FARMACOLOGIA

FARMACOLOGIA

_
iten
Codice
67210
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
6 cfu al 3° anno di 8746 ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA (LM-46) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
BIO/14
SEDE
GENOVA (ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La farmacologia è la scienza che studia le interazioni tra i farmaci e l'organismo. Comprende lo studio dell'origine e della struttura dei farmaci, i meccanismi molecolari responsabili dei loro effetti sull'organismo, la farmacocinetica, il loro uso clinico, e la tossicità e gli effetti collaterali che possono determinare.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’obiettivo didattico-formativo generale del corso di Farmacologia è l’acquisizione delle conoscenze farmacologiche di base necessarie ed indispensabili per essere in grado di prescrivere e somministrare i farmaci di uso corrente in Odontoiatria, con piena conoscenza di composizione, indicazioni, effetti terapeutici e collaterali. Lo studente dovrà inoltre conoscere effetti, controindicazioni e interazioni farmacologiche di farmaci che il paziente possa eventualmente aver assunto per altre cure mediche, nonchè acquisire conoscenze adeguate dei farmaci impiegati nelle emergenze odontoiatriche.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Primo obiettivo didattico-formativo generale del corso di Farmacologia è che lo studente acquisisca le conoscenze farmacologiche di base necessarie ed indispensabili per essere in grado di prescrivere e somministrare i farmaci di uso corrente in Odontoiatria, con piena conoscenza della loro composizione, indicazioni clinice, effetti terapeutici, effetti collaterali e controindicazioni. Lo studente dovrà inoltre conoscere effetti, controindicazioni e interazioni farmacologiche di farmaci che il paziente possa eventualmente aver assunto per la cura di altre patologie e che possono interferire con le pratiche odontoiatriche, nonché conoscenze adeguate dei farmaci impiegati nelle emergenze.

Il conseguimento di tali obiettivi richiede che lo studente acquisisca conoscenze approfondite su:

modalità di azione dei farmaci sia a livello di organi e sistemi che a livello cellulare e molecolare;

modalità di somministrazione e destino dei farmaci nell’organismo, inclusi i processi di biotrasporto, distribuzione, biotrasformazione ed escrezione;

modalità di sviluppo delle reazioni tossiche e criteri generali per prevenirle; possibili cause di risposte anomale di farmaci (farmacogenetica e interazioni tra farmaci); caratteristiche farmacologiche dei gruppi di farmaci di impiego odontoiatrico con riferimento all’uso terapeutico,  al meccanismo d’azione, alla farmacocinetica e all’eventuale tossicità;

criteri per la scelta differenziale tra molecole dello stesso gruppo farmacologico anche in relazione alla potenziale tossicità ed alle caratteristiche fisiopatologiche del paziente.

Modalità didattiche

Lezioni frontali

PROGRAMMA/CONTENUTO

1) Introduzione allo studio della farmacologia. Definizione di farmaco, medicamento, veleno, tossico; forme farmaceutiche, provenienza dei farmaci, le branche della farmacologia.

Le fasi della sperimentazione sui farmaci

Farmacognosia

2) Vie di somministrazione dei farmaci e loro caratteristiche. Biodisponi­bilità.

Passaggio attraverso le barriere cellulari. Processi di biotrasporto implicati nell'assorbimento dei farmaci attraverso le membrane cellulari.

3) Distribuzione dei farmaci nell'organismo, legame farmacoproteico, volume apparente di distribuzione. Processi di biotrasformazione e di bioattivazione, ruolo dei citocromi P450, induzione ed inibizione enzimatica

4) Processi di escrezione renale ed extrarenale dei farmaci,

Cinetiche di primo ordine e di ordine 0, tempo di dimezzamento, clearance, stato stazionario

5) Teorie recettoriali; curve graduate concentrazione-risposta; agonisti, antagonisti competitivi e non competitivi, agonisti parziali ed agonisti inversi.

Analisi di fenomeni tutto o nulla; valutazione della tossicità dei farmaci: dose tossica 50.

Significato e utilità dell'indice terapeutico.

Fenomeni di adattamento recettoriale: up- e down-regulation, tolleranza.

Significato di specificità e misure di potenza, efficacia ed affinità di un farmaco.

6) Struttura e funzione dei recettori accoppiati a proteine G, dei recettori-canale e dei recettori intra-cellulari.

Meccanismi di trasduzione recettoriale.

Enzimi di interesse fisiologico come punto di attacco di farmaci

7) Reazioni avverse ai farmaci. Farmaco-allergia, idiosincrasia, tolleranza, tachifilassi, adattamenti recettoriali.

Fattori che influenzano la risposta ai farmaci (età, patologia degli organi emuntori, interferenze farmacologiche)

8) Trasmissione adrenergica: Neuroanatomia, neurochimica e funzioni delle vie catecolaminergiche nel sistema nervoso periferico e centrale. 

Struttura, funzione, classificazione e distribuzione dei recettori per le catecolamine

Farmaci attivi sulla sintesi, immagazzinamento, rilascio, ricaptazione e metabolismo delle catecolamine.

Farmaci attivi sui recettori adrenergici

9) Trasmissione colinergica: neuroanatomia, neurochimica e funzioni delle vie colinergiche nel sistema nervoso periferico e centrale. Struttura, funzionamento, classificazione e distribuzione dei recettori per l’acetilcolina 

Farmaci attivi sulla sintesi, liberazione, metabolismo e ricaptazione dell'acetilcolina: anticolinesterasici reversibili ed irreversibili

Farmaci attivi sui recettori nicotinici. Farmaci attivi sui recettori muscarinici.

