PARODONTOLOGIA

PARODONTOLOGIA

_
iten
Codice
67290
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
2 cfu al 5° anno di 8746 ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA (LM-46) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/28
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA )
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

La parodontologia in implantologia permette la gestione dei tessuti molli in modo da ottimizzare il risultato estetico finale della protesi.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Dare un’adeguata conoscenza delle caratteristiche anatomiche dei relativi aspetti funzionali del parodonto. Far riconoscere allo studente le diverse forme di malattia parodontale, dalla gengivite acuta e cronica alla parodontite giovanile e cronica dell’adulto. Familiarizzare con i principi generali delle diverse tecniche chirurgiche, finalizzati a risolvere le problematiche muco-gengivali, il trattamento dei difetti angolari e delle formazioni radicolari, Far conoscere l’importanza della terapia di mantenimento e della rivalutazione dopo il trattamento parodontale.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al termine dell’insegnamento lo studente dovrà:
- conoscere in modo approfondito limiti chirgurgici-anatomici da rispettare in un intervento di chirurgia implantare

- conoscere le patologie connesse agli impianti

- programmare una corretta gestione dei lembi chirurgici

- conoscere le tecniche di incremento dei tessuti duri/molli intorno agli impianti

Modalità didattiche

lezioni frontali

PROGRAMMA/CONTENUTO

- limiti chirgici anatomici da rispettare in un intervento di chirurgia implantare

- innesti connettivali e aumento dei tessuti duri/molli intorno agli impianti

- i lembi implantari 

- la peri-implantite

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

FRANCESCA ANGIERO

TIZIANO TEALDO

PAOLO PERA

LEZIONI

Modalità didattiche

lezioni frontali

INIZIO LEZIONI

II° semestre

ESAMI

Modalità d'esame

Colloquio Orale

Modalità di accertamento

Nel colloquio orale si valuta la capacità di formulare una corretta diagnosi e un corretto piano di trattamento utilizzando una terminologia corretta.

Sono parti integranti della valutazione la puntualità, il comportamento individuale, la propria igiene personale, la capacità di comunicazione verbale e non verbale, la correttezza e la professionalità nei rapporti con il paziente, con i tutor clinici e con le equipe odontoiatriche incontrate nello svolgimento del tirocinio clinico.