STORIA DEL GIORNALISMO

STORIA DEL GIORNALISMO

_
iten
Codice
57188
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
9 cfu al 1° anno di 8769 INFORMAZIONE ED EDITORIA (LM-19) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-STO/04
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INFORMAZIONE ED EDITORIA )
periodo
1° Semestre

PRESENTAZIONE

Il corso si propone di far conoscere i contesti culturali, politici, economici e sociali che hanno determinato la nascita dei diversi generi giornalistici fino al consolidarsi dei sistemi di informazione complessi; attenzione specifica sarà dedicata al giornalismo italiano. Le lezioni frontali si svolgono con il supporto di Aulaweb per attività pratiche obbligatorie per tutti (rassegna stampa, forum ecc.).

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso generale si propone di far conoscere i contesti culturali, politici, economici e sociali che hanno determinato la nascita dei diversi generi fino al consolidarsi di sistemi di informazione complessi. Nella seconda parte vengono tracciate le linee di sviluppo del giornalismo in Italia con l'analisi critica dei fogli che più hanno inciso sulla crescita della società italiana, dalla fine del XVI secolo a oggi. Il corso monografico propone l'approfondimento di tematiche specifiche. Le attività seminariali partono dalla sollecitazione di eventi dell'attualità (percorsi della libertà di stampa, ruolo del giornalista tra informazione e disinformazione, rapporti tra stampa, televisione e nuovi media, etc.) al fine di orientare lo studente verso una verifica corretta del contesto storico che li ha determinati. Per gli studenti che non possono frequentare regolarmente le lezioni sono organizzate attività di supporto a distanza attraverso Aulaweb.

Modalità didattiche

Le lezioni sono frontali con il più ampio supporto di Aulaweb, utilizzato per varie attività (rassegna stampa sui temi dell'informazione, forum di libera discussione, recensioni ecc.). Tutte le attività in Aulaweb sono da considerarsi obbligatorie per tutti,  frequentanti e non frequentanti. Inoltre tutti sono inviati a collaborare al Blog del Giornalismo riflessivo, spazio di scrittura per gli studenti del corso.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Per l'esame gli studenti dovranno studiare un manuale a carattere generale, un volume di approfondimento su un tema specifico  e presentare la recensione scritta di una lettura critica.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Per l'esame gli studenti dovranno studiare un manuale a carattere generale, un volume di approfondimento su un tema specifico  e presentare la recensione scritta di una lettura critica.

- Testi consigliati per la parte generale (uno a scelta):

  • O. Bergamini, La democrazia della stampa. Storia del giornalismo Laterza, Roma-Bari, 2013;
  • M. Forno, Informazione e potere. Storia del giornalismo italiano, Roma, Laterza, Roma-Bari, 2017
  • G. Gozzini,  Storia del giornalismo. Dalle gazzette cinesi a Internet, Bruno Mondadori, Milano, 2011;
  • NB: In alternativa gli studenti frequentanti per la parte generale potranno utilizzare le dispense del corso disponibili in AW. 

A tutti è anche richiesto l’approfondimento di argomenti più specifici della parte generale scegliendo uno dei seguenti testi:

  • P. Allotti, Quarto potere. Giornalismo e giornalisti nell'Italia contemporanea, Carocci, Roma, 2017.
  • M. Càndito, C'erano i reporter di guerra. Storie di un giornalismo difficile da Hemingway a Internet, Baldini & Castoldi,  Milano, 2016.
  • R. Fiengo, Il cuore del potere. "Il “Corriere della Sera” nel racconto di un suo storico giornalista", Chiarelettere, Milano, 2016.
  • F. Recanatesi, La mattina andavamo in piazza Indipendenza, Cairo editore, Milano, 2016.
  • A. Pettegree, L'invenzione delle notizie. Come il mondo conobbe se stesso,   Einaudi, Torino,  2015.

- Inoltre  è richiesta la recensione scritta di una delle letture critiche che saranno segnalate in AW (vedi forum dedicato alle recensioni).

Tutti potranno collaborare al Blog del Giornalismo riflessivo, spazio di scrittura per gli studenti del corso.

*Chi non ha l’opportunità di frequentare all’inizio del corso dovrà prenotare un colloquio con la docente ed iscriversi ad Aulaweb. Gli studenti Erasmus potranno concordare programmi specifici.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Martedì e Giovedì h. 10,30-12,30 presso il DISPO, Albergo dei Poveri, Via Emanuele Brignole 2 cancello, Torre centrale Piano 3B studio 68. Contatti: Tel.  010.20951151 - e-mail: mmilan@unige.it

Commissione d'esame

MARINA MILAN (Presidente)

RENZO REPETTI

LARA PICCARDO

ROSANNA BIANCO

GUIDO LEVI

LEZIONI

Modalità didattiche

Le lezioni sono frontali con il più ampio supporto di Aulaweb, utilizzato per varie attività (rassegna stampa sui temi dell'informazione, forum di libera discussione, recensioni ecc.). Tutte le attività in Aulaweb sono da considerarsi obbligatorie per tutti,  frequentanti e non frequentanti. Inoltre tutti sono inviati a collaborare al Blog del Giornalismo riflessivo, spazio di scrittura per gli studenti del corso.

INIZIO LEZIONI

Il corso di Storia del giornalismo si svolge nel primo semestre (18.9 - 7.12.2017)

Le lezioni si svogeranno presso l'Albergo dei Poveri.

Per tutte le informazioni utili gli studenti sono invitati ad iscriversi fin dal primo giorno ad Aulaweb per ricevere regolarmente tutti gli avvisi utili.

*Link al Calendario didattico a.a. 2017-2018

http://www.dispo.unige.it/sites/www.dispo.unige.it/files/pagine/Calendario%20didattico%2020172018_0.pdf

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

STORIA DEL GIORNALISMO

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame sarà orale, comprensivo della verifica delle attività svolte in Aulaweb (da considerarsi obbligatorie per tutti frequentanti e non frequentanti).

Modalità di accertamento

Durante il corso saranno predisposte verifiche periodiche sulla comprensione delle parti presentate a lezione utilizzando il portale di Aulaweb.

ALTRE INFORMAZIONI

Chi non ha l’opportunità di frequentare all’inizio del corso dovrà prenotare un colloquio con la docente ed iscriversi ad Aulaweb.

Gli studenti Erasmus potranno concordare programmi specifici contattando al più presto la docente del corso..