LINGUAGGIO GIORNALISTICO MOD.A

LINGUAGGIO GIORNALISTICO MOD.A

_
iten
Codice
67448
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
6 cfu al 1° anno di 8769 INFORMAZIONE ED EDITORIA (LM-19) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SPS/08
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INFORMAZIONE ED EDITORIA )
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

Il corso tende a dare spunti per riconoscere la notizia, le sue componenti, la sua struttura, la sua formazione anche indicazioni sul lavoro giornalistico.

Si tratta anche di linguaggi dei diversi media (carta stampata, tv, radio, web) e, a proposoto di televisione, di alcuni strumenti principali.

Legato al discorso dell'informazione si approfondisce il tema della comunicazione verso i media.

Una parte del corso tende ad approfondire format di scrittura giornalistica per i diversi media.

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il modulo presenta i diversi contesti in cui il fatto diventa notizia, i criteri di notiziabilità, le strategie di comunicazione, i linguaggi dei diversi media (stampa, radio, tv, web) e le attività di p.r. e di comunicazione, i ruoli e compiti degli uffici stampa dell’informazione, attraverso lezioni frontali ed attività pratiche.

Modalità didattiche

Lezioni frontali con discussione.

Interventi in aula di giornalisti e altri esponenti del mondo della comunicazione/informazione.

Esercitazioni scritte.

PROGRAMMA/CONTENUTO

La notizia: dal “fiuto” alla tecnica: Il processo di notiziabilità: come un fatto diventa notizia; La regola delle “5W” e l'arena dell’informazione; Il ruolo del “mediatore” e del media: la mediatizzazione della realtà; La notizia per i media: tra differenze e omogeneità; La fonte di informazione: tra player e testimone; Fatti, fattoidi e pseudoeventi. I format dell'articolo.

Scrivere una notizia: i linguaggi dei media: Lingua e linguaggio; La stessa notizia su media diversi; Views e news: articoli di commento e articoli di cronaca; L’intervista; Ipertesto e linguaggio dei new media; Il “vestito” della notizia: cenni di grafica; La convergenza dei media e la divergenza dei linguaggi; I codici di scrittura e di linguaggio

Le aziende editoriali: Struttura dell'azienda editoriale e sue peculiarità; La filiera della distribuzione; La filiera della pubblicità

La televisione: I telegiornali; I reality; I talk show; le nuove tendenze; il linguaggio; le caratteristiche tecniche e di programmazione.

Giornalismo online: caratteristiche, limiti, linguaggio.

Comunicare ai comunicatori: Comunicazione e informazione; uffici stampa e pr; spin doctor; scrivere per chi informa; gli strumenti della comunicazione.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

M. Bottaro, Metamorfosi della realtà, Ecig, 2016

Un testo supplementare concordato con il docente per chi frequenta meno del 60% delle lezioni.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Prima o dopo la lezione. Appuntamenti concordati via mail, contattando preventivamente il docente via mail, all'indirizzo bottaro@e-redazione.it

Commissione d'esame

MARIO BOTTARO (Presidente)

DIANA LETIZIA

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali con discussione.

Interventi in aula di giornalisti e altri esponenti del mondo della comunicazione/informazione.

Esercitazioni scritte.

INIZIO LEZIONI

Il Corso si svolgerà nel secondo semestre. Inizio delle lezion lunedì 19 febbraio 2018.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

LINGUAGGIO GIORNALISTICO MOD.A

ESAMI

Modalità d'esame

Orale con esercitazioni scritte durante il semestre

Prova scritta per chi frequenta meno del 60% delle lezioni