PATOLOGIA GENERALE

PATOLOGIA GENERALE

_
iten
Codice
61197
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
9 cfu al 2° anno di 8745 MEDICINA E CHIRURGIA (LM-41) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/04
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (MEDICINA E CHIRURGIA )
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

L’insegnamento di Patologia Generale si propone di identificare le cause di malattia e la loro diversa natura: chimica, fisica, biologica (Eziologia);  conoscere le diverse modalità con le quali tali cause apportano danno all’organismo  (Patogenesi);  individuare i meccanismi di difesa propri dell’organismo tramite lo studio della fisiologia del Sistema Immunitario e delle anomalie del suo funzionamento (Immunologia e Immunopatologia)

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Approfondire le basi generali dell’ereditarietà. Comprendere i principi della diagnostica molecolare per caratteri e malattie mendeliane nonché i meccanismi che sono alla base e le conseguenze delle mutazioni geniche. Conoscere le applicazioni in campo medico delle moderne tecniche di analisi di genetica molecolare e genomica. Sapere valutare il tipo di trasmissione ereditaria di caratteri attraverso l’esame di alberi genea-logici, il rischio di ricorrenza di malattia nei soggetti appartenenti a famiglie con uno o più membri affetti e le frequenze geniche nella popolazione. Conoscere i metodi di studio fondamentali delle malattie ereditarie complesse.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il Corso di Patologia Generale si propone di trasmettere allo studente la conoscenza delle basi eziologiche e dei meccanismi patogenetici delle malattie nell’uomo e di analizzarne i principali aspetti cellulari e molecolari.

Lo studente inoltre dovrà comprendere i diversi meccanismi immunologici che intervengono nella risposta immunitaria e le patologie responsabili dell’alterato funzionamento del sistema immunitario. Grazie alle conoscenze acquisite lo studente dovrà essere in grado di affrontare criticamente lo studio delle materie cliniche previste nei programmi dei corsi degli anni successivi

Modalità didattiche

L’insegnamento si articola in 90 ore di lezioni teoriche frontali su tutti gli argomenti del programma.

Tali argomenti vengono illustrati dal Docente medianti presentazioni in Power Point che vengono salvate e condivise su Aula Web.

I docenti consigliano comunque sempre l’utilizzo di un libro di testo di riferimento per ampliare la visione di insieme della materia. E’ previsto l’obbligo di frequenza di almeno il 75% delle ore di lezione.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Concetto di malattia, eziologia, patogenesi, danno patologico.

 

Cause di malattia:

Effetti biologici delle radiazioni eccitanti e ionizzanti. Effetti biologici delle alte e basse temperature. Effetti biologici dei traumi.

Cause di malattia di natura chimica.

Effetti patogeni dei radicali liberi. Meccanismi di difesa verso i radicali liberi.

Cause alimentari di malattia.

Cause biologiche di malattia: patogenesi delle infezioni batteriche, virali e parassitarie. Tossine batteriche. Superantigeni. Tetano. Difterite.  Patologie da Streptococco e post-streptococciche. Virus citopatici e non citopatici. HBV, HCV. Influenza. Malaria.

 

Patologia cellulare:

Danno cellulare. Adattamenti cellulari. Processi regressivi. Atrofie. Processi degenerativi intracellulari e della matrice extracellulare. Malattie lisosomiali.

Morte cellulare: apoptosi e necrosi.

Infiammazione:

Infiammazione acuta. Cellule e recettori dell’immunità innata. Difetti dell’immunità innata.

Mediatori chimici e citochine infiammatorie. Chemochine. Migrazione leucocitaria.

Effetti sistemici dell’infiammazione. Proteine di fase acuta. Shock settico.

Esiti dell’infiammazione acuta. Guarigione delle ferite. Classificazione delle infiammazioni acute.

Infiammazione cronica. Granulomi. Malattie autoinfiammatorie.

