PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO

_
iten
Codice
65475
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
1 cfu al 1° anno di 9282 LOGOPEDIA (L/SNT2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-PSI/04
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (LOGOPEDIA)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso della durata di 10 ore introduce gli studenti nel campo della psicologia dello sviluppo fornendo conoscenze di base teoriche ed applicative. 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

I principali obiettivi del corso sono:

  •   fornire un quadro di riferimento teorico e metodologico per lo studio dei processi di sviluppo;
  •   introdurre alla conoscenza dello sviluppo psicologico dalla nascita alla vecchiaia nelle diverse aree di sviluppo (motorio, cognitivo, linguistico, emotivo, sociale);
  •   fornire strumenti applicativi sia in ambito di ricerca che in ambito clinico utili ad osservare ed analizzare (a) il primo sviluppo del linguaggio e della comunicazione; (b) lo sviluppo dei processi cognitivi (es. memoria di lavoro e funzioni esecutive); (c) il temperamento

Modalità didattiche

Lezioni frontali

Discussioni di gruppo

Esercitazioni in piccolo gruppo. 

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Introduzione alla psicologia dello sviluppo: 
    • Che cosa studia la psicologia dello sviluppo;
    • Le domande dello sviluppo;
    • I problemi nella spiegazione dello sviluppo 
    • Dalla psicologia generale alla psicologia dello sviluppo (brevi cenni ai seguenti autori: Wundt, Darwin, Galton, James, Hall)
    • I primi studi osservativi sullo sviluppo infantile
    • La nascita della psicometria (brevi cenni sui seguenti autori: Galton, Binet & Simon, Standford & Binet)
    • Il comportamentismo 
    • Il condizionamento classico di Pavlov
    • Il condizionamento operante di Skinner
    • L'apprendimento osservativo di Bandura
  • Autori e teorie nella psicologia dello sviluppo cognitivo
    • Jean Piaget
    • Lev Semenovich Vygotskij
    • Jerome Bruner
    • Approccio dell'elaborazione dell'informazione (Approfondimento su: Il modello di Atkinson & Shiffrin sui magazzini di memoria e successive revisioni del modello)
    • I neo-Piagetiani (brevi cenni sui seguenti autori: Case e Pascual-Leone) 
  • Dal periodo prenatale alla nascita del bambino
  • La prima infanzia:
    • sviluppo motorio
    • sviluppo cognitivo: sviluppo cognitivo secondo la teoria stadiale di Piaget, la permanenza dell'oggetto (errore A-non-B) secondo Piaget e critiche/spiegazioni alternative 
    • sviluppo emotivo: il concetto di emozione, le teorie delle emozioni (teoria della differenziazione, teoria differenziale, approccio organizzazionale o funzionale), il primo sviluppo delle emozioni (dai prototipi fisiologici alle emozioni vere e proprie), la regolazione delle emozioni, la comprensione delle espressioni, l'origine delle differenze individuali (il concetto di temperamento e strumenti utili per analizzare il temperamento del bambino)
    • sviluppo sociale: lo sviluppo del legame di attaccamento, la teoria dell'attaccamento, la strange situation di Ainsworth
  • L'età prescolare:  
    • sviluppo cognitivo: sviluppo cognitivo secondo la teoria stadiale di Piaget, lo sviluppo della rappresentazione simbolica (approfondimento sullo sviluppo del disegno infantile), la teoria della mente, lo sviluppo della memoria di lavoro e delle funzioni esecutive (approfondimento su alcuni strumenti utili)
    • sviluppo emotivo: lo sviluppo delle emozioni, la conoscenza delle emozioni, l'autoregolazione delle emozioni (breve approfondimento)
    • sviluppo sociale: la teoria dei sistemi ecologici di Bronfenbrenner, relazioni sociali nel contesto familiare, relazioni sociali con i pari
  • Approfondimento: sviluppo del linguaggio nella prima infanzia ed in età prescolare e strumenti applicativi
    • Lo sviluppo del linguaggio secondo l'approccio innatista
    • Lo sviluppo del linguaggio secondo l'approccio cognitivista
    • Lo sviluppo del linguaggio secondo l'approccio neuro-costruttivista (Autore di riferimento: A. Karmiloff-Smith)
    • Lo sviluppo del linguaggio secondo l'approccio cognitivista-funzionalista (Autore di riferiemento: E. Bates)
    • Lo sviluppo del linguaggio ed altri domini di sviluppo (aspetti socio-emotivi, cognitivi e percettivi)
    • Le principali tappe dello sviluppo linguistico nella prima infanzia ed in età prescolare
    • Lo sviluppo fonologico (brevi cenni)
    • Lo sviluppo lessicale
    • Lo sviluppo sintattico
    • Lo sviluppo morfo-sintattico
    • Alcuni strumenti utili per valutare lo sviluppo del linguaggio nelle prime fasi di vita
  •  L'età scolare:
    • sviluppo cognitivo: sviluppo cognitivo secondo la teoria stadiale di Piaget, lo sviluppo dei sistemi simbolici, lo sviluppo della conoscenza metacognitiva, lo sviluppo dei processi cognitivi (es. memoria di lavoro e funzioni esecutive)
    • sviluppo emotivo: autoregolazione, comprensione delle emozioni miste
    • sviluppo sociale: rapporto tra pari e sentimento di amicizia, il legame di attaccamento
    • Breve approfondimento sull'apprendimento scolastico (imparare a leggere, imparare a scrivere, imparare i numeri) e possibili difficoltà (breve approfondimento sui Bisogni Educativi Speciali)
  • L'adolescenza:
    • sviluppo fisico
    • sviluppo cognitivo:  sviluppo cognitivo secondo la teoria stadiale di Piaget e spiegazioni successive, lo sviluppo del pensiero narrativo, lo sviluppo della memoria di lavoro e dei processi di controllo
    • sviluppo emotivo: la transizione all'età adulta, la "crisi" , il benessere emotivo dell'adolescente, l'autoregolazione e la competenza emotiva
    •  sviluppo sociale: nuovi legami di attaccamento (i primi legami di coppia),  l'importanza del confronto tra pari
  • L'età adulta e la vecchiaia:
    • sviluppo cognitivo: i concetti di "intelligenza fluida" e "intelligenza cristallizzata"
    • sviluppo emotivo: l'intelligenza emotiva, le emozioni come strategia
    • sviluppo sociale: l'attaccamento e il cambiamento delle relazioni con gli altri

