponibili su AulaWeb o rese disponibili dal docente.

Kennett J.P., Marine Geology, Prentice Hall Ed., 1982.

Materiali didattici integrativi forniti dal docente.

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Concordato direttamente con il docente

Commissione d'esame

NICOLA CORRADI (Presidente)

MICHELE PIAZZA

MARCO FERRARI

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, di esercitazioni in aula e sul sul terreno. La frequenza a lezioni ed esercitazioni  è fortemente consigliata.

Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali.

INIZIO LEZIONI

Per orario ed inizio lezioni consultare il seguente  link http://www.distav.unige.it/ccsbio/orario-lezioni-bem

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento richiesto per ogni argomento saranno forniti nel corso delle lezioni.

L’esame orale verterà principalmente sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali. Sarà valutata la capacità di esporre gli argomenti in modo chiaro e con una terminologia corretta.

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza costante e regolare alle lezioni e alle correlate esercitazioni di laboratorio e terreno è fortemente raccomandata.