DIRITTO DELLA NAVIGAZIONE

DIRITTO DELLA NAVIGAZIONE

_
iten
Codice
64967
ANNO ACCADEMICO
2017/2018
CFU
6 cfu al 2° anno di 8709 GIURISTA DELL'IMPRESA E DELL'AMMINISTRAZIONE (L-14) GENOVA

6 CFU al 5° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA

6 CFU al 4° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA

6 CFU al 3° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/06
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (GIURISTA DELL'IMPRESA E DELL'AMMINISTRAZIONE )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso si propone di analizzare il diritto della navigazione marittima, con particolare attenzione ai profili di diritto internazionale uniforme

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Le fonti. La nave e il suo esercizio. I porti e gli operatori portuali. La tutela dell’ambiente marino: la protezione e il danno risarcibile. La vendita marittima e i charter parties. Il trasporto di persone e di merci. Gli ausiliari ed intermediari del trasporto. La disciplina della concorrenza nel mercato dei trasporti marittimi. I sinistri della navigazione: urto, soccorso e avaria comune. Le assicurazioni marittime

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento del diritto della navigazione ha lo scopo di fornire agli studenti un’adeguata conoscenza e comprensione delle principali norme che caratterizzano la materia. In questa prospettiva, l’insegnamento analizza, anzitutto, le fonti, i soggetti e la disciplina degli istituti relativi ai traffici marittimi. Una specifica attenzione sarà dedicata alla recente riforma del sistema portuale, alle fattispecie negoziali tipiche in relazione alla prassi dei commerci internazionali in campo marittimo e alla disciplina della tutela dell’ambiente marino e della concorrenza.  Infine, verranno analizzati gli istituti tipici del settore marittimo (urto, soccorso, avaria comune e assicurazione marittima).

Modalità didattiche

Lezioni frontali dei Proff. Francesco Munari e Pierangelo Celle.  Il calendario delle lezioni sarà pubblicato sulla pagina aulaweb del corso.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Le fonti, La nave, costruzione e vendita. Locazione di nave. Armatore e personale marittimo. I porti e la riforma del 2016. Operazioni e servizi portuali. Vendita marittima. Charter-parties. Tutela dell'ambiente marino. Trasporto di persone e di cose determinate. Ausiliari. Concorrenza

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Libri di testo e eventuali materiali di lettura per gli studenti frequentanti
CARBONE-CELLE-LOPEZ DE GONZALO, Il diritto marittimo – Attraverso i casi e le clausole contrattuali, Torino, Giappichelli, 5a ed., 2015, limitatamente alle seguenti pagine: 1 – 63; 107-220; 229 - 268; 313 - 361;369 - 446; 463 - 485 (pari a complessive pagine 360).
Libri di testo e eventuali materiali di lettura per gli studenti non frequentanti
CARBONE-CELLE-LOPEZ DE GONZALO, Il diritto marittimo – Attraverso i casi e le clausole contrattuali, Torino, Giappichelli, 5a ed., 2015, per intero (con esclusione dei materiali allegati a ciascun capitolo) 
 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Monday morining, by appointment agreed in advance by e-mail (francesco.munari@unige.it), in Via Balbi, 22 (c/o former Sezione di Diritto internazionale e della navigazione). 

Ricevimento: Previo appuntamento via e-mail (pierangelo.celle@unige.it) il lunedì dalle ore 13.00  alle ore 14.00 presso l'Albergo dei poveri.

Commissione d'esame

FRANCESCO MUNARI (Presidente)

PIERANGELO CELLE (Presidente)

GIOVANNI SCIACCALUGA

LORENZO SCHIANO DI PEPE

BARBARA GATTORNA

CHIARA GAMBINO

SIMONE CARREA

CHIARA CELLERINO

LUCA CALZOLARI

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali dei Proff. Francesco Munari e Pierangelo Celle.  Il calendario delle lezioni sarà pubblicato sulla pagina aulaweb del corso.

INIZIO LEZIONI

I semestre dal 25 settembre 2017
 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

DIRITTO DELLA NAVIGAZIONE

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame è orale. Agli studenti che avranno partecipato ad almeno 2/3 delle lezioni, alla fine del corso sarà data la possibilità di sostenere un esame scritto.

Modalità di accertamento

L’esame in forma orale consiste in almeno due domande vertenti su argomenti rappresentativi dell’intero programma del corso. L’esame in forma scritta, proposto soltanto alla fine del corso e indirizzato in particolare sugli argomenti e i casi specificamente trattati a lezione (e quindi adatto in particolare per gli studenti che abbiano frequentato con assiduità), consiste in domande a risposta multipla e/o a risposta aperta sugli argomenti trattati a lezione. Maggiori informazioni sulle modalità di esame in forma scritta verranno fornite a lezione.