TESTI/BIBLIOGRAFIA

TESTI D'ESAME

Materiale didattico fornito a lezione dal docente e pubblicato su Aulaweb
Berti, A.E., Bombi, A.S., (2005). Corso di Psicologia dello Sviluppo. Bologna, Il Mulino.

TESTI INTEGRATIVI

Berti, A.E., Bombi, A.S.,(2005). Introduzione alla Psicologia dello sviluppo. Bologna, Il Mulino.

Caselli, M.C., Bello, A., Rinaldi, P., Stefanini, S., Pasqualetti, P. (2015). Il Primo Vocabolario del Bambino: Gesti, Parole e Frasi. Valori di riferimento fra 8 e 36 mesi delle Forme complete e delle Forme brevi del questionario MacArthur-Bates CDI. Milano, Franco Angeli. 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Gli studenti potranno contattare il docente all'indirizzo e-mail: panesi.sabrina@gmail.com. Il ricevimento è su appuntamento. 

Commissione d'esame

GRAZIA MARIA SANTORO (Presidente)

ELISA PELOSIN

SABRINA PANESI

ANNAMARIA BAGNASCO

MARIA CARMELA CAVATI

MARIA LAURA INGLESE

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali

Discussioni di gruppo

Esercitazioni in piccolo gruppo. 

INIZIO LEZIONI

Si rinvia alla voce Orario delle lezioni

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO

ESAMI

Modalità d'esame

 Orale

Modalità di accertamento

Le conoscenze dello studente verranno valutate attraverso un colloquio orale. Durante il colloquio, lo studente dovrà dimostrare di aver compreso che cos'è e che cosa studia la psicologia dello sviluppo, quali sono i principali approcci teorici e possedere un inquadramento teorico generale sulle diverse aree di sviluppo (motorio, cognitivo, linguistico, emotivo, sociale) durante tutto l'arco di vita. Inoltre lo studente dovrà dimostrare di possedere un buon spirito critico che permette non solo di immagazzinare i concetti teorici principali suddetti ma anche riuscire a fare dei collegamenti tra la teoria e la pratica.

 

ALTRE INFORMAZIONI

Trattandosi di esami di Corso Integrato, il non superamento di una singola  disciplina prevede la ripetizione dell’intero esame.