FISICA GENERALE CON LABORATORIO (2° MODULO - 5 CFU)

FISICA GENERALE CON LABORATORIO (2° MODULO - 5 CFU)

_
iten
Codice
65665
ANNO ACCADEMICO
2018/2019
CFU
5 cfu al 1° anno di 8757 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE (L-27) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
FIS/01
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE )
periodo
Annuale
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Sviluppare l’abilità nel risolvere semplici problemi ed esperimenti fisici. Fornire agli studenti la metodologia necessaria per analizzare e trattare i dati sperimentali.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Acqusizione delle metodologie di base della misura di grandezze fisiche e della determinazione dell'incertezza associata.

Modalità didattiche

Lezioni frontali sugli argomenti del corso e  sei esprienze di laboratorio di circa 4 ore ciascuna. Per ciasuna eperienza viene chiesto di completare una scheda precompilat  in cui vanno descritti il metodo utilizzato, riportati i dati acquisiti e  l'analisi egli errori. 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il metodo sperimentale nelle scienze naturali: 1) metodo scientifico; 2) le osservazioni sperimentali e le teorie; 3)l’esperimento scientifico e le misure
Il concetto di misura: 1)le grandezze misurabili; 2)le unità di misura; 3)gli strumenti di misura; 4) tipi e comportamenti generali degli strumenti di misura
Il risultato delle misure: 1) come comunicare il risultato di una misura; 2)l'incertezza o l’errore; 2) quali tipi di errore di misura; 3)la riproducibilità e la ripetibilità.

Attività di Laboratorio.
Sei piccoli esperimenti selezionati per porre lo studente nella condizione dello sperimentatore che, nelle complessità dei fenomeni, deve: 1) discernere i dettagli utili alla misura da quelli futili e trascurabili; 2)utilizzare gli strumenti in maniera corretta; 3) realizzare una misura o più misure per descrivere un fenomeno quantitativamente; 4) definire bene le incertezze (errori); 5) comunicare il risultato finale dell’esperimento.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

“Un introduzione all’Analisi degli errori”, John R.Taylor, Zanichelli

“Metodologie Sperimentali in Fisica”, Gaetano Cannelli, EdiSES

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Lunedi, Martedi, Mercoledi, Giovedi, Venerdi dalle 14 alle 15 compatibilmente con gli altri impegni didattici. Si richiede di concordare un appuntamento via mail a: flavio.gatti@unige.it.

Ricevimento: Tutti i giorni su appuntamento  

Commissione d'esame

PIETRO CORVISIERO (Presidente)

FLAVIO GATTI (Presidente)

MAURO GIOVANNINI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali sugli argomenti del corso e  sei esprienze di laboratorio di circa 4 ore ciascuna. Per ciasuna eperienza viene chiesto di completare una scheda precompilat  in cui vanno descritti il metodo utilizzato, riportati i dati acquisiti e  l'analisi egli errori. 

INIZIO LEZIONI

Secondo semestre 2018-19

ESAMI

Modalità d'esame

Scritto

Modalità di accertamento

Grado di conoscenza degli argomenti del corso attraverso la valutazione delle risposte a un numero fissato di domande scritte.