GRAMMATICA GRECA E LATINA

GRAMMATICA GRECA E LATINA

_
iten
Codice
86915
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
9 cfu al 3° anno di 8457 LETTERE (L-10)
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-FIL-LET/05
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (LETTERE )
periodo
2° Semestre

PRESENTAZIONE

Il corso si propone di integrare e consolidare la conoscenza delle lingue greca e latina su più versanti (grammaticale, sintattico, lessicale) attraverso la traduzione e il commento a largo raggio di testi in  prosa e in poesia.

Lo studente deve mostrare di possedere una buona padronanza delle due lingue. Richieste anche le nozioni di base sul piano della critica del testo e della metrica. Possibili, se necessario, lezioni specifiche su questi due versanti.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

La disciplina si propone di impartire le nozioni fondamentali della morfologia e della sintassi delle lingue greca e latina attraverso la lettura - in edizioni critiche - di testi di epoche diverse, sia in prosa che in poesia. Si leggeranno brani di autori di età classica, ellenistica e imperiale, anche al fine di evidenziare le trasformazioni delle due lingue nel corso del tempo. Sono previste prove pratiche di traduzione destinate ad affinare le tecniche del tradurre. Un’attenzione particolare sarà rivolta ai problemi di natura testuale (con costanti riferimenti alla critica del testo) e saranno regolarmente segnalati gli strumenti bibliografici fondamentali (tradizionali e on line).

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Vedi sopra, obiettivi formativi.

Modalità didattiche

Lezioni frontali incentrate sulla traduzione e il commento dei testi greci e latini in programma. Prove scritte di traduzione dal greco e dal latino.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

1. Sofocle, Edipo Re: traduzione e commento. Analisi dei principali problemi testuali.

2. Vangelo di Marco: lettura comparativa del testo greco e della Vulgata latina.

Lettura domestica: Quintiliano, Storia della letteratura greca (= Institutio oratoria, libro X, capp. 46-84).

Oppure: Quintiliano, Storia della letteratura latina (= Istitutio oratoria, libro X, capp. 85-131).

 

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

I testi saranno letti sulle edizioni che seguono:

1. Sophoclis Fabulae. Recognoverunt [...] H. Lloyd-Jones et N.G. Wilson, Oxford 1990

2. E. Nestle - K. Aland, Novum Testamentum Graece et Latine, Stuttgart, 26a ediz., 1984

Per il testo 2 è utile consultare: Rosa Calzecchi Onesti, Leggo Marco e imparo il greco, Piemme, Casale Monferrato, 5a edizione, 1998.

Per Quintiliano si consiglia: Quintiliano, La formazione dell'oratore. Traduzione e note di C.M. Calcante, vol. terzo (libri IX-XII), B.U.R., Milano 1997.

Altre edizioni e strumenti bibliografici saranno indicati nel corso delle lezioni. Ulteriori testi saranno forniti in fotocopia o tramite Aulaweb.

DOCENTI E COMMISSIONI

Claudio Bevegni

Mercoledì, ore 14-15.

Per concordare un appuntamneto in un orario diverso scrivere a: 7890@unige.it

Per urgenze o necessità importanti telefonare a 342-9633577

Commissione d'esame

CLAUDIO BEVEGNI (Presidente)

VALTER LAPINI

FRANCO MONTANARI

LARA PAGANI

MARGHERITA RUBINO

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali incentrate sulla traduzione e il commento dei testi greci e latini in programma. Prove scritte di traduzione dal greco e dal latino.

 

INIZIO LEZIONI

Secondo semestre. Inizio lezioni: lunedì 12 febbraio 2018 - ore 13-15

ESAMI

Modalità d'esame

Esame orale

Modalità di accertamento

1. Verifica delle conoscenze impartite durante il corso.
2. Traduzione e commento (linguistico e contenutistico) dei testi preparati individualmente