MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA – METODOLOGIE RIABILITATIVE SPECIALI

MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA – METODOLOGIE RIABILITATIVE SPECIALI

_
iten
Codice
73149
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
1 cfu al 3° anno di 9287 TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITA' DELL'ETA' EVOL (L/SNT2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/34
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITA' DELL'ETA' EVOL)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

Fornire conoscenze in riferimento alle pratiche autonome di attività terapeutiche per la rieducazione funzionale delle disabilità motorie, psicomotorie e cognitive utilizzando i differenti tipi delle principali terapie

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscere le principali malattie psichiatriche dell'età evolutiva in particolare in relazione allo sviluppo neuro e psicomotorio e relazionale dei soggetti in età evolutiva. Conoscere i principi della riabilitazione psichiatrica e le principali tecniche riabilitative per la patologie psichiatriche soprattutto nell'ottica di una possibile collaborazione con l'équipe multiprofessionale e per l'integrazione del trattamento. Apprendere le tecniche di valutazione e trattamento psicomotorio ai fini di osservare e poi condurre l'espressività corporea del bambino, utilizzare tecniche specifiche per fasce di età e singoli fasi di sviluppo, attuare procedure di valutazione dell'interazione fra funzioni affettive, cognitive e motorie. Pianificare ed eseguire l'intervento riabilitativo secondo il progetto, individuandone le modalità e i tempi di applicazione. Saper valutare le risposte all'intervento riabilitativo registrandone le modificazioni durante e alla fine del medesimo utilizzando idonei strumenti e metodologie di valutazione e revisione della qualità dell'intervento neuropsicomotorio. Fornire conoscenze in relazione allo svolgimento, anche in collaborazione con altre figure sanitarie, sugli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della neuromotricità. Fornire conoscenze in riferimento alle pratiche autonome di attività terapeutiche per la rieducazione funzionale delle disabilità motorie, psicomotorie e cognitive utilizzando i differenti tipi delle principali terapie.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

  • acquisizione delle competenze specifiche in merito a una valutazione e distinzione precoce della sindrome somatico funzionale attraverso un iter diagnostico finalizzato.
  • Acquisizione delle competenze specifiche di una presa in carico abilitativa polisettoriale  (sia psicomotoria che psicoterapica).
  • conoscenza del ruolo del terapista in questo particolare tipo di patologia.
  • Valutazione del contesto familiare e sociale

Modalità didattiche

Lezione frontale

slide proiettate

esercizio pratico

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • il dolore muscolo scheletrico
  • dolori funzionali in età evolutiva
  • diagnosi differenziale
  • trattamento psicomotorio del disturbo somatoforme
  • tecniche di rilassamento in riabilitazione (lezione orale e pratica)

TESTI/BIBLIOGRAFIA

“Manuale di training Autogeno” – Bernet - Hoffnann

Dispense fornite dal docente

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il docente è reperibile per e-mail: gloriasodini@gaslini.org

Commissione d'esame

GLORIA SODINI (Presidente)

DEBORA PARIGI

RICCARDA BARBIERI

PAOLO MORETTI

ANNA MARANIELLO

LUCA BOERI

EDVIGE MARIA VENESELLI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezione frontale

slide proiettate

esercizio pratico

INIZIO LEZIONI

i giorni e l'orario delle lezioni saranno pubblicati su aulaweb

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

Le modalità di accertamento vengono valutate a seconda se gli studenti:

- abbiano dimostrato conoscenze e capacità di comprensione in un campo di studi di livello post

secondario e siano a un livello che, caratterizzato dall’uso di libri di testo avanzati, include anche la

conoscenza di alcuni temi d’avanguardia nel proprio campo di studi;

- siano capaci di applicare le loro conoscenze e capacità di comprensione in maniera da

dimostrare un approccio professionale2 al loro lavoro, e possiedano competenze adeguate sia

per ideare e sostenere argomentazioni che per risolvere problemi nel proprio campo di studi;

- abbiano la capacità di raccogliere e interpretare i dati (normalmente nel proprio campo di

studio) ritenuti utili a determinare giudizi autonomi, inclusa la riflessione su temi sociali, scientifici

o etici ad essi connessi;

- sappiano comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non

specialisti;

- abbiano sviluppato quelle capacità di apprendimento che sono loro necessarie per

intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia.