NEUROPSICHIATRIA INFANTILE – PSICHIATRIA DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA

NEUROPSICHIATRIA INFANTILE – PSICHIATRIA DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA

_
iten
Codice
73144
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
1 cfu al 3° anno di 9287 TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITA' DELL'ETA' EVOL (L/SNT2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/39
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TERAPIA DELLA NEURO E PSICOMOTRICITA' DELL'ETA' EVOL)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

Questo insegnamento si focalizza sui trattamenti da attuare nelle differenti condizioni psicopatologiche, a partire dagli interventi psicoeducativi per conoscere quelli psicopedagogici e psicoterapeutici e per sviluppare i trattamenti neuropsicomotori e psicosociali, mutualmente al lavoro in team multidisciplinare.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscere le principali malattie psichiatriche dell'età evolutiva in particolare in relazione allo sviluppo neuro e psicomotorio e relazionale dei soggetti in età evolutiva. Conoscere i principi della riabilitazione psichiatrica e le principali tecniche riabilitative per la patologie psichiatriche soprattutto nell'ottica di una possibile collaborazione con l'équipe multiprofessionale e per l'integrazione del trattamento. Apprendere le tecniche di valutazione e trattamento psicomotorio ai fini di osservare e poi condurre l'espressività corporea del bambino, utilizzare tecniche specifiche per fasce di età e singoli fasi di sviluppo, attuare procedure di valutazione dell'interazione fra funzioni affettive, cognitive e motorie. Pianificare ed eseguire l'intervento riabilitativo secondo il progetto, individuandone le modalità e i tempi di applicazione. Saper valutare le risposte all'intervento riabilitativo registrandone le modificazioni durante e alla fine del medesimo utilizzando idonei strumenti e metodologie di valutazione e revisione della qualità dell'intervento neuropsicomotorio. Fornire conoscenze in relazione allo svolgimento, anche in collaborazione con altre figure sanitarie, sugli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della neuromotricità. Fornire conoscenze in riferimento alle pratiche autonome di attività terapeutiche per la rieducazione funzionale delle disabilità motorie, psicomotorie e cognitive utilizzando i differenti tipi delle principali terapie.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Conoscere gli elementi di base della psicopatologia infantile, per un piano di presa in carico e di trattamento.

Conoscerei principi della presa in carico globale e specifica in Neuropsichiatria Infantile, con particolare attenzione e delle metodologie di intervento terapeutico ed abilitativo.

Nello specifico:

  • I principali Disturbi psicopatologici nella Neuropsichiatrica dell’infanzia e dell’adolescenza, con particolare riferimento ai Disturbi dello Spettro autistico, ai Disturbi dell’Umore, ai Disturbi della Condotta Alimentare, ai Disturbi Ossessivo-compulsivi, ai Disturbi da Tic, ai Disturbi della Condotta ed in generale al Disagio psichico ed al Maltrattamento e Abuso.
  • Gli interventi psicoeducativi, psicomotori, psicoterapeutici e psicosociali, al fine della loro presa in carico multidisciplinare e specifica, con attenzione al trattamento integrato e con ruolo alle terapie complementari e sicurezza nella gestione delle urgenze-emergenze psichiatriche dell'età evolutiva;
  • I principi di psichiatria biologica e di psicofarmacologia;
  • I presupposti per una psichiatria maturazionale e di orientamento fenomenologico.

Acquisire le competenze e le capacità di attuare gli interventi terapeutici neuro- e psicomotori e le terapie complementari negli ambiti considerati.

Modalità didattiche

Lezioni frontali con spazio all'interattività. verrà dato spazio alla sensibilizzazione delle capacità di osservazione, alla formazione continua e alle pratiche EBM.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Presa in carico globale e interventi psicoeducativi, psicomotori, psicoterapeutici e psicosociali in ambito di

  • Sindrome da deficit di Attenzione con/senza Iperattività (ADHD-DDAI)
  • Disturbo oppositivo provocatorio, Disturbo della Condotta;
  • Disturbi della personalità;
  • Bullismo
  • Disturbi d'ansia (approfondimenti in merito a fobie e disturbo ossessivo compulsivo) e disturbi somatoformi
  • Disturbi da Tic, Disturbi Ossessivo-compulsivi;
  • Autismo, altri Disturbi dello Spettro Autistico: generalità, clinica, valutazione; Disturbi dello spettro Autistico: classificazione, eziologia, diagnosi, clinica, presa in carico
  • Psicosi e Delirio in età evolutiva; Schizofrenia in età evolutiva
  • Depressione e altri Disturbi dell’Umore in età evolutiva
  • Disturbi della condotta alimentare, clinica,  prevenzione;
  • Disturbi di Apprendimento;
  • Disturbi precoci considerati nella Classificazione 0-3;
  • Maltrattamento ed abuso

Principi e metodologie :

  • Trattamento integrato;
  • Interventi psicoeducativi – Metodo Portage;
  • Psicoterapia in età evolutiva;
  • Terapie complementari;
  • Psichiatria biologica e psicofarmacologia;
  • Presupposti per una psichiatria maturazionale e di orientamento fenomenologico.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Maurizio de Negri “Neuropsichiatria dell’età evolutiva” Ed. Piccin, Padova, 2004.

Diapositive delle lezioni, ad integrazione del testo.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: edvige.veneselli@unige.it

Commissione d'esame

GLORIA SODINI (Presidente)

DEBORA PARIGI

RICCARDA BARBIERI

PAOLO MORETTI

ANNA MARANIELLO

LUCA BOERI

EDVIGE MARIA VENESELLI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali con spazio all'interattività. verrà dato spazio alla sensibilizzazione delle capacità di osservazione, alla formazione continua e alle pratiche EBM.

INIZIO LEZIONI

marzo/aprile

ESAMI

Modalità d'esame

Orale Punteggio in trentesimi attribuito secondo il grado di conoscenza e di formazione acquisita.

ALTRE INFORMAZIONI

L'esame permetterà di verificare il raggiungimento dei risultati di apprendimento previsti: capacità di applicare le conoscenze attraverso l'uso di strumenti operativi, abilità di comunicazione tramite esame orale, avvio alla formazione al lavoro interdisciplinare e al ruolo specifico, allo sviluppo delle capacità di insight attraverso l'esperienza.