GINECOLOGIA E OSTETRICIA

GINECOLOGIA E OSTETRICIA

_
iten
Codice
67560
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
7 cfu al 5° anno di 8745 MEDICINA E CHIRURGIA (LM-41) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/40
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (MEDICINA E CHIRURGIA )
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

La ginecologia è parte fondamentale della preparazione del medico che deve conoscere l’inquadramento delle problematiche legate alla riproduzione, alla gravidanza e nascita, alle neoplasie femminili.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Alla fine del corso lo studente dovrà avere acquisito la conoscenza delle problematiche fisiopatologiche, cliniche e psicorelazionali riguardanti la fertilità e la salute riproduttiva femminile, la gravidanza e la sua evoluzione, l’evento nascita nella sua complessità. Dovrà inoltre avere acquisito la capacità di riconoscere i quadri più comuni di patologia ostetrico–ginecologica, orientandosi nelle misure preventive e terapeutiche fondamentali ed individuando le condizioni che necessitano dell’apporto professionale dello specialista. Il corso prevede lo sviluppo di specifiche competenze cliniche ed include attività professionalizzanti.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Alla fine del Corso lo studente dovrà avere acquisito la conoscenza delle problematiche fisiopatologiche, cliniche e psicorelazionali riguardanti la fertilità e la salute riproduttiva femminile, la gravidanza e la sua evoluzione, l’evento nascita nella sua complessità. Dovrà inoltre avere acquisito la capacità di riconoscere i quadri più comuni di patologia ostetrico – ginecologica, orientandosi nelle misure preventive e terapeutiche fondamentali ed individuando le condizioni che necessitano dell’apporto professionale dello specialista.

Modalità didattiche

  • Lezioni plenarie in aula
  • Attività seminariale per gruppi

Didattica professionalizzante in Unità Operative assistenziali

PROGRAMMA/CONTENUTO

il modello riproduttivo nella specie umana dal punto di vista biologico e fisiopatologico

i fattori di infertilità di coppia e le principali cause di infertilità di coppia e orientarsi nelle scelte terapeutiche in collaborazione con lo specialista

l’inquadramento diagnostico e il trattamento dell’anovulazione cronica

le principali procedure di riproduzione medicalmente assistita; Indirizzare verso la scelta e l’impiego di metodi contraccettivi

rischi e benefici della contraccezione estro – progestinica

gli aspetti fisiopatologici della menopausa e le eventuali problematiche cliniche ad essa correlate

le basi morfo–funzionali dello scambio materno–fetale e le sue alterazioni

le modalità di sorveglianza della gravidanza fisiologica

le procedure di diagnostica prenatale e le problematiche relative

le problematiche che configurano una gravidanza a maggior rischio (ipertensione, diabete, infezioni materno–fetali, iposviluppo fetale, parto pre-termine)

le principali cause di fallimento riproduttivo nel primo trimestre di gravidanza (aborto, gravidanza ectopica)

i quadri clinici responsabili di sanguinamento nel terzo trimestre di gravidanza (placenta previa, distacco di placenta, C.I.D.)

la fenomenologia del parto, i suoi fattori e la sua evoluzione clinica

la condizione di travaglio di parto

i parametri di sorveglianza del benessere materno-fetale in travaglio di parto

le indicazioni al taglio cesareo ed all’impiego delle procedure di operatività vaginale

le principali cause di patologia del secondamento e del post - partum

le condizioni di patologia puerperale ed il relativo trattamento

i principali quadri clinici di dolore pelvico ed i presupposti fisiopatologici della malattia endometriosica e le sue manifestazioni cliniche

le problematiche clinico - diagnostiche del fibroma uterino e le relative opzioni di trattamento

diagnosi differenziale tra i sanguinamenti genitali anomali nelle varie età della vita

il significato ed interpretazione dei risultati dello screening del carcinoma della cervice uterina

la diagnosi precoce delle principali neoplasie genitali

le alterazioni anatomo - funzionali del pavimento pelvico e le relative implicazioni di salute

le principali tipologie di interventi chirurgici in ginecologia e le relative indicazioni

i tumori ginecologici dal punto di vista anatomo-patologico, clinico e delle principali  problematiche evolutive

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Pescetto, De Cecco, Pecorari, Ragni- Ginecologia e Ostetricia. SEU Editore Roma  (IV ed. 2009)

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il docente riceve previo appuntamento via mail: venturini@unige.it

Ricevimento: previo appuntamento con mail a: valentino.remorgida@unige.it

Ricevimento: Il docente riceve previo appuntamento via mail: Simone.Ferrero@unige.it

Commissione d'esame

VALENTINO REMORGIDA (Presidente)

SERGIO COSTANTINI

CARLO MAGANZA

SIMONE FERRERO

PIER LUIGI VENTURINI

LEZIONI

Modalità didattiche

  • Lezioni plenarie in aula
  • Attività seminariale per gruppi

Didattica professionalizzante in Unità Operative assistenziali

ESAMI

Modalità d'esame

E 32- Prova d’esame orale

Modalità di accertamento

La verifica dell’apprendimento avviene attraverso il solo esame finale che mira ad accertare l’  effettiva acquisizione, da parte dello studente, dei risultati di apprendimento attesi.

Lo studente per superare l’esame, dovrà riportare una votazione non inferiore a 18/30, dimostrando di:

  • Conoscere le principali tematiche della disciplina.

Il voto di 30/30 con eventuale lode sarà conferito quando le conoscenze/competenze della materia saranno eccellenti