AUDIOPROTESI I APA ANALOGICI

AUDIOPROTESI I APA ANALOGICI

_
iten
Codice
65654
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
3 cfu al 2° anno di 9292 TECNICHE AUDIOPROTESICHE (L/SNT3) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/50
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TECNICHE AUDIOPROTESICHE)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Apprendere le basi delle modificazioni elettriche che caratterizzano il paziente ipoacusico e le conseguenti problematiche da affrontare in fase di protesizzazione. Apprendere la procedura da eseguire per la presa d'impronta con individuazione delle varie problematiche. Conoscere il significato di ipoacusia, analizzare i parametri fisici ed i fattori che caratterizzano la percezione acustica. Acquisire nozioni relative all'audiometria tonale liminare, conoscere le tecniche e le apparecchiature per l'esecuzione degli esami audiometrici.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L'insegnamento di APA Analogici si prefigge di approfondire una conoscenza sulle principali tecniche degli esami soggettivi ed oggettivi a disposizione dell'audioprotesista. Una parte del programma è dedicata anche alla spiegazione di quelle che sono le caratteristiche del suono. 

Modalità didattiche

Il corso viene tenuto nel primo semestre del II anno attraverso lezioni frontali che si avvalgono di proiezioni di diapositive. 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Esame funzione uditiva

  • prove con la voce
  • prove con il diapason (Test di Rinne,Test di Weber,Test di Schwabach)
  • audiometria tonale liminare  
  • mascheramento
  • valutazione adattamento uditivo
  • Carhart Tone-Decay test da Rosenberg
  • fatica uditiva
  • audiometria tonale sopraliminare
  • metodo del bilanciamento biauricolare-metodo Fowler
  • Prova di Luscher
  • S.I.S.I Test
  • audiometria vocale
  • curve di intelligibilità,prove verbali sensibilizzate-test psicoacustici

acustica fisiologica e psicoacustica

  • suono
  • lunghezza d'onda-frequenza-ampiezza-interferenza
  • bel -decibel-son
  • campo dinamico
  • soglia del dolore
  • adattamento e fatica uditiva
  • rapporto segnale rumore
  • rumore
  • tono puro-rumore a banda stretta-rumore a banda larga

apparato vestibolare anatomia -fisiologia

  • sistema vestibolare
  • utricolo-sacculo
  • stimolazione cellule sensoriali
  • canali semicircolari
  • stimolazione cellule sensoriali
  • vie vestibolari centrali
  • nistagmo
  • vertigine
  • definizione-eziologia
  • vertigine periferica
  • vertigine centrale
  • inquadramento diagnostico (anamnesi-esame obiettivo-esami strumentali)

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Materiale didattico viene fornito dal docente durante la lezione e messo a disposizione su Aulaweb.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Ricevimento studenti su appuntamento. e-mail: stefano.ottoboni@unige.it

Commissione d'esame

SERGIO PAGNACCO

LUCA GUASTINI

FRANCESCO MORA

VILDERIO VANZ

STEFANO OTTOBONI

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso viene tenuto nel primo semestre del II anno attraverso lezioni frontali che si avvalgono di proiezioni di diapositive. 

INIZIO LEZIONI

L'insegnamento viene svolto nel 1° semestre. Le lezioni hanno inizio generalmente a ottobre di ogni Anno Accademico e si concludono entro dicembre dello stesso anno.

ESAMI

Modalità d'esame

Gli esami del C.I. si svolgono in unico momento, nelle date stabilite per ciascuna sessione (Sessione invernale: gennaio - febbraio; Sessione estiva: giugno, luglio e settembre). Per ciascuna attività formativa che compone il C.I., la verifica dell'apprendimento avviene in forma orale.

Modalità di accertamento

La modalità di verifica tramite il colloquio orale permette oltre che a valutare il grado di preparazione individuale degli studenti, anche la correttezza e la proprietà di linguaggio con particolare riferimento al gergo tecnico.