 

Immunologia and  Immunopatologia

Il sistema immunitario: Cellule e organi. Caratteristiche generali della risposta innata e acquisita. Origine e maturazione dei linfociti T e B Riarrangiamento dei geni delle immunoglobuline e del TCR. Il complesso Maggiore di Istocompatibilità (MHC) La processazione e presentazione dell’antigene ai linfociti T. Le Cellule dendritiche. Attivazione dei linfociti T e meccanismi effettori:Linfociti T citotossici. Linfociti T helper. Le citochine. Le cellule Natural Killer. Attivazione dei linfociti B e meccanismi effettori. Struttura e funzione degli anticorpi. Meccanismi di difesa contro batteri extracellulari ed endocellulari. Meccanismi di difesa contro i virus. Meccanismi di escape virale. Immunità Mucosale. Le Reazioni di ipersensibilità di tipo I, II, III e IV.  Le ID primitive dell’Immunità acquisita. L’Autoimmunità: meccanismi della tolleranza centrale e periferica. Classificazione principali malattie autoimmuni e loro caratteristiche.  I vaccini: principio della vaccinazione. Immunizzazione attiva e passiva. Memoria immunologica. Trapianti di organi solidi, classificazione e meccanismi del rigetto. Farmaci immunosoppressori. Trapianto cellule staminali ematopoietiche. Immunità antitumorale. Escape Tumorale. Cenni di Immunoterapia antitumorale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Robbins, Kumar & Klatt - Le basi patologiche delle malattie. EDRA Masson.

Rubin, Strayer - Patologia generale e fisiopatologia generale. Piccin.

Pontieri, Russo, Frati - Istituzioni di patologia generale e fisiopatologia generale. Piccin.

Dianzani -Trattato di Patologia Generale. UTET.

Parham - Il Sistema Immunitario. Edises.

Abbas, Lichtman, Pillai - Immunologia cellulare e molecolare. EDRA Masson.

Mak, Saunders - Fondamenti di Immunologia. Zanichelli.

Kuby - Immunologia. UTET

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento, contattare il Docente via mail: mariacristina.mingari@unige.it

Ricevimento: Ricevimento su appuntamento richiesto dallo studente tramite e-mail Claudia.Cantoni@unige.it o telefono (010 56362845).

Ricevimento: Gli studenti possono contattare la docente per mail maidep@unige.it 

Ricevimento: Su appuntamento, contattare il Docente via mail: gabriella.pietra@unige.it

Commissione d'esame

MARIA CRISTINA MINGARI (Presidente)

GABRIELLA PIETRA (Presidente)

ANNA MARIA SCHITO

MARIA ADELAIDE PRONZATO

ANNA MARCHESE

EUGENIO DEBBIA

PAOLA GHIORZO

WILLIAM BRUNO

CLAUDIA CANTONI

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si articola in 90 ore di lezioni teoriche frontali su tutti gli argomenti del programma.

Tali argomenti vengono illustrati dal Docente medianti presentazioni in Power Point che vengono salvate e condivise su Aula Web.

I docenti consigliano comunque sempre l’utilizzo di un libro di testo di riferimento per ampliare la visione di insieme della materia. E’ previsto l’obbligo di frequenza di almeno il 75% delle ore di lezione.

 

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame consta di una prova orale e si svolge alla presenza dei docenti del Corso.

Il colloquio ha la durata di circa 30 minuti e verte sul programma svolto a lezione.

Mediante la discussione di diversi argomenti la Commissione verifica il raggiungimento degli obiettivi formativi previsti dall’insegnamento

Modalità di accertamento

 

La verifica dell’apprendimento avviene attraverso il solo esame finale che mira ad accertare l’effettiva acquisizione da parte dello studente dei risultati di apprendimento attesi.

Lo studente per superare l’esame, riportare quindi un voto non inferiore a 18/30, dovrà dimostrare di:

- conoscere  le basi eziologiche e i meccanismi patogenetici delle malattie nell’uomo e di saperne analizzare i principali aspetti cellulari e molecolari.

- comprendere i diversi meccanismi immunologici che intervengono nella risposta immunitaria e le patologie responsabili dell’alterato funzionamento del sistema immunitario.

 

Concorrono al voto finale espresso in trentesimi:

  • Capacità di trattare in maniera trasversale e critica gli argomenti richiesti;

-Correttezza, chiarezza, sintesi e fluidità espositiva;

-Padronanza della materia;

- Adozione di  una terminologia  appropriata

Il voto di 30/30 con eventuale lode sarà conferito quando le conoscenze/competenze della materia sono eccellenti.

 

 

 

 

 

ALTRE INFORMAZIONI

Il ricevimento degli studenti frequentanti e non, viene concordato di volta in volta con i docenti previo invio di una e-mail.