FISICA TECNICA

FISICA TECNICA

_
iten
Codice
95250
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
6 cfu al 2° anno di 9274 DESIGN DEL PRODOTTO E DELLA NAUTICA (L-4) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ING-IND/11
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (DESIGN DEL PRODOTTO E DELLA NAUTICA)
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso si propone di fornire le conoscenze di base necessarie alla comprensione dei principali fenomeni fisici interessanti la progettazione della nautica da diporto, affrontando in particolare lo studio della termodinamica dei sistemi energetici e la trasmissione del calore.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Lo scopo del corso è la formazione di un soggetto in grado di analizzare e risolvere semplici problemi nei diversi campi della fisica tecnica (termodinamica applicata, trasmissione del calore, acustica e illuminotecnica), favorendo contemporaneamente l’acquisizione di un adeguato linguaggio tecnico-scientifico.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Scopo del corso è quello tendere alla formazione di un soggetto in grado di affrontare semplici calcoli relativi a problemi di termodinamica, analisi energetica dei sistemi e scambio termico, favorendo contemporaneamente l’acquisizione di un adeguato linguaggio tecnico-scientifico quale strumento indispensabile sia alla comprensione di documentazioni tecniche sia al dialogo con i diversi attori del processo di progettazione e costruzione delle imbarcazioni da diporto.
Preliminare e indispensabile allo studio dei fenomeni fisici è la dimestichezza con le grandezze fisiche della meccanica e le relative unità di misura: al richiamo delle stesse viene infatti dedicata la parte introduttiva del corso.
Il corso affronta quindi i principali temi della termodinamica tecnica, mediante l'analisi dei sistemi termodinamici e degli scambi energetici che li caratterizzano.
Di seguito si passa allo studio dei principali meccanismi di scambio termico, conduzione, convezione e irraggiamento.
Con lo scopo di favorire un'adeguata comprensione critica dei fenomeni, sono anche previste esercitazioni numeriche finalizzate alla risoluzione di semplici problemi.

PREREQUISITI

Sono necessarie per affrontare efficacemente i contenuti dell’insegnamento le seguenti conoscenze matematiche di base.

  • Calcolo di aree e volumi di geometrie semplici.
  • Funzioni: retta, modulo, parabola, iperbole, logaritmo, esponenziale, funzioni trigonometriche (seno, coseno, tangente e relative funzioni inverse).
  • Risoluzione di equazioni e di primo e secondo grado, di equazioni con logaritmi e funzioni trigonometriche.
  • Disequazioni semplici.
  • Significato di passaggio al limite.
  • Calcolo differenziale di una variabile reale: interpretazione geometrica del concetto di derivata ed integrale, calcolo di derivate e primitive di funzioni semplici.
  • Equazioni differenziali ordinarie alle variabili separabili del primo e del secondo ordine.

Per poter affrontare la risoluzione di semplici problemi numerici è inoltre necessaria una adeguata dimestichezza nell'uso di una calcolatrice scientifica.

Modalità didattiche

La didattica viene svolta alternando lezioni teoriche ad esercitazioni pratiche/numeriche.

PROGRAMMA/CONTENUTO

I principali argomenti trattati sono i seguenti.

RICHIAMI DI FISICA GENERALE: meccanica, statica dei fluidi, cenni di elettricità.

TERMODINAMICA TECNICA: sistemi termodinamici, temperatura, calore, lavoro meccanico, primo principio della termodinamica per sistemi chiusi e aperti, cenni sul secondo principio della termodinamica, proprietà termodinamiche delle sostanze pure, dinamica dei fluidi.

TRASMISSIONE DEL CALORE: conduzione, convezione, irraggiamento, meccanismi combinati di scambio termico.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Bergero S., Chiari A., Appunti di termodinamica, Aracne editrice, 2007.
Bergero S., Chiari A., Appunti di trasmissione del calore, Aracne editrice, 2012.
Bergero S., Cavalletti P., Chiari A., Problemi di Fisica Tecnica, Dario Flaccovio, 2014.

Nell'aulaweb del corso viene messo a disposizione degli studenti ulteriore materiale didattico necessario, tra cui le dispense per l'argomento "Richiami di fisica generale", la bibliografia di riferimento completa, esercizi proposti e risolti, testi di esami passati, ecc.).

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: I giorni indicativi per il ricevimento studenti sono il Martedì, presso il Polo di La Spezia, e il Mercoledì, presso l'ufficio del docente nella Sede di Genova (con possibilità di collegamento via Skype). In tutti i casi gli studenti interessati dovranno prendere appuntamento, inviando una mail almeno due giorni prima.

Commissione d'esame

ANNA CHIARI (Presidente)

MARIO MISALE

STEFANO LAZZARI

FRANCESCO DEVIA

STEFANO BERGERO

LEZIONI

Modalità didattiche

La didattica viene svolta alternando lezioni teoriche ad esercitazioni pratiche/numeriche.

INIZIO LEZIONI

Le lezioni del corso si tengono nel primo semestre, come da calendario accademico.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

FISICA TECNICA

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame consiste in una prova scritta e una prova orale.
L'accesso alla prova orale è ammesso previa superamento della prova scritta.

Modalità di accertamento

Iscrizione alle prove d'esame tramite il portale unige.

ALTRE INFORMAZIONI

Tutte le informazioni relative al corso (orario di ricevimento studenti, comunicazioni del docente, materiale didattico, ecc.) sono reperibili e costantemente aggiornate sull'aulaweb.