10) Farmacologia della nocicezione e generalità sugli oppiacei

11) ANESTETICI LOCALI

Esteri (procaina, benzocaina, tetracaina); Amidi (lidocaina, bupivacaina, prilocaina ecc.)

Criteri differenziali di tipo cinetico fra i vari anestetici locali

Tossicità degli anestetici locali; interazioni fra anestetici locali ed altri farmaci.

L’associazione anestetici locali-amine simpaticomimetiche: vantaggi e limiti

Cenni sui farmaci ANESTETICI GENERALI (per via inalatoria e per via endovenosa) Generalità sugli analgesici narcotici centrali e il N2O.

12) FANS non selettivi, preferenziali COX 2 e COXIB;

Paracetamolo

13) Antinfiammatori steroidei, cortisonici (meccanismo d’azione, spettro di attività, differenze cinetiche fra le molecole, aspetti di tossicità, interazioni negative con farmaci non odontoiatrici)

14) BENZODIAZEPINE: meccanismo d’azione, spettro di attività, differenze cinetiche fra le diverse molecole, aspetti di tossicità, potenziale d’abuso, interazioni negative con farmaci non odontoiatrici.

Altri farmaci ansiolitici: composti Z, buspirone, beta-bloccanti

15) Considerazioni generali sulla chemioterapia antibatterica

Concetti di farmacocinetica/farmacodinamica applicati alla terapia antibiotica

Scelta del chemioterapico, Associazioni, Profilassi antibiotica,

Usi impropri degli antibiotici

Il problema della resistenza ai chemio-antibiotici ed i relativi meccanismi.

16)  Antibiotici di prima scelta odontostomatologica:

Beta-lattamine (Penicillina G, Penicilline semisintetiche) inibitori delle beta-lattamasi

17) Altri antibiotici di prima scelta odontostomatologica: Cefalosporine.

Altri antibiotici beta-lattamici (carbapenemi, monobattami)

Glicopeptidi

18)  Antibiotici di prima scelta odontostomatologica:

  Macrolidi e chetolidi (eritromicina, azitromicina, claritromicina, telitromicina)

19) Fluorochinoloni (ciprofloxacina, levofloxacina, pefloxacina, ecc)

20) Antibiotici di seconda scelta: chinoloni, clindamicina, metronidazolo, ecc.

21) Inibitori sintesi proteica batterica (aminoglicosidi, tetracicline, CAF)

22) Antimicotici (in particolare quelli per uso topico nel cavo orale)

macrolidi polienici (amfotericina B);

imidazolici (ketoconazolo, miconazolo, clotrimazolo)

23) Chemioterapia antivirale

Farmaci antierpetici (aciclovir, ganciclovir, ecc.)

Farmaci antiepatitici (interferoni, lamivudina, ribavirina, nuovi farmaci anti-epatite C)

Farmaci antiinfluenzali (zanamivir, oseltamivir, amantadina)

Antiretrovirali (inibitori nucleosidici della trascrittasi inversa, inibitori non-competitivi della trascrittasi inversa, Inibitori della proteasi, ecc.)

25) Antisettici e disinfettanti

26) Farmaci attivi sul sangue (antiaggreganti, anticoagulanti, antiemorragici, ecc)

27) Farmaci attivi sul metabolismo del calcio

 28) Recettori istaminici H1 ed H2: topografia e correlati funzionali.

Antagonisti H1 come farmaci delle reazioni allergiche, e sedativi-antiemetici-anticinetosici.

Antagonisti H2 come farmaci antiulcerosi e per la protezione gastrica in soggetti trattati con FANS. Altri farmaci per la protezione gastrica in associazione ai FANS (omeprazolo, prostaglandine sintetiche). Protocolli di prevenzione e trattamento dei danni tossici gastro-intestinali indotti dai FANS

29) Farmaci per il trattamento delle emergenze in odontoiatria: sindromi emorragiche, shock e sindromi anafilattiche, ipoglicemia, ecc. Prontuario farmaceutico del pronto soccorso nell’ambulatorio odontoiatrico. Tossicologia da materiali                                                                 

30) La prescrizione del farmaco in Italia                                                                                                                                                                                                                    

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Testi consigliati:

1) Amico-Roxas M., Caputi A., Del Tacca M., Farmacologia in Odontoiatria, UTET

2) Katzung, Farmacologia, Piccin

Inoltre tutte  le slides utilizzate durante  le lezioni e altro materiale didattico saranno disponibili su aulaweb.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Tutti i giorni, previo appuntamento (tel 010-3538806, e-mail: tullio.florio@unige.it) presso l'ex-Istituto di Farmacologia, viale Benedetto XV num 2.

Commissione d'esame

TULLIO FLORIO (Presidente)

ALBIANA PINO

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali

INIZIO LEZIONI

II semestre

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame per l'insegnamento di farmacologia si svolge sotto forma di colloquio

Modalità di accertamento

Lo studente dovrà dimostrare di conoscere i meccanismi che regolano le interazioni reciproche tra farmaci ed organismo (farmacodinamica e farmacocinetica), e il meccanismo d'azione, l'uso e gli effetti indesiderati dei principali farmaci di uso odontoiatrico, nonché le possibili interferenze tra tali farmaci e  i farmaci d'impiego comune nella popolazione generale.