AUTONOMIE TERRITORIALI IN EUROPA – MOD. B

AUTONOMIE TERRITORIALI IN EUROPA – MOD. B

_
iten
Codice
95283
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
6 cfu al 1° anno di 8772 AMMINISTRAZIONE E POLITICHE PUBBLICHE (LM-63) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/21
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (AMMINISTRAZIONE E POLITICHE PUBBLICHE )
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Obiettivo formativo del corso è fornire un’approfondita conoscenza dei processi di decentramento territoriale negli Stati dell’Unione europea, della relativa distribuzione di competenze e delle forme di cooperazione tra i diversi livelli di governo, consentendo una migliore comprensione delle modalità di partecipazione delle autonomie regionali e locali all’elaborazione e attuazione delle politiche pubbliche dell’UE.

Modalità didattiche

Il corso si articola in lezioni frontali ed eventuali seminari di approfondimento.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso affronta, in chiave comparatistica, le seguenti tematiche:

- Forme istituzionali di decentramento territoriale del potere politico (federalismo e regionalismo)

- Tendenze evolutive dei sistemi di governo locale in Europa

- Integrazione funzionale e istituzionale delle autonomie territoriali nell’ordinamento dell’UE

- Forme di collaborazione tra livelli territoriali di governo, le procedure della multilevel governance

- Analisi di specifiche politiche multilivello

- Ruolo delle autonomie territoriali nella gestione di alcuni servizi pubblici.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Si consiglia lo studio dei seguenti testi:

- A. Reposo, Profili dello Stato autonomico. Federalismo e regionalismo, G. Giappichelli Editore, Torino, 2016 (con esclusione delle esperienze extraeuropee).

- M. Mazza, Federalismo, regionalismo e decentramento nella prospettiva della comparazione fra i sistemi di amministrazione (o governo) locale, in Istituzioni del Federalismo, 4, 2012, pp. 829-856 (il documento sarà reperibile su AulaWeb).

- A. Simonato, Multilevel governance. Profili costituzionali. Il coordinamento tra Regioni, Stato e UE, CLEUP, Padova, 2016.

Nel corso dell’anno, potranno essere segnalati volumi alternativi per gli studenti stranieri e testi di approfondimento.

Gli studenti frequentanti potranno sostituire parte del volume di A. Simonato con il materiale fornito dal docente (e pubblicato su AulaWeb), sulla base degli argomenti trattati durante le lezioni e secondo le indicazioni che verranno comunicate all’inizio del corso.

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: La professoressa Magarò riceve gli studenti il mercoledì, dalle ore 13.00 alle ore 15.00, presso l’Albergo del Poveri, torre centrale, quinto piano.

Commissione d'esame

PATRIZIA MAGARO' (Presidente)

FRANCESCO PESCE (Presidente)

MARIA ANGELA ORLANDI

ADRIANO GIOVANNELLI

STEFANO DOMINELLI

LAURA CARPANETO

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso si articola in lezioni frontali ed eventuali seminari di approfondimento.

INIZIO LEZIONI

Le lezioni si svolgeranno nel secondo semestre dell’a.a. 2017/2018, secondo il calendario che verrà comunicato.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

AUTONOMIE TERRITORIALI IN EUROPA – MOD. B

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame si svolge in forma orale.  

La Commissione di esame è designata dal Consiglio di Dipartimento e comprende entrambi i docenti titolari dei due moduli di insegnamento.

Lo studente dovrà iscriversi telematicamente all’esame, entro i tempi previsti. La mancata iscrizione comporta l’impossibilità di sostenere la prova.

Modalità di accertamento

La valutazione della prova orale d’esame tiene conto della conoscenza delle tematiche oggetto del corso, delle modalità espositive, delle capacità di analisi critica e rielaborazione personale dei temi studiati.