INQUINANTI E LORO IMPATTO AMBIENTALE

INQUINANTI E LORO IMPATTO AMBIENTALE

_
iten
Codice
61419
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
4 cfu al 3° anno di 8757 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE (L-27) GENOVA

4 CFU al 1° anno di 9018 SCIENZE CHIMICHE (LM-54) GENOVA

4 CFU al 2° anno di 9018 SCIENZE CHIMICHE (LM-54) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
CHIM/04
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE )
periodo
2° Semestre
propedeuticita
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’insegnamento introduce lo studente ai concetti di chimica ambientale, in particolare considerando l'impatto che gli inquinanti da sorgente antropica hanno sui comparti acquatico e atmosferico.

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Comprendere i concetti di base dell'impatto ambientale degli inquinanti derivanti da sorgenti antropiche. In particolare verrà discusso l'impatto dei rifiuti civili ed industriali, l’inquinamento delle acque, dell’aria e del suolo, i processi di trattamento delle acque di scarto e le tecnologie di decontaminazione.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza e la partecipazione attiva alle attività formative proposte (lezioni frontali) e lo studio
individuale consentiranno allo studente di:
- conoscere in modo approfondito i comparti acqua, aria e suolo e comprendere gli effetti degli inquinanti in essi immessi;

- identificare i principali tipi di reazione che coinvolgono gli inquinanti primari;

- comprendere le potenzialità e i limiti dei metodi di trattamento degli inquinanti;

- acquisire una terminologia scientifica corretta per l'identificazione dei meccanismi che regolano le trasformazioni dei composti chimici in idrosfera e atmosfera presi in esame. 

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, per un totale di 32 ore. Copia delle slide presentate a lezione saranno disponibili su AulaWeb, utilizzabili come base per lo studio. 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso intende fornire i fondamenti per la comprensione dei processi che controllano l’inquinamento. Durante il corso si tratteranno gli aspetti legati all’inquinamento urbano, industriale ed agricolo e gli effetti degli inquinanti sugli ambienti ricettori. Verranno considerati i comparti aria, acqua, suolo. In dettaglio si tratterà l’inquinamento delle acque: aspetti generali, caratteristiche chimico-fisiche delle acque e classificazione delle acque rispetto alla loro destinazione d’uso, riferimenti legislativi, modalità e strategie di campionamento. Definizione dei macroindicatori (COD, BOD, ecc.) e loro ruolo. Sorgenti e tipologia degli inquinanti (organici, inorganici e biologici) delle acque. Fioriture algali, fenomeno dell’eutrofizzazione, processi di autodepurazione e di trattamento delle acque. Analisi e problematiche connesse all’inquinamento delle acque non solo superficiali, ma anche delle acque del sottosuolo. Quindi si svilupperà l’inquinamento dell’aria: strati e composizione dell’atmosfera, ozono stratosferico, fonti di inquinamento della troposfera e formazione dello smog fotochimico, effetto serra, dispersione degli inquinanti in atmosfera, particolato atmosferico e legislazione ambientale. Si farà cenno ai problemi legati all’inquinamento dei suoli e ai rifiuti solidi urbani ed industriali. Infine verrà descritto il Regolamento Reach e CLP, i principi su cui si basa e le sue ripercussioni.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

- S.E. Manahan, Chimica dell’Ambiente, PICCIN

- C. Baird, M. Cann “Chimica ambientale” Zanichelli 2006

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Tutti i giorni su appuntamento

Commissione d'esame

SILVIA VICINI (Presidente)

ANTONIO COMITE (Presidente)

MAILA CASTELLANO

CAMILLA COSTA

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, per un totale di 32 ore. Copia delle slide presentate a lezione saranno disponibili su AulaWeb, utilizzabili come base per lo studio. 

INIZIO LEZIONI

marzo 2019

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

INQUINANTI E LORO IMPATTO AMBIENTALE

ESAMI

Modalità d'esame

Esame orale con possibilità di svolgere, solo in primo appello, un compitino scritto facoltativo (6 domande a risposta aperta –di cui una scelta dallo studente - in 2 h di tempo; ad ogni domanda verrà attribuito un punteggio massimo di 5 punti). Questo se sostenuto con esito positivo, permetterà di non sostenere l’esame orale.

L'esame orale è condotto da due docenti e ha una durata di circa 30 minuti. Con queste modalità, la commissione è in grado di verificare il raggiungimento degli obiettivi dell'insegnamento. Quando questi non sono raggiunti, lo studente è invitato ad approfondire lo studio e ad avvalersi di ulteriori spiegazioni da parte del docente. Per garantire la corrispondenza tra gli argomenti dell'esame e quelli effettivamente svolti durante il corso, vengono inseriti nella pagina di AulaWeb sia il programma dettagliato che il registro delle lezioni dell’insegnamento, in modo che gli studenti stessi possano verificarne l'aderenza.

Modalità di accertamento

L’esame verterà sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali, la commissione dovrà valutare il raggiungimento degli obiettivi dell'insegnamento (a livello di competenze minime o di eccellenza), verificando se lo studente ha raggiunto un livello adeguato di conoscenze.

Sia mediante il compito scritto sia mediante l'esame orale verrà valutata la capacità dello studente di ragionare criticamente sugli argomenti esposti, di aver elaborato e fatto propri i concetti presentati a lezione e di aver integrato le informazioni provenienti dai vari argomenti mediante lo studio personale. Verrà valutata la capacità di descrivere i comparti acqua, aria, suolo, i processi di inquinamento degli stessi e i trattamenti previsti per la loro depurazione in modo chiaro e con una terminologia scientifica corretta; sarà considerata la qualità dell'esposizione.  

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento di ogni argomento verranno dati nel corso
delle lezioni.